Hotel Roma, Manifestations Meetings Music Sport Theater Exhibitions

Hotel 3 stelle Roma, tariffe economiche
Check -in Nights Rooms Type Rooms Numbers Promotional Code

 

faceBook hotel Rome

Rome hôtel offre spéciale
Hotel molto confortevole e pulito. La camera era sufficientemente spaziosa per una coppia. La biancheria veniva cambiata ogni giorno. Staff cordiale e prodigo di informazioni e suggerimenti. La colazi ..by Booking"




 

Quattordici cantate brevi ispirate alla Via Crucis

2017-04-14

Chiesa San Nicola in Carcere


Officina Pasolini #Canzone - Une belle histoire

2017-04-01

Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini


Fabri Fibra

2017-11-03

Atlantico Live


Salmo

2017-05-18

Atlantico Live


Primal Scream

2017-07-16

Villa Ada Savoia


Nicky Jam

2017-04-14

Atlantico Live


Mogway

2017-10-28

Atlantico Live


Manuel Magrini piano solo

2017-04-27

Casa del Jazz


Mannarino

2017-06-27

Ippodromo delle Capannelle

Kasabian arriving at Postepay Rock In Rome. After the great rock music success reached all over the world, this group from Leicester is preparing his 2017 tour that will thrill fans all over Europe. The famous British indie-rock band will perform at Capannelle Hippodrome in Rome, on 21st July.


Maggie e Bianca Fashion Friends - Come le star Live

2017-04-23

Auditorium Conciliazione


Le Luci della Centrale Elettrica

2017-04-07

Atlantico Live


Kamasi Washington

2017-07-17

Villa Ada Savoia


James Blunt

2017-11-12

Palalottomatica

The American pop star teens’ idol Ariana Grande, will perform in a concert with her Dangerous Woman tour in Rome as well. The concert will take place at Palalottomatica on 15th of June


Il disco di jazz compie 100 anni

2017-04-08

Casa del Jazz


Fabio Giachino trio

2017-04-21

Casa del Jazz


Fatboy Slim

2017-07-09

Ex Dogana


Devendra Banhart

2017-07-11

Teatro romano di Ostia Antica


De Andrè canta De Andrè - Cristiano De Andrè in concerto

2017-10-14

Teatro Olimpico

Regia di C. Insegno.

Calypso Rose

2017-07-19

Villa Ada Savoia


Archive

2017-07-12

Villa Ada Savoia


Ani Di Franco

2017-07-04

Villa Ada Savoia


Dimartino e Fabrizio Cammarata in "Un mondo raro"

2017-04-19

Quirinetta Caffè Concerto


Gavin DeGraw

2017-05-03

Quirinetta Caffè Concerto


Peter Hook

2017-04-07

Quirinetta Caffè Concerto


Clock Opera

2017-03-31

Quirinetta Caffè Concerto


Cold Cave

2017-03-31

Quirinetta Caffè Concerto


Mecna

2017-03-31

Quirinetta Caffè Concerto


Giorgio Poi

2017-03-24

Quirinetta Caffè Concerto


Vivaldi

from 2017-04-13 to 2017-10-26

Antico Oratorio dell’Arciconfraternita dei Bergamaschi in Roma

Enjoy the extremely lively, contagious and highly virtuosic music of Vivaldi with his very famous Four Seasons, for soloist violin, violins, viola, cello, and piano quintet in "Antico Oratorio dei Bergamaschi"

Programme:
Vivaldi - Four Season


On the Rock's - Rassegna Winjazz

2017-03-26

Teatro Villa Pamphilj

di Jennifer Tremblay

con Manuela Mandracchia regia di Marco Casazza

La protagonista, trasferitasi recentemente dalla città in un villaggio di campagna, si sforza di mantenere il controllo sulla sua vita e sugli altri compilando innumerevoli liste di cose da fare; con tre bambini e un matrimonio infeltrito dal tempo, sperava che un ambiente bucolico l’avrebbe resa di nuovo un frutto dolce, ma scopre di detestare la vita di campagna, i rituali, le meschinità, le chiacchiere delle arpie del villaggio e si isola sempre più nella sua casa troppo vuota. Nel suo glaciale ordine quotidiano irrompe l’allegro caos di Caroline, una giovane vicina, mamma anche lei, con i suoi quattro bimbi, che sembra vivere in un’altra epoca. Forte di un linguaggio poetico, sincopato eppure luminoso, La Lista è un’analisi lucida,


I Cambristi di Roma in biblioteca

2017-03-24

Biblioteca Villa Leopardi


Il viaggio a Reims

from 2017-06-14 to 2017-06-24

Teatro dell'Opera (Costanzi)

Di G. Donizetti, regia di A. De Rosa, con M. Rebeka/R.Mantegna (Maria Stuart), C. Remigio /
E. Beretti (Elisabetta Tudor), P. Fanale (Roberto), dirige P. Arrivabeni.
Maria Stuarda di Donizetti, capolavoro del Bel Canto, è famosa anche per lo scontro leggendario in cui la regina cattolica cosÏ apostrofa la sovrana inglese: ''Figlia impura di Bolena... meretrice indegna, oscena!''. Ad incarnare le due temibili sovrane, in quest'edizione della Maria Stuarda in scena al Teatro dell'Opera di Roma sono Marina Rebeka, nel titolo del ruolo e Carmela Remigio (Elisabetta Tudor), Paolo Fanale è Roberto conte di Leicester. Dirige l'orchestra del Teatro dell'Opera di Roma Paolo Arrivabeni..

Beethoven, Prokof’ev

2017-05-04

Teatro dell'Opera (Costanzi)

Di G. Donizetti, regia di A. De Rosa, con M. Rebeka/R.Mantegna (Maria Stuart), C. Remigio /
E. Beretti (Elisabetta Tudor), P. Fanale (Roberto), dirige P. Arrivabeni.
Maria Stuarda di Donizetti, capolavoro del Bel Canto, è famosa anche per lo scontro leggendario in cui la regina cattolica cosÏ apostrofa la sovrana inglese: ''Figlia impura di Bolena... meretrice indegna, oscena!''. Ad incarnare le due temibili sovrane, in quest'edizione della Maria Stuarda in scena al Teatro dell'Opera di Roma sono Marina Rebeka, nel titolo del ruolo e Carmela Remigio (Elisabetta Tudor), Paolo Fanale è Roberto conte di Leicester. Dirige l'orchestra del Teatro dell'Opera di Roma Paolo Arrivabeni..

Picasso a Roma cento anni fa

2017-04-10

Teatro dell'Opera (Costanzi)

Di G. Donizetti, regia di A. De Rosa, con M. Rebeka/R.Mantegna (Maria Stuart), C. Remigio /
E. Beretti (Elisabetta Tudor), P. Fanale (Roberto), dirige P. Arrivabeni.
Maria Stuarda di Donizetti, capolavoro del Bel Canto, è famosa anche per lo scontro leggendario in cui la regina cattolica cosÏ apostrofa la sovrana inglese: ''Figlia impura di Bolena... meretrice indegna, oscena!''. Ad incarnare le due temibili sovrane, in quest'edizione della Maria Stuarda in scena al Teatro dell'Opera di Roma sono Marina Rebeka, nel titolo del ruolo e Carmela Remigio (Elisabetta Tudor), Paolo Fanale è Roberto conte di Leicester. Dirige l'orchestra del Teatro dell'Opera di Roma Paolo Arrivabeni..

Andrea ChĂŠnier

from 2017-04-19 to 2017-05-02

Teatro dell'Opera (Costanzi)

Di G. Donizetti, regia di A. De Rosa, con M. Rebeka/R.Mantegna (Maria Stuart), C. Remigio /
E. Beretti (Elisabetta Tudor), P. Fanale (Roberto), dirige P. Arrivabeni.
Maria Stuarda di Donizetti, capolavoro del Bel Canto, è famosa anche per lo scontro leggendario in cui la regina cattolica cosÏ apostrofa la sovrana inglese: ''Figlia impura di Bolena... meretrice indegna, oscena!''. Ad incarnare le due temibili sovrane, in quest'edizione della Maria Stuarda in scena al Teatro dell'Opera di Roma sono Marina Rebeka, nel titolo del ruolo e Carmela Remigio (Elisabetta Tudor), Paolo Fanale è Roberto conte di Leicester. Dirige l'orchestra del Teatro dell'Opera di Roma Paolo Arrivabeni..

The Pretenders

2017-07-14

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
The Pretenders, capitanati dalla rock queen Chrissie Hynde, saranno a Roma per presentare il loro ultimo lavoro Alone.
Mentre era in studio di registrazione con Dan Auerback (Black Keys) per lavorare al seguito del suo lavoro da solista Stockholm , la storica leader della band si è resa conto che l’album che stava prendendo forma, dal titolo provvisorio Chrissie Hynde Practices Her Autograph, aveva tutte le carte in regola per decretare il ritorno dei Pretenders. Trentasette anni dopo l’omonimo album d’esordio, Alone può essere considerato il fratello più vecchio, più saggio e più cattivo di quel debutto. La band, che la Hynde descrive come formata da «persone vere che suonano strumenti veri», ospita il bassista di Johnny Cash Dave Roe, il country rocker Kenny Vaughan alla chirarra e membri degli Arcs, side project di Dan Auerbach: Richard Swift alla batteria, Leon Michels alle tastiere e Russ Pahl alla pedal steel guitar.

Caetano Veloso - Special guest Teresa Cristina

2017-05-09

Teatro Sistina

Con M. Ranieri.

Giovanni Guaccero & Choro de Rua

2017-03-25

28 DiVino Jazz


REUNION-3 Salsone / Falato / Cantarano

2017-03-24

28 DiVino Jazz


Festival Popolare Italiano – Canti e corde, mantici e ottoni

2017-03-26

'Na cosetta


KITCHEN MACHINE

2017-03-25

'Na cosetta


FEDE’N’MARLEN

2017-03-24

'Na cosetta


The great italian opera - Opera e Lirica

from 2017-05-04 to 2017-08-31

Chiesa San Paolo entro le Mura

The most beautiful Italian opera arias are performed by soprano Roberta Polverini, baritone Maurizio Zanchetti and tenor Emil Alekperov with strings quartet and grand piano.
Experience this unique concert. Live the great Italian opera with Opera e Lirica.


The Three Tenors - Opera e Lirica

from 2017-11-03 to 2017-12-15

Chiesa San Paolo entro le Mura

Inspired by the popular Three Tenors concert of L. Pavarotti, P. Domingo e J. Carreras, Opera e Lirica offers to its visitors the most famous Italian opera arias from Tosca, La Traviata and L’Elisir d’amore alternated with the popular songs like O’sole mio, Torna a Surriento and Nel blu dipinto di blu performed by the wonderful voices of Opera e Lirica three tenors accompanied by our strings quartet and piano.


The Three Tenors - Opera e Lirica

from 2017-05-05 to 2017-10-27

Chiesa San Paolo entro le Mura

Inspired by the popular Three Tenors concert of L. Pavarotti, P. Domingo e J. Carreras, Opera e Lirica offers to its visitors the most famous Italian opera arias from Tosca, La Traviata and L’Elisir d’amore alternated with the popular songs like O’sole mio, Torna a Surriento and Nel blu dipinto di blu performed by the wonderful voices of Opera e Lirica three tenors accompanied by our strings quartet and piano.


La Traviata - Opera e Lirica

from 2017-05-02 to 2017-10-31

Chiesa San Paolo entro le Mura

Opera e Lirica presents “La Traviata: the original opera by Giuseppe Verdi with ballet”
Special Guest the baritone Giorgio Gatti as Marchese D’Obigny.
Choreography: Matteo D’Alessio 
Conductor: Mauro Giordani 
Scenes and costumes: Eliodora Zanrosso
Artistic direction: Maurizio Zanchetti
Direction: Giuseppina Cuccaro


La Traviata - Opera e Lirica

from 2017-11-07 to 2017-12-19

Chiesa San Paolo entro le Mura

Opera e Lirica presents “La Traviata: the original opera by Giuseppe Verdi with ballet”
Special Guest the baritone Giorgio Gatti as Marchese D’Obigny.
Choreography: Matteo D’Alessio 
Conductor: Mauro Giordani 
Scenes and costumes: Eliodora Zanrosso
Artistic direction: Maurizio Zanchetti
Direction: Giuseppina Cuccaro


Rancore: The Super Gusbumps Show

2017-04-22

Atlantico Live


Camera in concerto

2017-03-25

Locanda Atlantide


Si canta Maggio

2017-05-01

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
un progetto originale di
Ambrogio Sparagna

per l’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma,
il Coro Popolare e il Coro di Voci Bianche diretti da Anna Rita Colaianni

Si Canta Maggio torna ad animare l’Auditorium Parco della Musica con una grande festa, un grande spettacolo, all’aperto e al chiuso: una giornata di festa popolare per celebrare il diritto al lavoro con concerti, spettacoli di burattini, mostre fotografiche e di strumenti musicali e il Mercato di Campagna Amica.
Si canta Maggio è un progetto di Ambrogio Sparagna per l’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, il Coro Popolare e il Coro di Voci Bianche diretti da Anna Rita Colaianni, con il Gruppo Cantori di Comacchio, Davide Rondoni, Mimmo Epifani, Maurizio Stammati e la partecipazione straordinaria di Eugenio Bennato.

Programma

Giardini Pensili ore 10-17
Ingresso libero
Mercato di Campagna Amica
A partire dalla mattina, nei giardini pensili del Parco della Musica si terrà la Mostra Mercato di prodotti enogastronomici tipici “a chilometro zero” a cura della Coldiretti. La mostra mercato proseguirà per tutto il pomeriggio e sarà arricchita dalla presenza di alcuni espositori di liuteria tradizionale.

Foyer Sala Sinopoli ore 10
Inaugurazione Mostra Fotografica
Il lavoro della pesca delle anguille nelle Valli di Comacchio
a cura del Comune di Comacchio
Un'originale mostra composta da cinquanta fotografie in b/n di grande suggestione che testimoniano le varie fasi della vita lavorativa nelle valli del territorio comacchiese.

Sala Sinopoli ore 11
Biglietto 15 euro
Canti d'acqua di fiume e di mare
ospiti
I Cantori popolari di Comacchio
Davide Rondoni voce recitante
Mimmo Epifani voce e mandolino
e la partecipazione straordinaria di
Eugenio Bennato

Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica
diretta da
Ambrogio Sparagna
Eleonora Bordonaro voce
Clara Graziano organetto
Arnaldo Vacca tamburelli
Cristiano Califano chitarra, chitarra battente
Raffaello Simeoni voce, mandola, fiati popolari
Diego Micheli contrabbasso
Giordano Treglia ghironda e lira calabrese
Erasmo Treglia viola ciaramella, violino a tromba
Mimmo Epifani voce, mandolino e mandola
Davide Rondoni voce
Eugenio Bennato voce, chitarra e chitarra battente
Cantori popolari di Comacchio
Coro Popolare e Coro di Voci Bianche
diretti da
Anna Rita Colaianni
Ambrogio Sparagna voce e organetti

Canti d'acqua di fiume e di mare è uno spettacolo originale dedicato alla grande tradizione dei canti di lavoro marinareschi, in particolare al repertorio tipico della tradizione del Po, con un'attenzione speciale per quelli diffusi nel territorio di Comacchio. Accanto a questi canti tipici della tradizione della darsena del "grande fiume", eseguiti per la prima volta in pubblico da un coro spontaneo di Cantori popolari di Comacchio, nello spettacolo sono proposti una serie di canti tipici della tradizione veneziana, toscana, romana, napoletana, salentina e siciliana pubblicati nelle raccolte ottocentesche del Foscarini, detto “El barcarol”, Tigri, Tommaseo, Molinaro del Chiaro, Zanazzo, Fuortes, Vigo e del Pitré interpretati dalle voci soliste dell'Orchestra, dal Coro popolare e da quello delle Voci bianche. Lo spettacolo è arricchito dalle narrazioni poetiche di Davide Rondoni, poeta e affabulatore di Romagna e dai virtuosimi mandolinistici del salentino Mimmo Epifani. Canti d'acqua di fiume e di mare si caratterizza, inoltre, per la straordinaria presenza di Eugenio Bennato, uno dei musicisti più rappresentativi della storia della musica popolare italiana che proporrà alcuni dei suoi brani più significativi della sua ricca produzione artistica.


Area Giardini Pensili
Ingresso libero

ore 13
Distribuzione di fave, pecorino e vino bianco perpetuando l’antica usanza romana delle uscite fuori porta in occasione del primo maggio.
Al termine della degustazione concerto con il Gruppo di cantori popolari di Comacchio.

Ore 15
I Racconti di Fernando
Spettacolo di teatro dei burattini di e con Maurizio Stammati.

Franco Micalizzi

2017-04-28

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi

Un concerto unico e raffinato, che guarda con un filo di nostalgia e anche di ironia ai memorabili temi musicali che il celebre compositore e direttore d’orchestra ha creato negli anni ‘70 e ‘80 per tanti film di successo come Lo chiamavano Trinità, L’ultima neve di Primavera, Napoli violenta, Non c’è due senza quattro, Italia a mano armata .
Sul palco una grande orchestra e grandi interpreti tra i quali Edoardo Vianello e Wilma Goich, la pianista Gilda Buttà e le voci di Valentina Ducros, Miky Introna, Dougie Meakin e Gianluca Paganelli.

Daiana Lou

2017-04-26

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Il progetto Daiana Lou nasce dall’unione e dall’amore tra due musicisti, Daiana e Luca, provenienti da esperienze musicali differenti che nel corso del tempo sono diventate, fondendosi e arricchendosi, la loro reale particolarità. Luca Pignalberi cresce come chitarrista blues mentre Daiana Mingarelli è una cantante di scuola R&B e reggae. Dal 2013 hanno intrapreso un percorso inedito, ispirandosi a sonorità intense, mai banali e molto diverse tra loro, riuscendo a far convivere un angelo malinconico come Jeff Buckley con la sensuale ed impetuosa Selah Sue, grazie alla fantastica qualità che dimostrano durante le esibizioni dal vivo. Alvaro Soler li scelse come una delle tre band della decima edizione di X-Factor Italia che ha permesso al duo di farsi conoscere dal grande pubblico. Durante il quarto live show del programma, i Daiana Lou decidono di autoeliminarsi in diretta nazionale esprimendo la loro difficoltà caratteriale ed artistica di adeguarsi alle dinamiche televisive di un format mediatico che mette a dura prova le emozioni genuine e sincere di ragazzi che vogliono semplicemente fare musica.

Ezio Bosso Sinfonico

2017-07-12

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Ezio Bosso direttore e pianoforte

Bach Concerto n. 5 in fa BWV 1056
Bosso Split, per pianoforte e archi
Bosso Rain in your black eyes, per pianoforte e archi
Beethoven Sinfonia n. 7

L’appuntamento di mezza estate vedrà per la prima volta sul podio di Santa Cecilia un altro degli artisti italiani più stimati a livello internazionale, il compositore, direttore d’orchestra e pianista Ezio Bosso. Considerato uno dei più influenti musicisti italiani della sua generazione, Bosso, tornato alla direzione dopo una lunga assenza, affronterà per desiderio dell’Orchestra la Sinfonia N.7 di Beethoven, preceduta da una prima parte dedicata a Bach e due sue composizioni, Split e Rain in your Black Eyes, che lo vedrà nella doppia veste di solista e direttore.

La musica è pericolosa

from 2017-06-07 to 2017-06-11

Teatro Argentina - Teatro di Roma

Di E. De Filippo, regia di L. De Filippo, musiche di N. Piovani, scene di G. Fercioni, con C. Rosi, V. Forestiero, N. Di Pinto, F. Altamura, A. Cioffi, G. Imparato, M. De Matteo, C. Annibale, P. Fulciniti, G. Cannavacciuolo, G. Allocca.

Renato Zero "Zerovskj solo per amore"

from 2017-07-01 to 2017-07-06

Centrale del Tennis


La canzone napoletana e l'operetta italiana

2017-03-31


Petite Messe Solennelle

2017-05-26

Chiesa dei SS. Cosma e Damiano


Bandiera Gialla

from 2017-03-22 to 2017-05-31

L'Ambretta


L’organo post romantico in Italia. Autori italiani influenzati dal sinfonismo germanico

2017-05-20

Conservatorio di Musica di Santa Cecilia


Un incontro tradizionale: organo & tromba

2017-05-13

Conservatorio di Musica di Santa Cecilia


Nel salotto di Bach

2017-04-28

Conservatorio di Musica di Santa Cecilia


Il gigante e la bambina. L’organo incontra la chitarra

2017-04-22

Conservatorio di Musica di Santa Cecilia


Uniti dal vento. L’organo e i suoi fratelli: fisarmonica, bandoneón, armonica a bocca

2017-03-31

Conservatorio di Musica di Santa Cecilia


Carmen, mon amour

from 2017-05-03 to 2017-05-04

Teatro Italia


Il drammatico si minore - Un organo dolente per Bach, Franck e La ballata del silenzio

2017-03-25

Conservatorio di Musica di Santa Cecilia


Stars' Memories - Vitala Festival

2017-03-27

Teatro San Genesio

directed by Sandra Provost
in English
Cast
(in order of appearance)
Grant Thompson, Gregory Garbinsky, Rishad Noorani, Fabiana De Rose, Sébastien Follain, Michael Fitzpatrick, Shelagh Stuchbery, Lydia O’Kane, Ulan Iskakov, Asya Bell, Rick Breco, Harry McCrory, Edoardo Camponeschi,  Nadia Caretto, Gabriella Spadaro

The Winter's Tale by William Shakespeare, originally published in the First Folio of 1623, was grouped among the comedies but some modern editors have relabeled the play as one of Shakespeare's late romances. Some critics also consider it to be one of Shakespeare's "problem plays", because the first acts are filled with intense psychological drama, while the last ones are lighter and more comedic. This popular play was revived in productions in various forms and adaptations by some of the leading theatre practitioners in Shakespearean performance history. The longest-running Broadway production ran for 39 performances in 1946. One of the best remembered modern productions was staged by Peter Brook in London in 1951 and starred John Gielgud as Leontes. More recently, in 2009, Sam Mendes inaugurated his transatlantic "Bridge Project" directing The Winter's Tale with an all-star cast. The play is in the repertory of the Stratford Festival of Canada and was seen at the New York Shakespeare Festival, Central Park, in 2010. The Hudson Shakespeare Company of New Jersey presented a production as part of their annual Shakespeare in the Parks series. The action was set in central Europe during the early 1900s era of the Austro-Hungarian Empire.  Indeed this was one of the several adaptations of the play, which addresses timeless, universal themes and issues.
In 2013 the RSC staged a new production directed by Lucy Bailey which premiered at the Royal Shakespeare Theatre on 24 January 2013.


Un Organo per Roma

from 2017-03-25 to 2017-05-26


Lake Forest High School Band & Orchestra

2017-03-26

Valdese


Barocco Romano. Storie in Musica - Gli strumenti del Sacro Convento di Assisi

2017-06-20

St. Joseph of the Carpenters in Rome


Barocco Romano. Storie in Musica - Intorno a J.S. Bach

2017-05-28

St. Joseph of the Carpenters in Rome


Barocco Romano. Storie in Musica - Il soffio di Partenope

2017-04-28

St. Joseph of the Carpenters in Rome


Barocco Romano. Storie in Musica - Il violino nel primo Settecento italiano

2017-04-01

St. Joseph of the Carpenters in Rome


I Tarantolati di Tricarico

2017-04-13

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Un gruppo storico, ambasciatori della Taranta dal 1975, sono ormai il sinonimo di “energia in movimento”. Il cuore della tradizione di Tricarico, un atto sonoro che è un atto di fede, sopravvivenza e materia viva. La possessione scioglie il passo di danza e le mani, sulle corde della chitarra o sulle pelli tirate dei tamburi, proseguono inesorabili la loro corsa verso l’ossessione. Nel 2015 sono stati scelti dalla regione Basilicata come ambasciatori della musica e della cultura Lucana per l’Expo 2015 nel padiglione Italia: è loro il brano ufficiale per la Capitale europea della Cultura “Matera 2019”. Nel 2015 hanno festeggiato i primi 40 anni di attività, con l'uscita di una compilation presentata in occasione del Concertone del Primo Maggio a Roma. Ad Ottobre 2016 è uscito il loro nuovo CD “Terra che trema”.

Hieronimus Kaspberger e Santiago De Murcia: due strumenti, due stili, una stessa epoca

2017-03-29

Antico Oratorio dell’Arciconfraternita dei Bergamaschi in Roma


Simone Vallerotonda "Il liuto di Artemisia"

2017-04-02

Museo di Roma - Palazzo Braschi

Musiche del Seicento italiano per tiorba e chitarra.
Musiche di B. Castaldi, F. Corbetta, H. Kapsberger, F. Valdambrini, A. Piccinini, G.P. Foscarini

In occasione della Mostra    Artemisia Gentileschi e il suo tempo, ospitata al primo piano del Museo di Roma a Palazzo Braschi, il musicista Simone Vallerotonda coniuga la figura della pittrice, protagonista indiscussa della scena artistica del primo Seicento, con quella del musicista Bellerofonte Castaldi, nel segno di una ricerca di “libertà” che accomunò entrambi e che si traduce in tratto distintivo, caratterizzante il loro stile unico e inimitabile.

Sia la pittrice sia il musicista riuscirono infatti a creare un proprio linguaggio, nel colore come nel suono, formulando proposizioni nuove e indipendenti dalle regole dell’accademia.


Pallante in concerto

2017-03-25

CCP - Centro di Cultura Popolare del Tufello


The Heliocentrics

2017-04-07

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Malcolm Catto drums
Jake Ferguson bass
Raven Bush violin
Jack Yglesias organ, percussion
Barbora Patkova vocals
Dan Smith guitar
Ade Owusu guitar
Tom Hodges electronics

Blue Lab Beats


Gli Heliocentrics presentano in anteprima assoluta il nuovo progetto A World of Masks, il loro quarto album in uscita a maggio.
I confini tra generi musicali sono del tutto invisibili per il fenomenale combo inglese capitanato da Malcom Catto, tra i batteristi più rappresentativi della scena contemporanea. Il suono degli Heliocentrics fluttua tra jazz, hip-hop, psichedelia, krautrock e musica concreta. Un percorso che si è sviluppato e consolidato nel tempo e nei successivi lavori 3 Degrees Of Reality e In the Deep. Nel 2009, l’album Inspiration Information, prodotto con il leggendario Mulatu Astatke è stato eletto album dell'anno ai Worldwide Awards di Gilles Peterson, e inserito nella lista dei migliori album jazz di tutti i tempi da Jamie Cullum.
Sulla misura di questo primo decennio di vita artistica, il collettivo residente al Quatermass Sound Lab, il loro studio analogico a East London, introduce un elemento di novità rispetto ai precedenti lavori e accoglie nel suo sound la voce, strumento per loro inusuale, della giovane cantante slovacca Barbora Patkova. Con un groove in continua espansione e ritmi che muovono verso nuove dimensioni non ancora esplorate così a fondo come adesso, gli Heliocentrics sviluppano e rivitalizzano il concetto di cosmic jazz. E già alcuni ‘rumors’ li vedono proiettati verso un futuro album in collaborazione proprio con la Sun Ra Arkestra.

Nada Trio

2017-05-15

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Nada voce
Fausto Mesolella chitarra
Ferruccio Spinetti contrabbasso
“La Posa” è il titolo del nuovo album del Nada Trio in uscita ad aprile. Tutto è nato nel 1994 da una collaborazione fra Nada, Fausto Mesolella e Ferruccio Spinetti, rispettivamente chitarrista e contrabbassista degli Avion Travel. Dal quel loro incontro nasce un progetto che viene documentato in un album dal titolo “Nada Trio”. All'interno, oltre ad alcuni classici successi di Nada come “Ma che freddo fa” e “Amore Disperato”, ci sono anche dei tradizionali della musica popolare italiana. L'album ottiene innumerevoli apprezzamenti che culminano con il conseguimento della Targa Tenco e del premio Premio Musicultura, seguiti da un intenso tour in Italia e in Europa. Dopo “Nada Trio” gli incontri tra i tre artisti continuano parallelamente ai loro noti progetti individuali, proseguendo con l'attività live insieme, sia in trio che in duo, Nada e Mesolella.
Con “La Posa” il Nada Trio continua lo stesso percorso artistico, partendo dalla fine del precedente per documentare quella che è la grande e innovativa scrittura di Nada di questi ultimi anni, abbinata alla classe e alla maestria di due musicisti come Mesolella e Spinetti. Il risultato è sorprendente e unico.

Mishmash

2017-04-02

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Yasmin Sannino voce
Domenico Ascione chitarre, voce
Marco Valabrega violino, viola
Bruno Zoia contrabbasso
Mohssen Kasirossafar zarb, daf, voce


Il quartetto “Mishmash” (termine mobile che in varie lingue racchiude diversi significati legati al concetto di “mescolanza”), propone una versione molto originale e affascinante del complesso di suoni che abitano il Mediterraneo, il mondo medio-orientale, i paesi dell’Est. Di cultura e tradizioni diverse, la sua musica trova gli spunti principali nel repertorio klezmer, nelle romanze sefardite, nei brani tradizionali di musica persiana e medio-orientale, nei brani originali e d’autore ispirati da queste stesse culture musicali, con scelte di arrangiamento e di esecuzione che ricreano quel sapore “vagabondo” che da sempre caratterizza questi repertori. Il quartetto ha pubblicato il suo terzo album “Yasaman” con la voce vellutata di Yasemin Sannino di origine turca, dopo “Delta” e “Parvanè”, che avevano riscosso lusinghieri consensi da parte di pubblico e stampa specializzata.

Baustelle

2017-04-30

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Francesco Bianconi voce, chitarre, tastiere
Claudio Brasini chitarre
Rachele Bastreghi voce, tastiere, percussioni
Ettore Bianconi elettronica e tastiere
Sebastiano de Gennaro percussioni
Alessandro Maiorino basso
Diego Palazzo tastiere e chitarre
Andrea Faccioli chitarre
Dopo il sold out del 13 marzo, i Baustelle raddoppiano con una nuova data per la presentazione del loro nuovo album "L'amore e la violenza" .
Composto da 12 tracce, l’album è prodotto artisticamente da Francesco Bianconi e mixato da Pino "Pinaxa” Pischetola. All’uscita del nuovo disco (gennaio 2017), il settimo di inediti dei Baustelle, seguirà un tour che porterà la band ad esibirsi in alcuni dei teatri più prestigiosi d’Italia.
Sul palco, oltre a Francesco Bianconi (voce, chitarre, tastiere), Claudio Brasini (chitarre) e Rachele Bastreghi (voce, tastiere, percussioni), ci saranno Ettore Bianconi (elettronica e tastiere), Sebastiano de Gennaro (percussioni), Alessandro Maiorino (basso), Diego Palazzo (tastiere e chitarre) e Andrea Faccioli (chitarre).

Stefano Bollani Sinfonico

2017-07-05

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Kristian Jarvi direttore
Stefano Bollani pianoforte

Roukens Morphic Waves
Bollani Concerto Azzurro
Gershwin Rhapsody in Blue
Gershwin Un Americano a Parigi
I concerti estivi all'aperto dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia saranno inaugurati dall'eclettico Stefano Bollani che, con l'Orchestra di Santa Cecilia diretta da Kristian Järvi, siederà al pianoforte per Concerto Azzurro - una sua nuova composizione per pianoforte e orchestra - e l'intramontabile Rhapsody in Blue di George Gershwin. A completare il programma, un'altra composizione di ‘jazz classico' tra le più famose di Gershwin - Un Americano a Parigi - e la prima esecuzione italiana di Morphic Waves dell'olandese Joey Ruckens, brano sinfonico minimalista rielaborato con un'orchestrazione in cui hanno particolare risalto le percussioni.

DaymĂŠ Arocena

2017-04-21

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Daymé Arocena vocals
Jorge Luis Lagarza piano
Rafael Aldama bass
Ruly Herrera drums
Cantante, compositrice, arrangiatrice, direttrice di coro e band leader, carismatica presenza della musica cubana, Daymé Arocena è emersa rapidamente sulla scena internazionale jazz e neo-soul con l’album “Nueva Era”. Con Cuba che si appresta a connettersi sempre più col resto del mondo, l'orgoglio del popolo cubano per un patrimonio musicale unico non è mai stato così vitale. Daymé Arocena non fa eccezione, non si distacca da queste basi, e torna con un secondo album molto ambizioso:”Cubafonía”. Daymé sviluppa le sue composizioni partendo dai ritmi classici della musica cubana, abbraccia la ricchezza dei diversi piani musicali del suo paese, e al tempo stesso riesce a guardare al di fuori di quei confini, capitalizzando le esperienze dei tanti viaggi fatti nel corso degli ultimi due anni. Si tratta del progetto più lucido e completo che abbia mai realizzato da quando, nel 2012, ha incontrato quello che diventerà poi il suo mentore Gilles Peterson. Daymé ha potuto contare sulla grande esperienza e sulla visione molto ampia che Peterson ha come DJ, radiofonico e promoter, e sul sostegno del progetto Havana Cultura – una piattaforma che sviluppa e incoraggia la creatività contemporanea a Cuba. Nel 2014 Daymé appare nella compilation Havana Cultura Mix, che raccoglieva alcuni nomi della nuova e talentuosa scena artistica cubana, grazie alla quale ebbe l’opportunità di confrontarsi per la prima volta con la figura di un produttore. Come solista, nel 2015, ha pubblicato il suo primo album "Nueva Era", debutto molto acclamato da pubblico e critica, con cui per la prima volta va in tour in Europa, in Giappone e negli USA (mentre gli Stones sbarcavano all’Havana, Daymé conquistava la critica statunitense con paragoni da brivido fino a quello con Ella Fitzgerald). Ha condiviso il palco con Roy Ayers e la superstar brasiliana
Ed Motta (che ha sorpreso in lacrime di gioia con una dichiarazione d’amore mentre erano sul palco del Worldwide Festival), con Miguel Atwood-Ferguson in occasione della sua trionfante Suite for Ma Dukes al Barbican, arrembando letteralmente il palco. Ha tenuto concerti da Los Angeles a Tokyo, ipnotizzando ogni volta il pubblico con la sua sbalorditiva estensione vocale e un grande senso dell’umorismo e dell’ironia.

Niccolò Fabi

2017-11-26

Palalottomatica

The American pop star teens’ idol Ariana Grande, will perform in a concert with her Dangerous Woman tour in Rome as well. The concert will take place at Palalottomatica on 15th of June


Il Barbiere di Siviglia - I Virtuosi dell'opera di Roma

from 2017-04-01 to 2017-10-28

Chiesa San Paolo entro le Mura

Opera with orchestra, singers, choir and scenography


Ouachita Baptist University Ouachita Singers

2017-03-24

Basilica di Santa Maria sopra Minerva


2Cellos

2017-06-26

Centrale del Tennis


Tommaso - Marcotulli - Paternesi Trio

2017-04-18

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Giovanni Tommaso contrabbasso
Rita Marcotulli pianoforte
Alessandro Paternesi batteria


Nuovo appuntamento con Recording Studio , la rassegna che permette di assistere alle registrazioni live dei nuovi dischi della Parco della Musica Records. Questa volta saliranno insieme sul palco del Teatro Studio tre maestri del jazz italiano per dare vita a un trio di recente formazione. Il loro repertorio si basa su alcuni celebri standard di George Gershwin (come But not for me , How long has this been going on , It's wonderful ) e su alcune composizioni originali di Giovanni Tommaso. Gli arrangiamenti degli standard sono volutamente nello stile contemporaneo degli altri brani originali per dare omogeneità a tutto il lavoro. I titoli di alcuni brani originali lasciano intendere il chiaro riferimento al patrimonio di Gershwin, come " Un italiano a Parigi " e " Wintertime ". La musica si basa su strutture articolate, sia armonicamente che ritmicamente, ma il grande interplay dei musicisti e le parti improvvisate rappresentano bene una loro ideale sintesi del percorso artistico che non vuole prescindere da quello che si definisce "il linguaggio del jazz".

Carmen Souza

2017-05-03

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Carmen Souza guitar, piano, vocals
Theo Pascal ebass&dbass
Elias Kacomanolis drums, perc
Creology è un passo naturale verso il mondo Afro, che Carmen Souza&Theo Pascal hanno sperimentato e sentono come proprio, con la musica che in questo disco viaggia, in un percorso transatlantico, da paesi portoghesi ex coloniali, come Capo Verde, Mozambico, Angola attraversando il mare in Brasile, Cuba, atterrando sulle coste di New Orleans. Si possono così scoprire in questo disco ritmi come Batuque, Funana, Semba, Quilapanga, afro-brasiliana e suoni cubani e anche l'atmosfera di New Orleans, il tutto miscelato per creare ciò che abbiamo imparato ad identificare come il Souza Pascal AfroSound.

GAME ZERO + Alfredo Gargaro Live

2017-03-31

Conte Staccio


Max Gazzè "Alchemaya"

2017-04-03

Teatro dell'Opera (Costanzi)


Placido Domingo Jr

2017-05-20

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
di
Silvia Bergamini e Annalisa Biancofiore

Placido Domingo Jr voce
Annalisa Biancofiore voce

Buenos Aires Café Sextet
Cristiano Lui fisarmonica e bandoneon
Andrea Paoletti violino
Stefano Ciotola chitarre
Remigio Coco pianoforte
Paride Furzi contrabbasso
Tommaso Tozzi batteria

Pablo Moyano e Roberta Beccarini ballerini
e la partecipazione degli allievi della “Escuela Tango al Piso” di P. Moyano e R. Beccarini





Anteprima assoluta del nuovo concerto-spettacolo di Placido Domingo Jr, cantante, compositore e produttore, figlio del celebre tenore. Volver - Anima Tango è uno spettacolo multiforme fatto di musica, momenti teatrali e danza, basato sulle atmosfere e sulla tradizione del tango argentino.
In questa nuova produzione Placido Domingo Jr, per la prima volta in Italia con un suo concerto, sarà accompagnato dal Buenos Aires Cafè Sextet, guidato dal fisarmonicista e bandoneonista Cristiano Lui, che cura gli arrangiamenti originali dello spettacolo, da Annalisa Biancofiore, attrice-cantante che ne cura la regia, e dai ballerini di tango argentino Pablo Moyano e Roberta Beccarini, autori delle coreografie, che guideranno anche cinque coppie di loro allievi, regalando al pubblico l’atmosfera di una “milonga dei ricordi”.
“Volver - Anima Tango” è uno spettacolo oltre il concerto che parla di un ritorno: in una atmosfera suggestiva, fatta di ombre, colori e rievocazioni, la voce di Domingo conduce il pubblico nel suo viaggio segreto, in cui l’intensità della musica, gli abbracci struggenti dei corpi che danzano e la profondità delle parole si fondono in un racconto unico, una emozione che si fa battito, come quando si torna a casa dopo un lungo viaggio e ci si ritrova. Lo stato d’animo del tango è la condizione esistenziale del protagonista, che guarda con nuovi occhi tutto ciò che lo circonda: tutto si trasforma, tutto diventa “Tango”, in un singolare viaggio musicale e umano che va da Gardel a Piazzolla, passando per Bacalov, Modugno, Tenco e tanti altri, e che, accanto a celebri tangos tradizionali, regala una nuova veste a brani altrettanto importanti e conosciuti al grande pubblico.

Al Bano e Romina Power

2017-07-28

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Torna la coppia più celebre della canzone italiana. Al Bano Carrisi e Romina Power saranno in concerto il 28 luglio in Cavea.
La storia artistica e privata di Al Bano e Romina ha incrociato spesso quella del costume nazionale, dell’anima italiana più popolare, capace di tradurre in canzoni le emozioni più semplici: da “Felicità” e “Nostalgia canaglia” a “Ci sarà”, che rappresentano i “loro” Festival di Sanremo; da “Sharazan”, “Libertà”, “Che angelo sei” a “Sempre sempre"; queste alcune delle canzoni del repertorio del duo. Dopo anni di silenzio la coppia ha ricominciato la propria attività, intensificandola sempre più. Sedici anni separano l’ultima apparizione pubblica (a Rio de Janeiro nel 1997, davanti a Papa Giovanni Paolo II) alla loro “reunion”, quando si ritrovano in Russia nel 2013 per tre eventi live organizzati a Mosca. Poi, nel 2014, alcuni concerti negli Stati Uniti, Canada, Spagna, Romania, Polonia, Germania, Austria e di nuovo Russia fino a quando il 10 febbraio 2015, dopo 24 anni di assenza, tornano a calcare il palcoscenico del teatro Ariston di Sanremo, esibendosi durante la prima serata del Festival con "Cara terra mia", "Felicità" e "Ci sarà". L’Arena di Verona a maggio del 2015, e in diretta tv su RaiUno per un grande show da ascolti record, li vede protagonisti del primo concerto insieme in Italia dopo tanti anni.

Francesco Gabbani

2017-07-15

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Francesco Gabbani è un cantautore e polistrumentista toscano che nel 2016 vince la 66° edizione del Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte, il Premio della Critica Mia Martini e il Premio Sergio Bardotti per il miglior testo con “Amen”, un brano che rappresenta appieno il mondo musicale di Gabbani. Dietro ad una semplice freschezza melodica si cela infatti una sarcastica intenzione a sollecitare riflessioni sul modo di vivere dei nostri tempi. Nel febbraio del 2016 esce “Eternamente Ora”, disco composto da otto tracce inedite, un disco importante che segna una svolta nella carriera artistica di Francesco e che entra nella Top 20 della classifica Gfk-Fimi degli album più venduti in Italia, quattro settimane dopo l’uscita. Il secondo lavoro di Gabbani è la colonna sonora originale del film “Poveri ma ricchi” di Fausto Brizzi, i cui temi sono interamente scritti e composti da lui. Nel febbraio 2017 Francesco Gabbani torna e vince la 67° edizione del Festival di Sanremo con “Occidentali’s Karma” e per la prima volta nella storia del Festival un artista vince consecutivamente prima tra le Nuove proposte e poi tra i big. Oltre al Festival vince il Premio TIMmusic come brano più ascoltato sull’omonima piattaforma dedicata alla musica in Streaming e annuncia che parteciperà all’Euro Song Contest 2017 che si terrà a Maggio a Kiev. “Occidentali’s Karma” oltre a essere il singolo più venduto in Italia dalla sua pubblicazione, è per la seconda settimana consecutiva al primo posto della classifica airplay radio e video settimanale. Il video, con oltre 45 milioni di visualizzazioni, più di 400mila like e 30mila commenti, è il music video “sanremese” di maggiore successo di sempre su YouTube e, per la seconda settimana consecutiva, si colloca nella classifica dei 100 video musicali più
visti al mondo su YouTube. In attesa dell’uscita del nuovo disco, previsto tra fine aprile e inizio maggio, Francesco Gabbani ha annunciato il suo nuovo attesissimo tour che farà tappa all’Auditorium Parco della Musica.

Briga

2017-06-30

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Mattia, in arte Briga, nasce a Roma il 10 Gennaio del 1989. Nel 2011 viene notato da un’etichetta discografica indipendente con la quale pubblica i mixtape 'Malinconia della Partenza' e 'Alcune Sere'. A maggio del 2015 viene pubblicato “Never Again”, il primo album che cavalca il grande successo ottenuto con la partecipazione al talent show “Amici”. A giugno dello stesso anno “Never Again” è stato certificato disco di platino dalla FIMI per aver venduto oltre 50.000 copie. Sempre nel mese di giugno 2015, Briga ha partecipato alla terza edizione del Coca-Cola Summer Festival dove è l'italiano più votato con il singolo 'L'Amore è qua'. Del disco 'Never Again' i singoli 'L'Amore è qua' e 'Sei Di Mattina' sono stati certificati dalla FIMI disco d'oro. A Ottobre 2016 è uscito il nuovo album "Talento".

Orchestra Giovanile Accademia degli Ostinati in concerto

2017-03-26

Teatro di Villa Torlonia


Un canto per la Memoria. Concerto in onore delle vittime delle fosse ardeatine

2017-03-24

Teatro di Villa Torlonia


Treistch and Friends Chorale

2017-06-20

Santissimi nomi di GesĂš e Maria in Via Lata


First Rowlett United Methodist Church

2017-06-16

Santissimi nomi di GesĂš e Maria in Via Lata


SBC Wind Ensemble & Chamber Choir

2017-04-19

SS. Bonifacio e Alessio


Canada High School Choral Artists

2017-03-29

SS. Bonifacio e Alessio


La musica nel sangue

2017-03-25

Teatro Orione


Requiem K626 di W. A. Mozart

2017-04-08

Chiesa Sant'Andrea della Valle


Ennio Morricone "The 60 Years Of Music World Tour"

2017-07-07

Centrale del Tennis


Sarah Dietrich

2017-04-15

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
“ Una storia mia ” è il titolo del primo album da solista di Sarah Dietrich, che uscirà il 31 marzo 2017. Sarah Dietrich già apprezzata in passato al fianco di Giampaolo Felici nel progetto Ardecore . Il disco, che vede la produzione artistica di The Niro e Michele Braga, è un viaggio di otto canzoni alla riscoperta della propria identità. La donna di cui parla Sarah Dietrich cerca una nuova consapevolezza, un diverso rapporto con il mondo e l’irrazionale, supera gli stereotipi e gli schemi e teme più i sentimenti. In una dimensione dove sogno, spiritualità e razionalità convivono, vince sempre il desiderio di vivere a pieno. Sarah parla d’amore, in tutte le sue sfaccettature, cambiando spesso punto di vista: che sia un addio, un’illusione, una presa di posizione, un’azione, tutto ci aiuta a “ritrovare noi stessi”. Sarah Dietrich nasce a Roma e sin da adolescente intraprende lo studio del pianoforte e del canto (lirico e leggero), con approfondimenti nel corso degli anni sulla ricerca e la sperimentazione vocale. Consegue il diploma inferiore di canto lirico presso il Conservatorio di musica classica “Alfredo Casella” de L’Aquila. Autrice e compositrice di alcune colonne sonore per il cinema (tra le altre “L’Apetta Giulia e la Signora Vita”, che la vede duettare con Raf e Irene Grandi), dal 2009 al 2014 collabora come cantante negli Ardecore, progetto alternative folk che rilegge i brani antichi della tradizione romanesca. Nel 2011 incontra David Tibet, leader dello storico gruppo folk inglese Current 93. Insieme a lui e alla band partecipa al tour italiano e inglese, in qualità di cantante ospite. Dal 2015 inizia la collaborazione con Davide Combusti (in arte The Niro) e Michele Braga volta alla lavorazione del suo primo album solista.

Madelyn RenĂŠe&Jacopo Jacopetti Sextet

2017-05-08

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Madelyn Renée voce
Jacopo Jacopetti sassofoni
Nazzareno Brischetto tromba e flicorno
Marcello Tonolo pianoforte
Marco Privato contrabbasso
Mauro Beggio batteria
Some Like It Lyric rappresenta un connubio tra due generi musicali apparentemente molto diversi come l'opera e il jazz. Il disco è nato dalla collaborazione di Madelyn Renée (noto soprano che accanto a Luciano Pavarotti ha calcato i palcoscenici dei principali teatri d'opera del mondo) e il sassofonista e compositore Jacopo Jacopetti, che ha suonato con molti grandi artisti (dalla Vanoni, ai Matia Bazar, fino a grandi maestri del jazz come Ran Blake). Alcune tra le più belle melodie del repertorio lirico sono state rivisitate in chiave jazz per far capire all’ascoltatore come le melodie liriche, belle ed eterne, possano trovare un loro spazio anche in una forma musicale più contemporanea. Il risultato è un disco certamente innovativo e audace! Un prodotto sofisticato e di piacevole ascolto che si rivolge a un vasto pubblico.

Chiara Civello

2017-05-04

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
A tre anni di distanza dall’ultimo disco “Canzoni” e dopo il fortunato tour che l’ha portata ad esibirsi in Italia e all’estero, la cantautrice Chiara Civello torna con un nuovo progetto discografico, “ Eclipse ” in uscita il 31 marzo.
Chiara Civello è stata notata da pubblico e critica grazie alla pubblicazione del suo primo disco “Last Quarter Moon” (2005), che l’ha resa la prima artista italiana nella storia ad incidere il suo album d’esordio per la prestigiosa etichetta Verve Records. L’album contiene la ballad “Trouble”, composta a quattro mani con il leggendario Burt Bacharach. Nel 2008 Chiara Civello parte per il Brasile dall’amico Daniel Jobim, viaggio che le consente di entrare in contatto con la cultura e la musica brasiliane e di conoscere grandi artisti del luogo come la star del pop brasiliano Ana Carolina, con la quale inizia una fruttuosa collaborazione. “Problemas”, la versione portoghese del brano di Chiara “Problemi” (tratto dal disco “Al posto del mondo”), interpretata da Ana Carolina, diventa la colonna sonora della celebre telenovela brasiliana “Fina Estampa”, vincendo il Premio Multishow come migliore canzone del 2012 in Brasile. Nel 2012 Chiara partecipa al Festival di Sanremo nella sezione Big, con il brano “Al posto del mondo”. Il 2013 è l’anno di “SOLO +” un progetto live che nel 2013 Chiara Civello ha portato prima in Brasile e poi in Italia. Un viaggio in musica dove Chiara si è esibita al fianco di grandi artisti della scena brasiliana come Ana Carolina e Preta Gil. Nel 2014 esce il suo quinto album in studio, “Canzoni”, prodotto da Nicola Conte e con cui Chiara Civello si presenta per la prima volta nell’inedita veste di sola interprete.

THE GREAT PRETENDER omaggio a Lester Bowie

2017-04-03

Teatro Vascello

Con Canio Loguercio, Alessandro D'Alessandro, Giuseppe Spedino Moffa, Gabriele Gagliarini, Maria Pia De Vito, Erica Boschiero, Antonella Costanzo, Nando Citarella Rocco De Rosa, Stefano Saletti, Luca De Carlo, Pino Pecorelli, Cristiano Califano, Giuliana De Donno, Emmanuele Curti, Antonio Pascale e Andrea Satta.
L'organetto di Alessandro D'Alessandro assume un respiro orchestrale nel dialogo con trombe e tammorre, piano e chitarre, esaltando le raffinate trame musicali lungo le quali si snoda il racconto dolente e appassionato di Canio Loguercio. Per lacerti di plurisecolari depositi si delinea cosĂŹ un affresco in cui le passioni individuali diventano emozioni collettive e il canto assume le cadenze di un salmodiare mondano, con squarci improvvisi sulla realtĂ  piĂš autentica di una cittĂ  come Napoli, sulla quale si soffermano anche letterati, poeti ed artisti oltre che lo sguardo di alcuni fotografi..

Gabriele Coen Sextet

2017-05-07

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Gabriele Coen sax soprano, clarinetto, sax tenore
Lutte Berg chitarra elettrica
Pietro Lussu pfender rhode, organo hammond
Marco Loddo basso elettrico
Luca Caponi batteria
Arnaldo Vacca percussioni

guest
Francesco Poeti chitarra elettrica
Mario Rivera basso elettrico


Dopo le precedenti esperienze con i Klezroym e i due brillanti lavori con la Tzadik, l’etichetta newyorchese di John Zorn, il sassofonista, clarinettista e compositore romano approda questa volta in sestetto al suo sesto disco da solista entrando nella prestigiosa scuderia del Parco della Musica Records. “Sephirot” è questo il titolo del nuovo album, è un progetto ispirato alla simbologia dell’albero della vita secondo la Kabbalah e la mistica ebraica, un viaggio dentro la struttura del mondo divino a livello mistico, ma anche un viaggio dentro gli stati d’animo dell’essere umano. Le sephirot sono infatti i dieci principi basilari che ritroviamo sia nel mondo divino che nella psicologia umana. Sono strutturate come un grande albero e sono collegate tra loro in modo magico attraverso ventidue canali, 22 come le lettere dell’alfabeto ebraico Questo mondo magico e metafisico ha dato ispirazione a dieci brani originali dalle forti sonorità elettriche che combinano l’energia e la passione del rock con la profondità e la raffinatezza del jazz. centrale nel progetto il suono del fender rhodes, il mitico piano elettrico che ha caratterizzato a partire dagli anni Sessanta molta storia del rock, ma anche del jazz L’ispirazione insomma è quella del jazz elettrico alla Miles Davis di “Bitches Brew” e “In a Silent Way”, per intederci, fino alle sonorità attuali dell’Electric Masada e di The Dreamers di John Zorn, formazioni chiave dell’incontro tra musica ebraica e jazz elettrico.

Meryem Aboulouafa

2017-04-28

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna

Meryem Aboulouafa è una cantante, musicista, autrice e performer marocchina. Nata a Casablanca nel 1988, viene introdotta al folk e pop dal padre. Nel 2012, subito dopo aver terminato gli studi al ‘Conservatoire de Paris’ di Casablanca ed all’Istituto d’arte della stessa città, si dedica completamente alla musica. Con la sua chitarra acustica e la sua voce che non nasconde asprezze e flessioni, registra le sue riflessioni ed il suo sguardo sul mondo in Magic Galaxy , il disco in uscita nel 2017 nel quale la voce ipnotica di Meryem ci conduce in un viaggio pieno di sensibilità dalle sonorità soft e dalle liriche profonde. Cresce ascoltando la canzone autorale francese degli anni ‘60 (George Brassens, Jacques Brel, Edith Piaf) ed al pop/rock (Beatles, Scorpions, Pink Floyd) e dopo aver trascorso anni al conservatorio studiando violino, chitarra, armonica, danza classica e recitazione, Meryem fa la sua prima apparizione al Casablanca Festival 2009. Nell’ambito del Nouzha Fannia, per un workshop del regista Harauld Sextus, scrive e compone Smile, pezzo dedicato alla sua città. L’incontro con il cantante marocchino Oum le ispira altri pezzi. Compresa l’importanza delle collaborazioni artistiche, dà la sua voce a Pixylone, un progetto del 2010, collabora con il chitarrista e produttore Khalid Jalal, prende parte al progetto del produttore di musica Dobosmium, basato sulla poesia marocchina. Nel 2013 partecipa al City SounDS Concerts, progetto realizzato a Marsiglia, ed al Pop Up Studio, progetto del British Council in Marocco. Collabora alla colonna sonora del film si Leonardo Dalasandri ‘Watchtowner of Turkey’. Nel 2015, il pianista italiano Francesco Santalucia invita Meryem nel suo studio a Roma per registrare Magic Galaxi, il suo primo album, scritto interamente dalla Aboulouafa, arrangiato da Santalucia e prodotto da entrambi. Tra il conscio e l’immaginazione,
il disco racconta le considerazioni, le paure, le delusioni di una giovane donna.

Giovanni Truppi

2017-04-29

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi

Dopo una lunga tournée e alla vigilia di un tour conclusivo col suo pianoforte tascabile che toccherà Europa ed Italia, Giovanni Truppi registra in presa diretta le canzoni più emozionanti del proprio repertorio per piano e voce. Sette brani estratti dai suoi tre dischi più un inedito, otto tracce che descrivono l’essenza della sua scrittura. “Solopiano” uscirà il 31 Marzo, esclusivamente in vinile in edizione limitata. Giovanni Truppi è nato a Napoli nel 1981. Ha pubblicato tre dischi: “C’è un me dentro di me”, “Il mondo è come te lo metti in testa”, “Giovanni Truppi”. Nel 2015 è stato ospite del Premio Tenco dove ha ricevuto il Premio Nuovo Imaie per la migliore interpretazione; sempre nel 2015, ad Aprile, è stato Artista del Mese su MTV Italia per MTV New Generation. Ha collaborato con Antonio Moresco per la scrittura della canzone Lettera a Papa Francesco I ed ha partecipato come chitarrista alle registrazioni dell’ultimo disco di Edda. Nel corso del 2014 ha progettato e costruito un proprio pianoforte, unico al mondo, ottenuto modificando un piano verticale. Il risultato è uno strumento dalle dimensioni inferiori allo standard, smontabile ed elettrificato tramite una serie di pick-up che permettono di amplificarlo. Tra il 2013 e il 2016 è stato protagonista di un lungo tour di circa 300 concerti, con la sua band e da solo.

Gino Paoli e Danilo Rea

2017-06-28

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Gino Paoli voce
Danilo Rea pianoforte

"3” è il nuovo album di Gino Paoli e Danilo Rea per la Parco della Musica Records, disco dedicato alla canzone francese che verrà presentato dal vivo in prima assoluta in Sala Santa Cecilia. Sempre alla ricerca di nuovi stimoli e sperimentazioni musicali, Paoli e Rea aprono così un nuovo capitolo della loro avventura: dopo “Due come noi che…” (2012) e “Napoli con amore” (2013), “3” è il terzo album del fortunato duo che si era incontrato nel 2011 per dare vita a “Un incontro in jazz” (2011). In questo album, dopo il “songbook” americano e il canzoniere napoletano, i due musicisti decidono di affrontare il repertorio della chanson française, brani di autori immortali della musica di tutti i tempi come Charles Trenét, Jacques Breil, Gilbért Becaud, Serge Gainsbourg, Léo Ferré.

Marrilion

2017-10-03

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Steve Rothery chitarra
Steve Hogarth voce
Pete Trewavas basso
Mark Kelly tastiere
Ian Mosley batteria
I Marillion presentano i loro grandi classici e i brani del nuovo album Fear in un concerto impreziosito da un fantastico light show dove la musica, le luci e l’ambientazione si fondono in modo mirabile, creando un vero e proprio “Universo Marillion”, fuori dal tempo e dallo spazio. Dal vivo il loro suono ha potenza e raffinatezza, non rinnega il passato e si abbevera al presente per entrare nel futuro.
Con più di 30 milioni di dischi venduti nell’arco della loro carriera, Il gruppo sta ottenendo straordinari consensi mondiali di pubblico e critica (primo posto nelle classifiche della rivista Prog UK in ogni categoria) con il loro diciottesimo album Fear (acronimo di Fuck Everyone And Run).
I loro concerti sono sold out ovunque: “ Siamo davvero fortunati - dice Steve Rothery - perché la risposta della gente è fantastica ovunque suoniamo, persino nei paesi non di lingua inglese. C'è qualcosa nella nostra musica che sembra abbattere ogni barriera linguistica ”. La passione per la dimensione live è intensa anche in Steve Hogarth: “ Il concerto è l’aspetto che preferisco del mio lavoro. La possibilità di condividere uno stato d’animo con quelli che capiscono le mie parole e, di conseguenza, anche me, persino quando non conoscono l’inglese. I fan sono talmente legati alla nostra musica che prima dei concerti leggono e approfondiscono le parole: pochi artisti possono vantare una relazione così personale con il proprio pubblico. Ho avuto il privilegio di suonare davanti a 80.000 persone ma anche davanti a 200… l’ho apprezzato allo stesso modo ”. Questo viaggio tra “suoni e visioni” li ha resi tra gli alfieri più credibili del rock negli ultimi decenni. Sono stati capaci di attraversare indenni gli anni ‘80, scalando le classifiche internazionali, e creare, album dopo album, concerto dopo concerto, una dimensione unica, personale e inconfondibile.

Gregory Porter

2017-07-21

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Gregory Porter, il cantante che ha conquistato il mondo con i due album “Water” e “Be Good” arriva a Roma fresco vincitore ai Grammy Awards con l’album “Take me to the alley” che si è imposto nella “Best Vocal Jazz Album”. Nato a Los Angeles, cresciuto a Bakersfield; un’infanzia difficile, sostenuta però dalla passione per la musica e per la voce di Nat King Cole, Gregory Porter esordisce nel 2010 con il disco Water che gli valse la prima nomination ai Grammy come “Best Jazz Vocal”, fatto eccezionale per un disco d’esordio. I singoli 1960 What? e Illusion, scalano le classifiche in America e in Europa, mentre il New York Times sigilla così tale successo: “Gregory Porter has most of what you would want in a male jazz singer, and maybe a thing or two you didn’t know you wanted”. La consacrazione arriva nel 2012 con il secondo album Be Good, con cui si aggiudica la seconda nomination ai Grammy, questa volta come “Best Traditional R&B Performance”. Con una voce che sa essere carezzevole e decisa, calda e avvolgente, Gregory Porter è stato definito da Wynton Marsalis, con cui si esibisce spesso a New York, “un cantante fantastico”. Tra i nomi di coloro che Porter cita come propri punti di riferimento ci sono Nat King Cole, Joe Williams e Donny Hathaway. Lo stile vocale di Porter è stato di plasmato dall’esempio di questi cantanti, ma la sua personale visione del mondo carica tutti i brani di una tale intensità emotiva da rendere ogni esecuzione estremamente potente ed unica.

Francesco Renga

2017-07-09

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Francesco Renga voce
Fulvio Arnoldi chitarra acustica/tastiere
Vincenzo Messina piano/tastiere
Stefano Brandoni chitarre
Heggy Vezzano chitarre
Phil Mer batteria
Gabriele Cannarozzo basso



Torna in concerto a Luglio Suona Bene Francesco Renga, per presentare Scriverò il tuo nome . Il nome dell’amore è al centro del live, con i più grandi successi e i brani tratti dall’ultimo album pubblicato ad aprile 2016 e balzato subito ai vertici delle classifiche di vendita e certificato disco d’oro in sole sei settimane.
Francesco Renga nasce a Udine il 12 giugno 1968. Sul palco colpisce per la straordinaria presenza scenica e ancora di più per la naturalezza con cui procede spedito attraverso passaggi vocali, cambi di registro ed emozionanti momenti di spettacolo. La sua voce non ha uguali nel panorama italiano. Una voce che da sempre viaggia su altezze e intensità poco frequentate, richiamando da lontano la lezione di un grande artista che di Renga è sempre stato uno dei principali ispiratori e modelli, il cantante degli Area Demetrio Stratos. Pop, Melodia, Rock, tensione espressiva ed improvvise aperture orchestrali caratterizzano oggi la sua musica, chiudendo il cerchio di un percorso ventennale che lo ha visto debuttare come frontman di uno dei più influenti gruppi rock italiani degli anni ’90, i Timoria, per poi proseguire da solo alla ricerca di una propria strada nel corso degli anni ’90, pubblicando cinque album che hanno segnato altrettante fasi della sua carriera in perenne crescita artistica. Tantissimi i grandi singoli che nel passato gli hanno portato fortuna, da “Raccontami” (premio della critica a Sanremo 2001) a “La tua bellezza” (Sanremo 2012) e “Angelo” (brano vincitore del Festival di Sanremo 2005), passando attraverso alcune delle sue più belle pagine in musica: “Ci sarai”, “Cambio direzione”, “Favole”, “Mai così”, “Ancora di lei”, “Dove il mondo non c’è più”, tutti brani del canzoniere di Renga che uniscono come pochi energia e melodia, potenza espressiva e grande immediatezza melodica. Una carriera lunga più di vent’anni che, guardata in un unico colpo d’occhio, ritrova oggi un suo perché e una sua bella coerenza.

Renzo Arbore l'Orchestra Italiana

2017-07-24

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Renzo Arbore L’Orchestra Italiana: dopo 26 anni di Orchestra Italiana, Arbore ammette di soffrire di recidività “ Sono recidivo e ne vado fiero. Sono un italiano, un italiano vero ”. Con ironia e delicatezza, Renzo Arbore sa come scatenare il suo pubblico. Lo ha fatto ovunque nel mondo con l’Orchestra Italiana e continua ancora oggi a coinvolgere le generazioni dei padri e quelle dei figli. Tre ore dense di spettacolo, durante le quali lo showman foggiano non si risparmia mai per il suo pubblico: “ La scaletta del concerto - spiega Renzo Arbore - coniuga il nuovo e l’antico suono di Napoli: voci e cori appassionati, girandole di assoli strumentali, un’altalena di emozioni sprigionate dalle melodie della musica napoletana che evocano albe e tramonti, feste al sole e serenate notturne, gioie e pene d’amore ”. Renzo Arbore L’Orchestra Italiana approda, accolta sempre con un entusiasmo senza pari, in molti dei più prestigiosi teatri d’Italia e del resto del mondo: New York, Londra, Parigi, Mosca, Tokyo, Caracas, Buenos Aires, San Paolo, Rio de Janeiro, Toronto, Montreal, Sidney, Melbourne, Pechino, Shanghai… e addirittura in questi ultimi anni sembrerebbe essersi rafforzato il ruolo per così dire “istituzionale” dell’Orchestra Italiana con Arbore ormai diffusamente riconosciuto come autentico “ambasciatore” della musica e della cultura “italiana” nel mondo. Renzo Arbore è circondato da 15 talentuosi musicisti: “…all stars” come ama definirli egli stesso, tra i quali spiccano l’appassionato canto di Gianni Conte, la seducente voce di Barbara Buonaiuto, quella ironica di Mariano Caiano e i virtuosismi vocali e ritmici di Giovanni Imparato. E poi ancora: la direzione orchestrale e il pianoforte di Massimo Volpe, fisarmonica e piano di Gianluca Pica, le chitarre di Michele Montefusco, Paolo Termini e
Nicola Cantatore, le percussioni di Peppe Sannino, la batteria di Roberto Ciscognetti, il basso di Massimo Cecchetti e, dulcis in fundo, gli struggenti e festosi mandolini di Nunzio Reina, Salvatore Esposito, Salvatore della Vecchia.

Charles Aznavour

2017-07-23

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea





« Fai della tua vita un'avventura, sorprendi gli uomini e le donne intorno a te, con umiltà, gentilezza, semplicità ».
Questo è Charles Aznavour, voce unica, artista generoso, uomo straordinario. Cantautore, attore, diplomatico impegnato, alla soglia dei 93 anni Aznavour non smette di stupire. Con la sua voce inconfondibile, tanto da meritare il soprannome di Charles Aznavoice, ha incantato milioni di spettatori in 94 paesi, portando in scena un repertorio impressionate di 1.200 canzoni e 294 album. Sono numeri da record e, nonostante Aznavour preferisca all’appellativo “star” quello più composto di “artigiano”, i risultati sono eccezionali: 300 milioni di dischi venduti nel mondo e 80 film all’attivo. Perché Aznavour non è nient’altro che “un uomo con una classe folle, una professionalità indiscutibile, una volontà feroce e un artista dalla penna imbattibile che osserva il mondo con gli occhi di un ragazzino” [Paris March]. Settant’anni di lunga e onorata carriera che lo scorso anno lo hanno portato a regalarsi un tour internazionale, macinando sold out ad Amsterdam, Dubai, Praga, Antwerp, Osaka, Tokyo, Barcellona, Marbella, Trélazé, Monaco e Verona.
Nato a Parigi nel 1924 da immigrati di origine armena, Shahnour Vaghinagh Aznavourian, in arte Charles Aznavour, debuttò a teatro come attore di prosa. Nel dopoguerra, grazie a Edith Piaf che lo portò in tournée in Francia e negli Stati Uniti, si mise in luce come cantautore. Ma il riconoscimento mondiale arrivò nel 1956 all'Olympia di Parigi con la canzone Sur ma vie: uno strepitoso successo che gli permise di entrare nella storia degli chansonnier francesi. Il fatto che Aznavour canti in sette lingue gli ha consentito di esibirsi in tutto il mondo divenendo ovunque famosissimo. Si è esibito alla Carnegie Hall e nei maggiori teatri del mondo, duettando con star internazionali come Nana Mouskouri, Liza Minnelli, Sumiva Moreno, Compay Segundo, Céline Dion e, in Italia, con Mia Martini e Laura Pausini.











In Italia, inoltre, per quasi tutte le versioni italiane delle sue canzoni ha collaborato con il grande autore e paroliere Giorgio Calabrese, recentemente scomparso. All’estero le sue canzoni sono state spesso reinterpretate da numerosi artisti come Elton John, Bob Dylan, Sting, Placido Domingo, Céline Dion, Julio Iglesias, Edith Piaf, Liza Minnelli, Sammy Davis Jr, Ray Charles, Elvis Costello e moltissimi altri. Il suo impegno come cantautore non gli impedisce di battersi da sempre per la causa armena, con un’intensa attività diplomatica che gli è valsa la nomina di Ambasciatore d’Armenia in Svizzera.

L’organo di Sant’Antonio dei Portoghesi (Marzo 2017)

from 2017-03-05 to 2017-03-26

Chiesa Sant' Antonio dei Portoghesi


Teresa De Sio

2017-05-22

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Teresa De Sio presenta in Sala Sinopoli il suo nuovo progetto discografico Teresa canta Pino , il suo personale "atto di devozione" a Pino Daniele. In questo disco, il mondo musicale di Teresa De Sio si fonde con quello del cantautore napoletano, dando nuova vita ad alcuni storici brani di Pino Daniele, senza stravolgerli ma immergendoli nelle sonorità tipicamente folk-rock di Teresa. « Per me questo è un progetto devozionale - racconta Teresa De Sio - Pino sta sulle facce della gente, sulla facciata dei palazzi, per le strade. Non possiamo salutarlo che con la musica ».
Teresa canta Pino contiene 15 brani di Pino Daniele, riletti in chiave personale da Teresa De Sio, e 1 brano inedito, "’O jammone", ossia "il capo", scritto dalla stessa Teresa in ricordo dell’amico e collega scomparso, da sempre visto come il più grande artista napoletano. Al disco, hanno preso parte anche Niccolò Fabi, voce nel brano "Un angolo di cielo", e il coro dei ragazzi dell’Istituto Melissa Bassi di Scampia, protagonista in "Napule è".

Maldestro

2017-04-13

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi

Maldestro, secondo classificato al Festival di Sanremo 2017 nella categoria Nuove Proposte, vince con "Canzone per Federica" il Premio della Critica 'Mia Martini'. Il riconoscimento è stato assegnato dai giornalisti accreditati nella sala stampa dell'Ariston. Nei giorni del Festival Maldestro è l’artista che ha ricevuto il maggior numero di riconoscimenti come il Premio Lunezia, il Premio Enzo Jannacci, il Premio Assomusica e il premio conferito dalla Regione Basilicata per il miglio videoclip. “Canzone per Federica” fa parte del nuovo disco di inediti del cantautore dal titolo “I muri di Berlino”, uscito a marzo. Nel disco anche il brano “Abbi cura di te”, presente nella colonna sonora del nuovo film di Massimiliano Bruno, “Beata Ignoranza”, con Alessandro Gassman e Marco Giallini. Maldestro è la prova tangibile che una proposta di qualità può trovare il consenso del grande pubblico. L’artista, rivelazione della scena cantautorale degli ultimi 2 anni, è un autore raffinato dalla voce graffiante che racconta nelle sue canzoni e nei suoi spettacoli l'amore, la rabbia, la speranza, il disagio e la disperata voglia di vivere di un giovane poeta dei nostri tempi senza rinunciare ad un'ironia piena di vita, cuore della sua musica, riuscendo a cogliere la magia profonda delle mille sfaccettature delle cose umane.

Rick Wakeman

2017-05-05

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Rick Wakeman piano
Rick Wakeman, che festeggia il suo 50° anno di carriera, si esibirà in un concerto di solo pianoforte.
Nato nei pressi di Londra nel 1949 e diplomato all'Opera della capitale, pianista classico passato alle tastiere, Wakeman – soprannominato "la lunga chioma bionda del rock" - ha iniziato la sua carriera negli anni ’60 come turnista, arrivando a incidere anche trenta pezzi l’anno. Entrato a far parte di uno dei gruppi precursori del rock sinfonico, gli Strawbs, è poi approdato ai mitici Yes, con i quali, in pratica, inventò un nuovo modo di usare le tastiere e il Minimoog, aprendo letteralmente la strada alle moderne tecniche e ai suoni del progressive-rock. Con gli Yes ha inciso “Fragile”, “Close to the Edge” e “Yessongs”, album storici che hanno da tempo superato i 40 milioni di copie vendute in tutto il mondo.
Da ottobre 2016 è impegnato con Jon Anderson e Trevor Rabin con il progetto ARW che ha fatto registrare tutti “sold out” negli Stati Uniti e sarà da marzo 2017 in tour in Europa, Israele, Giappone e poi ancora negli Stati Uniti.
Come solista ha inciso tra l'altro “The Six Wives of Henry VIII”, altro successo planetario con i suoi oltre 10 milioni di copie vendute. È stato inoltre, per anni, l’arrangiatore di David Bowie con cui ha scritto la celebre "Life on Mars" e di Elton John e ha realizzato album con numerosi altri artisti, tra i quali Cat Stevens, Black Sabbath e Lou Reed. Il 13 gennaio è uscito l’album “Piano portraits” ed è già un successo in quanto è stato ed è il primo album solista di pianoforte ad entrare nella Top 10 del Regno Unito.
" Ho desiderato fare un album di pianoforte per anni - dice Wakeman - e ho passato del tempo a guardare di tutto, dai pezzi classici a brani che ho suonato in passato come “ Morning has broken ” e “Life on Mars”. Più altri brani che ho pensato avrebbero funzionato molto bene come “Stairway to Heaven” e classici come “Clair de Lune”. Quasi tutti i brani mi ricordano qualcosa ."

Michael Nyman&The Michael Nyman Band

2017-05-21

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Michael Nyman pianoforte
Gaby Lester violino
Ian Humphries violino
Kate Musker viola
Tony Hinnigan violoncello
Dave Roach sassofoni
Simon Haram sassofoni
Andy Findon sassofono, flauto
Toby Coles tromba
Paul Gardham corno francese
Nigel Barr trombone
Martin Elliott basso elettrico


Tra i più amati e innovativi compositori inglesi, Michael Nyman ha scritto opere, colonne sonore, concerti per quartetti d’archi e orchestre. Molto più di un compositore, Nyman è inoltre musicista, direttore d’orchestra, pianista, autore, musicologo e ora anche fotografo e regista: la sua fervente creatività lo ha reso una delle più affascinanti e influenti icone culturali della nostra epoca. Nyman segna il proprio percorso nel mondo della musica a partire dalla fine degli anni Sessanta, quando conia il termine Minimalismo e si vede assegnata la prima commissione: la stesura del libretto per l’opera di Birtwistle Down By The Greenwood Side. Nel 1976 ha dato vita al proprio ensemble, la Campiello Band (ora Michael Nyman Band), che da allora è il laboratorio in cui nascono le sue opere sperimentali e innovative.
Tra le più celebri colonne sonore composte si annoverano quelle per Peter Greenaway (con cui collabora alla realizzazione di una dozzina di film, tra cui Il mistero dei giardini di Compton House, 1982), Jane Campion (Lezioni di piano, 1992, della cui colonna sonora sono state vendute oltre tre milioni di copie), Neil Jordan (Fine di una storia, 1999), Michael Winterbottom (quattro film, tra cui Wonderland, 1999). Recentemente ha vinto il “The Ivors Classical Music Award” e ha pubblicato The Piano Sings 2, seconda raccolta di musica per pianoforte. Con la band ha lavorato al progetto “Vertov Sounds”, sonorizzazione di alcuni dei più importanti film di Dziga Vertov; nel 2013 si è dedicato alla sonorizzazione de La Corazzata Potemkin, film icona di Sergei Eisenstein del 1925, mentre nel 2015, sempre accompagnato dalla sua band e dalla cantante Hilary Summers, ha presentato il progetto War Work, per commemorare il centenario dell’inizio della Prima Guerra Mondiale, accompagnato da immagini di archivio. La Michael Nyman Band ha compiuto 40 anni nell’autunno del 2016 e l’evento è stato celebrato con un concerto speciale al Barbican di Londra che ha ripercorso la musica di Michael Nyman degli ultimi quarant’anni ed alcuni dei lavori più recenti.

Ermal Meta

2017-07-22

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Dopo l’esibizione a Sanremo nella sezione Big, Ermal Meta presenta live il suo nuovo album Vietato Morire. “Vietato morire” è una canzone che descrive con “ferma delicatezza” la violenza sulle donne come sui bambini, senza retorica, senza lacrime, ma con un monito solido come un macigno: “ricorda di disobbedire perché è vietato morire”. La canzone ha ottenuto il Premio della Critica Mia Martini.
Ermal Meta è veramente un caso unico: solo negli ultimi due anni ha ottenuto 6 dischi di platino e 4 d’oro. Esattamente dodici mesi fa iniziava l’avventura solista di Ermal Meta proprio dal Festival di Sanremo sezione giovani; il pubblico imparò a conoscere quest’artista con la sua Odio Le Favole e dopo qualche giorno attraverso l’album Umano, che venne rappresentato durante l’estate da A Parte Te, hit radiofonica ormai tra i classici del pop italiano. Nel 2015 ben 5 pezzi figuravano in estate tra i primissimi trasmessi dalle radio. Durante l’Umano Tour, è stato presentato il nuovo singolo Gravita Con Me, affiancato da un video realizzato da uno degli YouTuber più apprezzati e corteggiati in questa nuova era sempre più virtuale: Cane Secco. A coronamento del 2016 denso e ricco di impegni soddisfazioni e riconoscimenti (Premio Lunezia, Spazio d’Autore - come migliore autore dell’anno – Premio Città di Ancona) è arrivato l’invito da parte di Carlo Conti di partecipare tra i big a Sanremo 2017.

The Cranberries

2017-06-26

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Ottime notizie per i fan italiani dei Cranberries: la band irlandese sbarcherà il 26 giugno in Cavea per la rassegna Luglio Suona Bene .
The Cranberries con oltre 2.2 milioni di ascolti su Spotify al mese e più di 4 milioni di fan su Facebook, hanno venduto oltre 40 milioni di album e si sono esibiti per milioni di fan in tutto il mondo. Il loro tour del 2016 ha registrato sold-out in Europa e Perù, dimostrando di essere anche uno dei gruppi più popolari al mondo.

Bonobo

2017-07-08

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica
Dopo il sold out a Milano, Bonobo torna in versione live a Roma per la rassegna Luglio Suona Bene. Si intitola 'Migration' l'album con cui l'artista inglese torna a proporre l'elettronica esotica: Migration è il suo ultimo disco, accolto calorosamente dalla critica e dal pubblico di tutto il mondo e ricco di ospiti di fama internazionale. Impossibile non citare il canadese Michael Milosh (Rhye), con la sua indimenticabile voce, l’australiano Nick Murphy (Chet Faker), artista rivelazione degli ultimi anni, e l’incantevole Nicole Miglis (Hundred Waters). Arrivato al sedicesimo anno di carriera Simon Green può contare oggi su una fedele e vastissima base di fan, che gli ha permesso di collezionare un sold out dopo l’altro in un tour mondiale che riporterà il “brighton boy with a nomadic soul” (The Guardian) finalmente in Italia a luglio. L’8 luglio Bonobo accoglierà il suo affezionato pubblico in una location esclusiva, perfetta cornice per uno show indimenticabile e ipnotico. Un appuntamento per scoprire un artista unico al mondo che con questo Migration ha raggiunto il suo zenit creativo e che Pitchfork battezza come: “the most sophisticated effort of his career, an impressive improvement. It’s a record with equal appeal for electronic music fans and general listeners, something you could put on anywhere.”

Serenata Romana: open air concert and dinner - Roma Opera Omnia

from 2017-05-18 to 2017-09-14

Giardini di Donna Olimpia Maidalchini Pamphilij

Enjoy the roman night with a concert under the stars and a taste of the traditional roman cuisine in the Secret Garden just a short distance away from the romantic Tiber island.

To enjoy a sweet Roman night, Trastevere is the place to be, sitting on a reserved table listening to traditional Neapolitan and Roman songs under the moon light. At the reserved table in the Secret Garden of Donna Olimpia, you will have an aperitif before the concert and after delicious dishes mentioned in the menu (all included in the ticket). Live an unforgettable night in the heart of Rome


Tosca, Opera recital: the great Beauty experience - Roma Opera Omnia

from 2017-03-24 to 2017-10-27

Palazzo Pamphilj

From the exclusive terrace of Piazza Navona behold the places of Puccini's masterpiece set among the splendid skyline of the eternal city. The beautiful Tosca will take you by hand on a journey in the heart of the Grand Italian Opera; you will relive the same emotions.

Listen to the notes of Tosca and Italian Opera in a Concert under the stars in the stunning Chiostro Borromini.
Sip your Aperitif on the most exclusive Terrace of Piazza Navona while admiring the breathtaking view of the Eternal city at sunset. You will have an English guided tour of one of the most prestigious Palazzos of the capital, where scenes of La Grande Bellezza, the Oscar winning film was set.
The ticket includes a guided tour of the Palazzo built by Borromini, the Concert admission and an Italian aperitif.
The Great Beauty of the Roman culture offers this unique experience for you.


Damian Marley

2017-06-23

Ippodromo delle Capannelle

Kasabian arriving at Postepay Rock In Rome. After the great rock music success reached all over the world, this group from Leicester is preparing his 2017 tour that will thrill fans all over Europe. The famous British indie-rock band will perform at Capannelle Hippodrome in Rome, on 21st July.


Vivaldi and Opera: the great Beauty experience - Roma Opera Omnia

from 2017-03-21 to 2017-10-31

Palazzo Pamphilj

An exclusive experience, music, art and Italian Aperitif in the stunning Terrace “La Grande Bellezza” (the Great Beauty) located in Piazza Navona. Limited seats.

A unique Concert “under the stars” with Vivaldi and Italian Opera, with original instruments.
Sip your Aperitif on the most exclusive Terrace of Piazza Navona while admiring the breathtaking view of the Eternal city at sunset. You will have an English guided tour of one of the most prestigious Palazzos of the Capital, where scenes of “La Grande Bellezza”, the Oscar winning film was set.
The ticket includes a guided tour of the Palazzo built by Borromini, the Concert admission and an Italian aperitif.
The Great Beauty of the Roman culture offers this unique experience for you.


Tram Tracks

from 2017-03-17 to 2017-07-08

Tram Tracks is an evening extravaganza aboard an antique roman trolley riding through the heart of the eternal city. It is journey through Rome and through time where you can enjoy some delicious food (such as real buffalo mozzarella, delivered daily from Rivabianca, a world famous buffalo farm in Paestum) and some delicious Italian wines!

Tram Tracks has two different live music shows and they are undisputedly among the top things to do in Rome. We have one show which includes the tram ride through the heart of Rome, the rock’n’roll concert, unlimited wine and apericena. On this show Tram Tracks show you will have a seat at a four person or two person table. This show costs €59.99.

The other show is held on a wooden antique tram from the 1920s and there are no tables, just seats and benches. This show includes the tram ride through the heart of Rome, the rock’n’roll concert, unlimited wine but does not include food (because there are no tables.) This show costs just €44.99.


Music for Roman Emperors and Popes - Roma Opera Omnia

from 2017-04-02 to 2017-10-29

Chiesa Santa Maria in Cappella, Giardini di Donna Olimpia Maidalchini Pamphilij, Museo di Santa Maria in Cappella

Donna Olimpia will take you through the Roman musical tradition with a unique concert in the glamorous Santa Maria in Cappella Church. See with her the museum of the church and walk in the "Secret Garden of Donna Olimpia" where you will be given a taste of Rome.

If you want to take in the essence of the city, Trastevere is the place you must see.
Our event takes place in a historical site, just recently made accessible to the public with archaeological and artistic settings from Imperial Rome to Baroque Rome (Bernini, Borromini, Algardi, etc.).
During this unique concert, music and instruments will take you back in time from Emperor Hadrian (second century) to Pope Innocent X (seventeenth century). The English tour of the church and museum of Santa Maria in Cappella will be scenically played by the fascinating historical figure of Donna Olimpia, one of the most intriguing characters of seventeenth century Rome.


Fiorella Mannoia

2017-07-02

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Tutti combattiamo. Per un'idea, un amore, un'ingiustizia, un traguardo... in generale per il diritto di essere felici.
Dopo il grande successo nei teatri di tutta Italia di “Combattente il Tour”, Fiorella Mannoia, a grande richiesta in estate sarà protagonista nelle arene, nelle piazze e nei festival di tutta la penisola, arrivando il 2 luglio in Cavea. Con la sua consueta forza interpretativa, l’artista accompagnata dalla sua band, regalerà al pubblico le note del suo ultimo album che ha avuto la certificazione Platino “Combattente”, i suoi grandi successi e le canzoni che hanno costellato il suo repertorio dal vivo, per una scaletta che sarà come sempre ricca di momenti intensi ed emozionanti.
“Che sia Benedetta”, il brano presentato da Fiorella alla 67^ Edizione del Festival di Sanremo e che ha avuto la certificazione Oro , è uno dei brani più trasmessi dalle radio (top 5 nella classifica earOne), ha superato 8 milioni e 750 mila visualizzazioni raggiungendo il 1° posto delle tendenze musica di YouTube, è al 3° posto della classifica FIMI GFK dei singoli più venduti, ed è in testa alle classifiche di streaming.
Il brano, definito dalla stessa Fiorella "un inno alla vita" (il testo è di Amara e Salvatore Mineo, la musica di Amara), è contenuto nell’edizione speciale in doppio cd dell’album “Combattente”. Oltre ai brani di “Combattente” e a che “Che sia benedetta” nel doppio cd sono contenute anche la cover di “Sempre e per sempre” di Francesco De Gregori e i 4 successi “sanremesi” di Fiorella (“Caffè Nero Bollente” del 1981, “Come si cambia” del 1984, “Quello che le donne non dicono” del 1987, “Le notti di maggio” del 1988) registrate live nel corso di “Combattente Il Tour” e una bonus track, la cover di “La cura” di Franco Battiato, anch’essa in una versione live.

Philip Glass

2017-07-16

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Composto da Philip Glass tra il 1991 ed il 2012, “20 Etudes” per piano è sicuramente da annoverare tra le opere più celebri di questo straordinario compositore, tra i musicisti più noti al mondo. Naturalmente suddiviso in Book 1 e Book 2, in base al corso della sua composizione, “20 Etudes” segue il percorso evolutivo e musicale di Glass, tracciando un netto distacco tra Book 1 (più tecnico e strutturato) e Book 2 (più spontaneo ed armonico). In occasione degli ottanta anni di Philip Glass, uno speciale concerto evento dove la grande icona della musica contemporanea, maestro del minimalismo e delle sue evoluzioni, suonerà accompagnato da Dennis Russel Davies, Maki Namekawa, Roberto Esposito, Viviana Lasaracina.
Nato a Baltimora, Maryland, Philip Glass si laurea all’Università di Chicago ed alla Juilliard School. Agli inizi degli anni Sessanta Glass dedica anima e corpo in due anni di studi intensivi a Parigi, accompagnato da Nadia Boulanger, con la quale comincia a guadagnare i primi soldi trascrivendo la musica indiana di Ravi Shankar su pentagramma. Nel 1974 Glass attraversa una fase molto produttiva e creativa, dando vita a progetti innovativi e ad una larga collezione di nuove musiche per The Philip Glass Ensemble e per la Mabou Mines Theater Company. Questo periodo produttivo culmina in “Music in Twelve Parts” e nell’opera monumentale “Einstein On The Beach”, che vede la collaborazione di Robert Wilson. Ed è proprio con quest’ultima composizione che Glass espande il suo repertorio musicale avvicinandosi all’opera, alla dance, al teatro, alla musica da camera, orchestrale e da film. Le sue colonne sonore hanno ricevuto molte nomination agli Academy Award (“Kundun”, “The Hours”, “Notes On A Scandal”) e ai Golden Globe (“The Truman Show”). Negli ultimi anni, numerose sono state le composizioni rivelate, compresa un’opera dedicata alla morte di Walt Disney, “The Perfect American” (commissionata dal Teatro madrileno Real e dalla English National Opera), la “song cycle” “Ifé”, scritta per Angelique Kidjo, una rivisitazione di “Einstein” e la pubblicazione delle memorie di Glass, “Words Without Music” ad opera di Liveright Books. Nel maggio 2015 la Filarmonica di Los Angeles, diretta da Gustavo Dudamel, ha performato in anteprima mondiale il doppio concerto che Glass scrisse per Katia e Marielle Labèque. Nel novembre 2016 la Washington National Opera ha riproposto in anteprima la versione rivisitata dell’opera di Glass “Appomattox”, in collaborazione con il librettista
Christopher Hampton. Philipp Glass ha recentemente festeggiato a fine gennaio l’ottantesimo compleanno, suonando, per la prima volta, la sua 11° Sinfonia.

Petra Magoni, Ferruccio Spinetti

2017-04-18

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Petra Magoni voce
Ferruccio Spinetti contrabbasso

Si intitola “Leggera” il nuovo album di Musica Nuda. Dopo il successo di “Little Wonder”, Petra Magoni e Ferruccio Spinetti tornano con un disco composto da brani inediti e cantato per la prima volta tutto in italiano. A marzo, partirà dall’Italia un tour internazionale che toccherà anche Francia e Stati Uniti. Un album che parla di leggerezza, ma nel senso più calviniano del termine. Come diceva lo stesso Calvino, “Bisogna prendere la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore”. Ed è un sentimento che si riverbera in tutti i brani dell’album, dotati come sono di una grazia lieve e di un’eleganza che ricordano la canzone italiana d’autore degli anni Sessanta. Quella stessa grazia che rende unico il duo Musica Nuda, con quella speciale alchimia tra Ferruccio e Petra, quasi fosse una "condizione imprescindibile", come titola un brano del loro album. Due spiriti affini che con la propria musica riescono ancora, oggi come 14 anni fa, a emozionare.

Tom Jones

2017-07-26

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Famoso per la sua voce unica, Tom Jones torna in Italia questa estate per una data unica e imperdibile. Sir Tom è una leggenda vivente, uno dei pochi artisti in ambito musicale la cui professione è cominciata all’alba della moderna musica popolare e che continua tuttora ad avere una prolifica carriera sia dal vivo che in studio. Il suo irresistibile spettacolo attraversa periodi e generi musicali, supera le divisioni tra classi e raggiunge tutte le generazioni, uomini e donne, mainstream e avanguardia. Il potere di Tom Jones è sempre stato nella canzone e nella voce. Il pubblico potrà ripercorrere i 50 anni della sua carriera e ascoltare i brani tratti dal suo ultimo album, “Long Lost Suitecase”, la perfetta colonna sonora alla prima autobiografia di Tom, Over The Top And Back.

The XX

2017-07-10

Ippodromo delle Capannelle

Kasabian arriving at Postepay Rock In Rome. After the great rock music success reached all over the world, this group from Leicester is preparing his 2017 tour that will thrill fans all over Europe. The famous British indie-rock band will perform at Capannelle Hippodrome in Rome, on 21st July.


Inside the music. ‘700: dal Barocco al Classicismo

2017-03-28

Teatro di Villa Torlonia


Fantasia: capolavori del classico Disney

2017-05-07

Teatro Italia


Civica Matinee: le piĂš belle musiche da film

2017-05-07

Teatro Italia


Wolfgang Amadeus Mozart: Reqiuem!

2017-04-09

Teatro Italia


Il Signore degli Anelli - La Compagnia dell'Anello

from 2017-06-21 to 2017-06-22

Auditorium Parco della Musica


Ermal Meta

2017-05-16

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Dopo l’esibizione a Sanremo nella sezione Big, Ermal Meta presenta live il suo nuovo album Vietato Morire. “Vietato morire” è una canzone che descrive con “ferma delicatezza” la violenza sulle donne come sui bambini, senza retorica, senza lacrime, ma con un monito solido come un macigno: “ricorda di disobbedire perché è vietato morire”. La canzone ha ottenuto il Premio della Critica Mia Martini.
Ermal Meta è veramente un caso unico: solo negli ultimi due anni ha ottenuto 6 dischi di platino e 4 d’oro. Esattamente dodici mesi fa iniziava l’avventura solista di ERMAL META proprio dal Festival di Sanremo sezione giovani; il pubblico imparò a conoscere quest’artista con la sua Odio Le Favole e dopo qualche giorno attraverso l’album Umano, che venne rappresentato durante l’estate da A Parte Te, hit radiofonica ormai tra i classici del pop italiano. Nel 2015 ben 5 pezzi figuravano in estate tra i primissimi trasmessi dalle radio. Durante l’Umano Tour, è stato presentato il nuovo singolo Gravita Con Me, affiancato da un video realizzato da uno degli YouTuber più apprezzati e corteggiati in questa nuova era sempre più virtuale: Cane Secco. A coronamento del 2016 denso e ricco di impegni soddisfazioni e riconoscimenti (Premio Lunezia, Spazio d’Autore - come migliore autore dell’anno – Premio Città di Ancona) è arrivato l’invito da parte di Carlo Conti di partecipare tra i big a Sanremo 2017.

Benjamin Clementine

2017-07-25

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea








Benjamin Clementine, cantante, musicista e poeta anglo-ghanese di 29 anni, torna in Italia con un nuovo e intenso spettacolo. Nato come artista di strada, il polistrumentista londinese naturalizzato francese è diventato in breve tempo una figura di culto nella scena musicale e artistica internazionale. Il suo talento è difficilmente circoscrivibile: cantante, pianista, poeta, dotato di una voce capace di coprire una vasta gamma tonale con un timbro caldo e potente, perfettamente in grado di coniugare il pop, la musica nera e l'impostazione classica.
Il suo album di debutto “At Least For Now” è stato definito dai critici un disco audace, brillante, stupefacente e gli è valso l’assegnazione del Mercury Prize 2015 - il prestigioso premio che ogni anno viene conferito da una giuria di addetti ai lavori e giornalisti musicali al miglior disco di un artista britannico o irlandese.

Sunhee You, pianoforte

2017-03-26

Palazzo del Quirinale


Unavantaluna&Ziad Trabelsi

2017-04-01

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Unavantaluna
Pietro Cernuto zampogna a paro, friscaletto, voce, percussioni
Francesco Salvadore voce, percussioni
Carmelo Cacciola lauto cretese e voce
Luca Centamore chitarre
Arnaldo Vacca tamburi a cornice

Ziad Trabelsi oud e voce
Unavantaluna rivolge lo sguardo al Nord Africa, lì dove la storia recente della cultura siciliana ci invita a guardare.
In concerto il repertorio siciliano del gruppo e quello tunisino dell’eclettico suonatore di oud Ziad Trabelsi, si confrontano per svolgere un racconto che evoca la memoria di una identità remota e il futuro di una storia comune.
Dal 1860, si è assistito ad un sempre più imponente esodo di Siciliani verso la Tunisia. Negli anni questo fenomeno ha assunto le caratteristiche di una vera e propria diaspora. Il rapporto fra le due comunità è sempre stato improntato a una fortissima e profonda integrazione fino a dare origine alla Petite Sicile, una cittadina costituitasi in Tunisia, così chiamata dai tunisini e dagli europei proprio perché popolata soprattutto da Siciliani emigrati.
Unavantaluna incontra con questo spirito di integrazione e fratellanza il meglio della musica Tunisina a Roma: il maestro Ziad Trabelsi, musicista tunisino e figlio d'arte, da anni impegnato in una ricerca che coniuga sonorità della sua terra con quelle della musica tradizionale italiana e più in generale occidentale. Oltre a una vasta attività come autore di musiche per il teatro e per il cinema, Ziad è noto al grande pubblico per essere uno dei solisti de "l'Orchestra di Piazza Vittorio”.

Mandela Night 2017

2017-03-31

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
“La Cultura è l’ arma più potente che puoi usare per cambiare il mondo.” Nelson Mandela

Agorà
Bombook progressive jazz
featuring
Patrizio Fariselli piano
Mike Rossi sax
Renato Gasparini chitarra
Ovidio Urbani sax
Massimo Manzi batteria
Lucio Cesari basso
Gianni Pieri violoncello
Gabriele Possenti chitarra
Marco Agostinelli flauto

LineOut Dance Company
Se(i)ntieri-Dieci Mondi
regia e coreografia
Mauro Bocchi
musiche originali
Marco Schiavoni

danzatori
Anna Gasparini, Alice Zucconi, Maria Elena Gasparini, Beatrice Castelli, Fabiola Tacchi, Eleonora Alagna
Agorà gruppo storico del jazz-rock progressive italiano (Live in Montreux 1974, Agorà 2 1976, Ichinen 2014). Nel 2016 con Patrizio Fariselli (Area) nasce il nuovo album Bombook: pacifiche bombe di cultura. In questo spettacolo unico oltre a Patrizio Fariselli si unirà alla band Mike Rossi raffinato sax e “pilota” del jazz in Sudafrica. Il suo ultimo lavoro Take Another Five (dedicato a Dave Brubeck e Nelson Mandela) ben si sposa con questo evento. La LineOut Dance Company ne condivide il pensiero: partendo dalla mappa dei “dieci mondi” della filosofia buddista,che permeano ogni istante di vita , riconoscendo i sei “cattivi sentieri” possiamo elevarli verso i mondi nobili, quelli in grado di trasformare il karma individuale e collettivo. Mandela Night 2017 (prima edizione) vuole rivitalizzare il messaggio etico di Nelson Mandela. La cultura così vissuta genera una rivoluzione,influenza l’ambiente e sviluppa la sensibilità; non può generare odio e violenza, ma solo creare legami.

The Beach Boys

2017-06-27

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Mike Love voce
Bruce Johnston voce, tastiere
Jeffrey Foskett chitarra, voce
Brian Eichenburger basso, voce
Tim Bonhomme tastiere, voce
John Cowsill percussioni, voce
Scott Totten chitarra, voce
È possibile inquadrare la maggior parte dei grandi della musica pop facendo un conteggio delle hit che hanno tirato fuori o in base ai milioni di copie che hanno venduto. Ma questi conti non sono abbastanza quando si valuta l'influenza che hanno avuto i Beach Boys su tutta la scena pop e non solo degli ultimi 50 anni. A dire il vero, questa band ha partorito un torrente di singoli di successo e decine di milioni di album venduti. Ma la sua maggiore importanza risiede nel fatto che ha cambiato il panorama musicale così profondamente che ogni esponente del pop dalla loro nascita in poi ne è rimasto in debito. Fortunatamente per tutti noi, i Beach Boys continuano a creare e a suonare con la stessa audace immaginazione e lo stesso stile che ha segnato il loro debutto esplosivo più di 50 anni fa. Nel 2003, “Sounds of Summer” (Triplo disco di platino con oltre tre milioni di vendite) insieme al successivo compagno “The Warmth Of The Sun”, segna un ritorno per i Beach Boys, che ancora una volta riescono a scuotere il mondo intero. Ancora più che per i Beatles, i Beach Boys hanno trovato nella loro musica la chiave per l’eterna giovinezza - facendone delle copie per tutti. Per questi ragazzi, la spiaggia non è solo un luogo dove si va a fare surf, ma soprattutto dove la vita si rinnova tutta, di nuovo.Capitanati da Mike Love, i Beach Boys vantano un’attività live sorprendente, collezionando una media di 150 concerti l'anno, che vanno dagli assolati festival estivi ai gala per i festeggiamenti di Capodanno e eventi speciali in tutto il mondo.

Dik Dik

2017-05-09

Teatro Vittoria

Di A. Scanzi, F. Graziani, con A. Scanzi, F. Graziani.

Riccardo Fassi Tankio Band

2017-03-29

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Riccardo Fassi piano, tastiere, composizioni, arrangiamenti
Giancarlo Ciminelli tromba
Claudio Corvini tromba
Roberto Pecorelli trombone basso
Massimo Pirone trombone
Sandro Satta sax alto
Carlo Conti sax soprano alto
Torquato Sdrucia sax baritono
Pierpaolo Bisogno vibrafono, percussioni
Steve Cantarano contrabbasso
Pietro Iodice batteria
Manlio Maresca chitarra

special guest
Antonello Salis fisarmonica
Il grande compositore, arrangiatore e raffinato musicista jazz Riccardo Fassi e la sua Tankio Band “in concerto” con un’unica imperdibile data a Roma, per gli amanti di Zappa, di Fassi e della grande musica. Riccardo Fassi–Tankio Band plays The Music of Frank Zappa è uno dei progetti più interessanti su Frank Zappa dalla scomparsa del genio di Baltimora. Infatti, la Tankio Band ha registrato questo disco sulla musica di Frank Zappa con un nuovo fantastico programma che sarà presentato in anteprima il 29 marzo. Un set trascinante e coinvolgente in cui si avverte l'estrema attualità della musica di Zappa. I nuovi arrangiamenti scritti da Riccardo Fassi rappresentano al meglio la forza espressiva del messaggio di Zappa, consegnato in questa nuova veste alle generazioni future e ovviamente al grande pubblico dei fedelissimi "zappiani". Un evento imperdibile!!!

GiocaJazz

2017-04-09

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Massimo Nunzi tromba, direzione
Silvia Manco piano
Riccardo Gola basso
Pierpaolo Ferroni batteria
Manlio Maresca chitarra
Marta Colombo voce
sax
Carlo Conti, Claudio Giusti, Diego Bettazzi, Duilio Ingrosso
trombe
Fabio Gelli, Mario Caporilli
tromboni
Stan Adams, Federico Proietti







Sperimenteremo tutte le atmosfere che un'armonia differente può dare, sentiremo l'effetto che fa e capiremo quanto essa è importante per donare l'emozione giusta ad una bella melodia.

Giocajazz è la musica, raccontata, vissuta e spiegata ai bambini dai 4 ai 12 anni, nei suoi elementi fondanti: Forma, Armonia, Ritmo, Melodia. Il jazz, che è una musica gioiosa ed immediatamente fruibile e di grande spessore artistico, può aiutare i bambini ad avvicinarsi anche alle altre musiche “colte” come la musica Classica, condividendone sostanzialmente la forma. I bambini, quando giocano, improvvisano continuamente e quindi si ritrovano facilmente in questo linguaggio che, permettendo un’interazione soddisfacente, aumenta la loro autostima. Nunzi, jazzista e compositore di musica Contemporanea, e bambino professionista per una decina di anni, ha scelto il jazz perché nelle sue forme più popolari, è malleabile e duttile e ha un impianto strutturale semplice e diretto, che non imbarazza i bimbi ma li coinvolge con gioia nella condivisione della musica come gioco. In più, i piccoli impareranno a menadito alcuni dei grandi classici del jazz. Questa nuova serie, introduce parecchie novità rispetto alle precedenti ed è una ideale continuazione del lavoro svolto in precedenza da Nunzi.

GiocaJazz

2017-04-02

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Massimo Nunzi tromba, direzione
Silvia Manco piano
Riccardo Gola basso
Pierpaolo Ferroni batteria
Manlio Maresca chitarra
Marta Colombo voce
sax
Carlo Conti, Claudio Giusti, Diego Bettazzi, Duilio Ingrosso
trombe
Fabio Gelli, Mario Caporilli
tromboni
Stan Adams, Federico Proietti







Partiremo per una missione nella giungla del ritmo per scovare la melodia. Molti pericoli nel cammino! Il serpente stonato e il drago senzaritmo... Ma, intonando dei classici del Jazz, con l'aiuto di John Coltrane e Sonny Rollins, ce la faremo!

Giocajazz è la musica, raccontata, vissuta e spiegata ai bambini dai 4 ai 12 anni, nei suoi elementi fondanti: Forma, Armonia, Ritmo, Melodia. Il jazz, che è una musica gioiosa ed immediatamente fruibile e di grande spessore artistico, può aiutare i bambini ad avvicinarsi anche alle altre musiche “colte” come la musica Classica, condividendone sostanzialmente la forma. I bambini, quando giocano, improvvisano continuamente e quindi si ritrovano facilmente in questo linguaggio che, permettendo un’interazione soddisfacente, aumenta la loro autostima. Nunzi, jazzista e compositore di musica Contemporanea, e bambino professionista per una decina di anni, ha scelto il jazz perché nelle sue forme più popolari, è malleabile e duttile e ha un impianto strutturale semplice e diretto, che non imbarazza i bimbi ma li coinvolge con gioia nella condivisione della musica come gioco. In più, i piccoli impareranno a menadito alcuni dei grandi classici del jazz. Questa nuova serie, introduce parecchie novità rispetto alle precedenti ed è una ideale continuazione del lavoro svolto in precedenza da Nunzi.

GiocaJazz

2017-04-30

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Massimo Nunzi tromba, direzione
Silvia Manco piano
Riccardo Gola basso
Pierpaolo Ferroni batteria
Manlio Maresca chitarra
Marta Colombo voce
sax
Carlo Conti, Claudio Giusti, Diego Bettazzi, Duilio Ingrosso
trombe
Fabio Gelli, Mario Caporilli
tromboni
Stan Adams, Federico Proietti







La Forma, meno conosciuta degli altri elementi è necessaria per inquadrare e rendere al meglio le interazioni fra gli altri elementi. La esploreremo divertendoci a costruire un “lego” musicale. E alla fine sapremo come coordinare tutti e quattro gli elementi.

Giocajazz è la musica, raccontata, vissuta e spiegata ai bambini dai 4 ai 12 anni, nei suoi elementi fondanti: Forma, Armonia, Ritmo, Melodia. Il jazz, che è una musica gioiosa ed immediatamente fruibile e di grande spessore artistico, può aiutare i bambini ad avvicinarsi anche alle altre musiche “colte” come la musica Classica, condividendone sostanzialmente la forma. I bambini, quando giocano, improvvisano continuamente e quindi si ritrovano facilmente in questo linguaggio che, permettendo un’interazione soddisfacente, aumenta la loro autostima. Nunzi, jazzista e compositore di musica Contemporanea, e bambino professionista per una decina di anni, ha scelto il jazz perché nelle sue forme più popolari, è malleabile e duttile e ha un impianto strutturale semplice e diretto, che non imbarazza i bimbi ma li coinvolge con gioia nella condivisione della musica come gioco. In più, i piccoli impareranno a menadito alcuni dei grandi classici del jazz. Questa nuova serie, introduce parecchie novità rispetto alle precedenti ed è una ideale continuazione del lavoro svolto in precedenza da Nunzi.

GiocaJazz

2017-03-26

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Massimo Nunzi tromba, direzione, narrazione e testi
Marta Colombo voce
Carlo Conti sax
Silvia Manco piano, voce
Riccardo Gola contrabbasso
Pierpaolo Ferroni batteria

Il Ritmo suddivide ed ordina il tempo che separa un evento sonoro da un altro e viene esplorato in lungo ed in largo, da Massimo Nunzi, la sua la Band e i bambini. Il divertente percorso, costellato di sorprese, parte dalle origini del ritmo stesso e ci farà scoprire che senza ritmo, la vita sarebbe noiosissima… e impareremo anche il solfeggio!

Giocajazz è la musica, raccontata, vissuta e spiegata ai bambini dai 4 ai 12 anni, nei suoi elementi fondanti: Forma, Armonia, Ritmo, Melodia. Il jazz, che è una musica gioiosa ed immediatamente fruibile e di grande spessore artistico, può aiutare i bambini ad avvicinarsi anche alle altre musiche “colte” come la musica Classica, condividendone sostanzialmente la forma. I bambini, quando giocano, improvvisano continuamente e quindi si ritrovano facilmente in questo linguaggio che, permettendo un’interazione soddisfacente, aumenta la loro autostima. Nunzi, jazzista e compositore di musica Contemporanea, e bambino professionista per una decina di anni, ha scelto il jazz perché nelle sue forme più popolari, è malleabile e duttile e ha un impianto strutturale semplice e diretto, che non imbarazza i bimbi ma li coinvolge con gioia nella condivisione della musica come gioco. In più, i piccoli impareranno a menadito alcuni dei grandi classici del jazz. Questa nuova serie, introduce parecchie novità rispetto alle precedenti ed è una ideale continuazione del lavoro svolto in precedenza da Nunzi.

Fabrizio Moro

2017-05-26

Palalottomatica

The American pop star teens’ idol Ariana Grande, will perform in a concert with her Dangerous Woman tour in Rome as well. The concert will take place at Palalottomatica on 15th of June


Phoenix

2017-07-22

Ippodromo delle Capannelle

Kasabian arriving at Postepay Rock In Rome. After the great rock music success reached all over the world, this group from Leicester is preparing his 2017 tour that will thrill fans all over Europe. The famous British indie-rock band will perform at Capannelle Hippodrome in Rome, on 21st July.


Samuel

2017-06-27

Ippodromo delle Capannelle

Kasabian arriving at Postepay Rock In Rome. After the great rock music success reached all over the world, this group from Leicester is preparing his 2017 tour that will thrill fans all over Europe. The famous British indie-rock band will perform at Capannelle Hippodrome in Rome, on 21st July.


The Offspring + Pennywise

2017-08-02

Ippodromo delle Capannelle

Kasabian arriving at Postepay Rock In Rome. After the great rock music success reached all over the world, this group from Leicester is preparing his 2017 tour that will thrill fans all over Europe. The famous British indie-rock band will perform at Capannelle Hippodrome in Rome, on 21st July.


Nick Cave & The Bad Seeds

2017-11-08

Palalottomatica

Last year, the Deep Purple, experimented a new kind of music, even reaching younger audiences who, at the time of the first hit records, was not yet born. The entire discography of DEEP PURPLE is one of the highest representations of rock music. On Thursday 22nd  June fans will have a good opportunity to see the last carrier tour of  the Rock n Roll Hall Of Fame winners. The Deep Purple perform at Palalottomatica in Rome with “Infinite” The Long Goodbye Tour, namely the farewell tour.


Acquaragia Drom&Mimmo Epifani

2017-04-20

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Acquaragia Drom
Erasmo Treglia violino
Elia Ciricillo voce, chitarra, tamburello
Rita Tumminia voce, organetto
Marco Colonna clarinetti

con
Mimmo Epifani voce, mandola e mandolino
Sasà Flauto chitarre

Dopo un lungo periodo di gestazione torna a Roma la storica gypsy band degli Acquaragia Drom. Un nuovo e corrosivo progetto discografico realizzato in collaborazione con l'eclettico Mimmo Epifani. Questa volta Erasmo Treglia, instancabile leader del gruppo, ci porta a viaggiare in territori musicali creando un legame stretto tra le nuove composizioni della band ed alcuni brani noti e meno noti, tutti accomunati da un sentimento "ribelle" che trasuda dalle note e dalle parole di ogni canzone. Questo è Rebelde: un’avventura musicale che parla un linguaggio nomade, di attraversamento di frontiere senza muri, di mescola di generi musicali e che vede insieme una tarantella rom e “Italiano vero” di Cutugno, lo swing manouche e "Lo straniero" di Moustaki, la ballata sinti napoletana e "Io si" di Luigi Tenco.
Tante le sorprese di uno spettacolo e di un progetto che propone ancora una volta un modo originale di fare musica attraverso una attività e un repertorio da usare come colonna sonora di un matrimonio gitano e di una piazza ribelle, utile per fare una serenata o per far ballare tutta la notte.
Il concerto è presentazione del nuovo disco Rebelde che vede la partecipazione, tra gli altri, della graffiante voce di Tonino Carotone, dell'acuto di Paul Fantezie, della sinuosità di Theodoro Melissinopoulos, del ritmo di DJ Click.

Luciano Bellini "Les Ritals"

2017-03-25

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
da un’idea di
Maria Mencarelli

Maria Cristina Di Nicola Armando De Ceccon voci recitanti
Antonella Cesari soprano
Nando Citarella tenore polistrumentista
Giulio Gianfelice pianista
Orchestra sinfonica e Coro polifonico Conservatorio “A.Casella” L’Aquila
Corale Aquilana –
Schola Cantorum S.Sisto
M° del coro
Rosalinda Di Marco
Carmine Colangeli
Giulio Gianfelice
M° Concertatore e Direttore
Luciano Bellini


Opera classica ma anche opera pop, opera rock. Racconta la vita degli immigrati italiani in Belgio. La nostalgia, la speranza, il dolore, la rabbia, l'allegria dei rari momenti di gioco si alternano e si sovrappongono nei tanti frammenti di storie, tessendo la possibile trama di un'unica Storia, ispirazione e fonte del lungo cammino d’Europa. Les Ritals, epiteto dispregiativo usato per gli Italiani, è dedicato a tutti quelli che oggi sono costretti a scegliere l’esilio lontano dalla propria patria con un omaggio a Aylan, il bambino siriano morto annegato nel tentativo di raggiungere la costa turca. Il Conservatorio de L’Aquila, dopo averla recentemente proposta con successo anche in Belgio è lieto di riproporla all’Auditorium.

Orchestra Internazionale di Roma - Stagione Sinfonica

from 2017-02-19 to 2017-06-30

Teatro Italia


Giovanna Marini

2017-04-03

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Giovanna Marini
Coro Inni e Canti di Lotta
diretto da
Sandra Cotronei
Banda della Scuola Popolare di Musica di Testaccio
diretta dal
M. Silverio Cortesi

" In questo disco sono raccolti i canti che i miei amici dell’Istituto De Martino hanno incominciato a raccogliere da prima del 1960, poi si sono resi conto dell’importanza dei canti trovati e hanno incominciato un Archivio dei canti del movimento Operaio e Contadino che poi è diventato Istituto Ernesto De Martino.
Ogni canto mi parla di qualcuno che ho conosciuto personalmente sia che fosse chi lo raccoglieva, Gianni Bosio o Cesare Bermani e Franco Coggiola o Roberto Leydi o chi lo cantava o entrambi. Mi vedo il viso di Palma Facchetti mentre cantava "O Gorizia tu sei maledetta" e "Addio Padre”, il sorriso di Caterina Bueno quando arrivava con il sacco a spalla pieno di nastri di cui non ricordava nemmeno il contenuto preciso per quanti erano. Canti che spesso sono magnifici pezzi di musica dimenticati e persi. Ora rivivono. Ecco perché tengo tanto a questi canti, perché raccontano vita e gente veri. Vi pare poco?" Giovanna Marini

Giovanna Marini con il Coro Inni e Canti di Lotta diretto da Sandra Cotronei e la Banda della Scuola Popolare di Musica di Testaccio diretta dal M. Silverio Cortesi presenta
in concerto il cd "Ed un pensiero ribelle in cor ci sta". Due secoli di storia d'Italia cantata. Giovanna Marini racconta la storia d'Italia dalla fine del '700 (con gli echi della rivoluzione francese) fino al secondo dopoguerra e alla conquista della democrazia. Una strada ed una storia fatta di speranze e di sconfitte, di dolore e di conquiste. Una storia che non può essere compresa leggendola sui libri o vedendola raccontata in documentari, perché questa storia, vissuta da persone vere, in carne ed ossa, con le proprie emozioni, con desideri e speranze, è storia suonata, è storia cantata. E' la storia tramandata dai Fogli Volanti, una tradizione che ha permesso ai canti di volare e di diffondersi.

"Il Mediterraneo è donna"

2017-04-05

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Banda Ikona
Stefano Saletti oud, bouzouki, chitarre, voce
Gabriele Coen fiati
Mario Rivera basso acustico
Carlo Cossu violino
Giovanni Lo Cascio batteria e percussioni

voci
Barbara Eramo
Lucilla Galeazzi
Yasemin Sannino
Gabriella Aiello
Raffaela Siniscalchi
Selam Yemane
Nando Citarella voce e tammorra
Pejman Tadayon ney, daf

con la partecipazione
Coro Laboratorio S.Egidio
Coro Laboratorio musicale richiedenti asilo e rifugiati e
Coro femminile Istituto Arcangelo Corelli
diretti dal
maestro Angelo Fusacchia
letture di
Francesca Bellino


Raccontare il Mediterraneo attraverso le voci delle donne: cantanti, scrittrici, madri, rifugiate, migranti. Questo il senso di una serata particolare che in un’epoca di innalzamento di nuovi muri e barriere vuole far incontrare le tradizioni musicali delle due sponde del Mare nostrum per far capire attraverso la musica e le parole che ciò che unisce è più forte di ciò che divide.
I brani delle grandi interpreti (Fairuz, Umm Kulthum, Amalia Rodrigues, Sezen Aksu, Rosa Balistreri) insieme al repertorio di Stefano Saletti e Banda Ikona per narrare le storie delle donne di ieri e di oggi, sradicate dalla violenza dell’uomo, costrette a lasciare la propria terra e a reinventarsi una vita, madri coraggio simbolo di un Mediterraneo più che mai dilaniato e ferito.
Durante la serata si alterneranno musiche e racconti, con testimonianze delle donne siriane rifugiate in Italia ospiti della Comunità di Sant’Egidio, letture di Francesca Bellino sulle donne di Tunisi tratte dal suo libro “Sul corno del rinoceronte”, interventi di ragazze immigrate di seconda generazione del progetto “Termini Underground” diretto da Angela Cocozza. Un concerto per testimoniare la forza, le speranze, le delusioni, il fascino dei popoli che si affacciano sul mare che bagna e divide l’Europa, l’Africa, i Balcani e il Medio Oriente.

The Lumineers

2017-07-10

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Il sound coinvolgente dei The Lumineers ha scalato le classifiche mondiali conquistando milioni di fan. Il secondo album della band, Cleopatra, anticipato dal singolo Ophelia, ha raggiunto in pochissimo tempo il primo posto nelle classifiche americane ed europee. A quattro anni di distanza dal disco che li ha consacrati, la band torna sulla scena musicale con un album capace di dimostrare come Schultz e Fraites - insieme alla violoncellista e cantante Neyla Pekarek - non abbiano dato la loro fortuna per scontato, né si siano seduti sugli allori. Recentemente la band ha registrato un doppio sold out al Madison Square Garden, ed è stata scelta dagli U2 come ospite del loro tour americano. Solo nel nostro paese la band ha registrato ben quattro sold out, collezionando un successo dietro l’altro in tutto il mondo.

Il "suono" di Liszt a Villa d'Este - V edizione

from 2017-01-15 to 2017-04-23

Villa d'Este - Tivoli


A Touch of Grace. Jeff Buckley Show

2017-05-04

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
con
Alessio Franchini
special guest
Gary Lucas

Alessio Macchia basso
Piero Perrelli batteria
Andy Paoli chitarra

Un racconto in emozioni musicali per entrare nel mondo in chiaroscuro di Jeff Buckley, uno degli artisti più intensi degli ultimi 30 anni, figlio di quell’altro cantautore “monstre” della canzone americana che fu Tim Buckley. In vita Jeff pubblicò un solo album però di quelli destinati a rimanere nei cuori di tutti, il monumentale Grace del 1994, ancora oggi nel cuore di pubblico e critica. Molti degli artisti più amati da Jeff hanno amato a loro volta questo lavoro… Jimmy Page dei Led Zeppelin: “ ll mio disco preferito del decennio ”… Bob Dylan: “J eff è uno dei più grandi compositori degli ultimi anni ”… David Bowie: “ Porterei Grace con me su un’isola deserta ”. E il cuore di Grace pulsava al ritmo anche di quello di Gary Lucas, coautore di alcune canzoni e chitarrista… uno dei più intelligenti artisti americani e collaboratore, tra gli altri, di Peter Hammill, Captain Beefheart, Jeff Buckley, Chris Cornell, Lou Reed, John Cale, Nick Cave John Zorn, Bryan Ferry, Patti Smith Allen Ginsberg. Una carriera bruciata, purtroppo, in un lasso di tempo brevissimo… dal 1991, anno del suo primo concerto solista, proprio con Gary Lucas, al 1997, momento della morte, quando non aveva ancora completato le registrazioni del secondo album solista, Sketches for My Sweetheart the Drunk. Per portare in scena questo “viaggio visionario” serviva proprio un artista speciale come Alessio Franchini, cantautore dalla spiccata personalità (che ha appena pubblicato un eccellente album di debutto: Tutto può cambiare in un attimo): “la voce italiana di Jeff Buckley”, come lo ha definito la rivista Rolling Stone. Alessio ormai con Lucas ha una consolidata collaborazione, nata dalla reciproca stima artistica. “A Touch of Grace – Jeff Buckley Show” ripercorre la genesi di Grace. Video e concerto
porteranno lo spettatore a rivivere le diverse ambientazioni, situazioni ed esperienze che hanno ispirato la nascita e la scelta dei brani che compongono l’album. A Touch of Grace è, quindi, l’unico spettacolo che rappresenti l’intera carriera di Jeff Buckley: le canzoni scritte da solo, quelle con la band, le cover, la collaborazione con Gary Lucas e la scrittura post Grace.

Giampaolo Ascolese

2017-04-29

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Giampaolo Ascolese batteria
Francesco Lento tromba
Andrea Beneventano pianoforte
Elio Tatti contrabbasso
guest
Mauro Zazzarini sax tenore premio “Jazz Awards, miglior musicista italiano di jazz 2011”

introduzione concerto e riferimenti storici
Gerlando Gatto



Piccola storia del Jazz, ideata da Giampaolo Ascolese e suonata da un tipico Quintetto Jazz. I musicisti cercano di spiegare, con la musica ed i racconti anche vissuti assieme ai più grandi Jazzisti della storia, il fenomeno musicale del nuovo millennio, il Jazz, dando una collocazione storica e cronologica al repertorio suonato, anche con l’aiuto di uno storico giornalista: Gerlando Gatto. Il concerto e le descrizioni storico-formali, prendono spunto dal libro di Giampaolo Ascolese “Tim&Tom, viaggio nella Musica Jazz” con le illustrazioni di Marie Reine Levrat.

Yann Tiersen

2017-07-18

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Yann Tiersen ritorna a Luglio suona bene per presentare in pianosolo " Eusa ", il nuovo album uscito lo scorso anno. L’album comprende 10 nuove composizioni per pianoforte, ognuna legata ad una posizione specifica dell’isola di Ouessant ('Eusa' in bretone) al largo delle coste della Bretagna, dove Tiersen vive. Nell’album, registrato presso gli Abbey Road Studios, il piano solista di Yann Tiersen è accompagnato solo dalle registrazioni di campo effettuate nel punto esatto dell’isola a cui fa riferimento il brano musicale.
Tiersen spiega, “ Ouessant è più di una semplice casa - è una parte di me. L'idea era di fare una mappa dell'isola e, per riflesso, una mappa di quello che sono io. Per cominciare ho scelto dieci luoghi dell'isola e ho fatto una serie di registrazioni ambientali per ciascuno di essi. Le composizioni di musica per pianoforte che ho scritto in seguito prendono il nome di questi luoghi, e la partitura di ogni pezzo è accompagnata dalle coordinate GPS e da una fotografia del sito scattata da Emilie Quinquis ".

LP

2017-07-03

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Arriva per la prima volta a Roma, la cantautrice 35enne di origini italiane nata a New York Laura Pergolizzi in arte LP. I suoi capelli ricci ribelli, il look e la voce graffiante richiamano alla mente i grandi nomi rock al femminile degli anni settanta/ottanta. Il suo primo album in studio è del 2001; da allora ad oggi, oltre alla realizzazione di altri tre dischi incluso un EP, ha lavorato nel mondo della musica come autrice di grandi star del calibro di Rita Ora, Rihanna e Christina Aguilera.
Nell’estate 2016 si consacra con Lost on You al grande pubblico raggiungendo la fama mondiale e ottenendo vari riconoscimenti: Triplo Disco di Platino, medaglia d'oro nella classifica di iTunes Top Brani, primo posto nella classifica Airplay Radio, Top 10 Airplay TV, primo posto nella classifica Top 100 di Shazam Italia, quarto nella Top 10 Shazam Mondo. Dopo il grande successo di Lost On You, l’uscita del singolo Other People ribadisce il talento di LP che in sole tre settimane dal lancio raggiuge la top 10 Airplay, Top 5 Shazam, Top 5 Radio e Top 5 ITunes Main Chart, per arrivare alla conquista del Disco d’oro.

Diana Krall

2017-10-13

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Diana Krall, la famosissima cantante e pianista jazz vincitrice di molti Grammy®, ha annunciato la prima serie di date del suo prossimo World Tour 2017-2018 a supporto dell'attesissimo nuovo album in uscita a maggio. Il nuovo album della Krall celebrerà il ritorno al jazz e alla grande canzone americana e segnerà la riunione tra Diana con Tommy LiPuma, il produttore e vincitore di molti Grammy. Il tour mondiale inizierà in Nord America il 2 giugno ed approderà in Europa a settembre. Milano e Roma ospiteranno le uniche serate italiane dove, per la prima volta nel nostro paese, si potrà assistere all’esecuzione live dei nuovi brani e riascoltare i successi e le sonorità che hanno contraddistinto lo stile unico dell’affascinante Artista.

Ellingtoniana

2017-03-24

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Orchestra Big Fat Band
di
Massimo Pirone
trombe
Flavio Patella, Massimo Patella, Paolo Federici
tromboni
Gianni Testa, Loredana Marcone, Massimo Cuomo
sax
Alessio Di Giulio, Giorgio Guarini, Stefano Angeloni, Enrico Guarino, Adriano Piva
ritmica
Flavio Bonanno piano, Giuseppe Mastrovito guitar, Davide Diana batteria, Dario Pimpolari basso
voci
Loredana Marcone, Linda Longo, Luisa Merluzzi
Progetto nato dalla passione ventennale di Massimo Pirone e di Giorgio Cuscito per Duke Ellington e per la sua meravigliosa musica. Lo spettacolo ripercorrerà la sua storia musicale dalle origini ai concerti sacri che rappresentano anche il periodo finale del Duke... il tutto con gli arrangiamenti originali.

Maurizio Trippitelli&Stefano Di Battista

2017-03-26

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Maurizio Trippitelli marimba, vibrafono, wave drum, batteria
Stefano Di Battista sax

Percussion Ensemble
Fabrizio Fratepietro, Andrea Bonioli, Michele Fondacci, Paolo Volpini, Francesco Brozzetti
Giampiero Grani pianoforte, keyboards

dal Senegal
Ismaila Mbaye djembè, percussioni afro


Per la prima volta insieme all'Auditorium Parco della Musica, Maurizio Trippitelli e Stefano Di Battista, due musicisti e compositori eclettici con storie diverse ma parallele. Entrambi diplomati con il massimo dei voti al Conservatorio “A. Casella” de L'Aquila hanno proseguito poi su strade diverse: uno ha seguito il percorso classico ed etnico debuttando sin da giovanissimo come solista nelle orchestre più prestigiose del mondo fino a diventare direttore artistico di numerosi Festival ed Eventi internazionali (con particolare dedizione alla composizione e ai progetti etnici con il Maurizio Trippitelli Percussion Ensemble); l'altro innamorato sin da ragazzo del suono “acidulo” di Art Pepper viene indirizzato verso la sua vocazione dopo l'incontro con il leggendario alto sassofonista Massimo Urbani.
Dalla partecipazione a gruppi di vario genere all'incontro di musicisti francesi è immediato il suo trasferimento a Parigi, dove, entra a far parte dell'Orchestra Nazionale del Jazz, iniziando la vita sfrenata del musicista. Da Parigi poi con Michel Petrucciani si aprono le porte per la carriera internazionale di Stefano Di Battista con le innumerevoli collaborazioni e incisioni discografiche. La performance/concerto attraverso i brani composti ed arrangiati da Maurizio Trippitelli, proporrà un “mood” particolarmente evocativo e suggestivo in cui, l'uno funambolo delle percussioni e l'altro un virtuoso del sax insieme ad altri eccellenti musicisti, trasporteranno il pubblico in un affascinante viaggio intriso di contaminazioni musicali tra suoni del deserto, danze del mediterraneo, sonorità jazz e ritmi del reggae.

Simone Graziano Trio

2017-03-25

Casa del Jazz


Nabucco

from 2017-07-25 to 2017-08-09

Terme di Caracalla


Tosca

from 2017-07-08 to 2017-08-08

Terme di Caracalla


Carmen

from 2017-06-28 to 2017-08-04

Terme di Caracalla


Franco Battiato e la Royal Philharmonic Concert Orchestra di Londra

from 2017-06-13 to 2017-06-14

Terme di Caracalla


Ludovico Einaudi Live at Caracalla

2017-06-26

Terme di Caracalla


The Three Tenors - Opera in Roma

from 2017-04-08 to 2017-10-28

Hotel Domus Romana

"The Three Tenors”
Napul’è Opera Arias and Ballet

The Three Tenors - Napul’è Opera arias and Ballet. Three renowned tenors of Opera in Roma and magnificent dancers in costume will perform beautiful opera arias and the most famous songs of Neapolitan tradition. The magic Torna a Surriento, O’ Sole mio, Funiculì funiculà but also enchanting opera arias will be played in the same concert in this unique occasion with the mandolin, cello, grand piano and dance company.

Tenors: Giuseppe Macagno; Alessandro Risa; Delfo Paone
Dancers: Micol Girasole; Beatrice De Santis

Strumental Ensemble:
Mandolin: Marco Battistelli
Cello: Adriana Malaga Sanchez
Piano: Arturo Pellini
________________________________

Concert & Dinner
Cotto Restaurant - Via Torino 124, Rome
Dinner time 6.30 pm

Cotto Restaurant, stands out for charming design and elegant style and, together with the kind and professional service of the staff, create the perfect atmosphere for a special evening, in a couple or in a group. Our Chef offers a real tasting of the traditional Italian cuisine, reinterpreted with
passion and taste, with much attention on seasonal availability. Delicacy like Pasta Cacio and Pepe and Amatriciana, will be prepared and served with famous Italian charisma by the renowned Chef and his experienced team. Enjoy an exclusive and romantic soirée. A voyage in the heart of the Eternal City enriched with suggestive tastes and operistic sounds.


The mosty beautiful opera arias - Opera in Roma

from 2017-02-05 to 2017-12-29

Evangelica Valdese

Let yourself be carried away through the best Italian Opera arias, in a journey inside Verdi’s, Puccini’s, Rossini’s and Mozart’s masterpieces in charming surroundings.
The Waldensian Church in the heart of Rome offers a special atmosphere for this performance of famous Opera arias and refined duets accompanied by a magisterial piano.
You will be enchanted by the magic of the most evocative Opera arias.


Carmen Consoli

2017-07-27

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Carmen Consoli a Luglio suona bene 2017 con “Eco di sirene”. Sul palco insieme alla Cantantessa ci saranno Emilia Belfiore al violino e Claudia della Gatta al violoncello.
Eco di sirene è l'evoluzione di uno dei progetti più amati ed originali di Carmen: L'anello mancante (2008), un tour teatrale con il quale ha registrato il tutto esaurito in Italia, in Europa e negli Stati Uniti, dominando la scena sola sul palco con le sue sei chitarre.
Come in quel concerto, la musica sarà la tela sulla quale tracciare riflessioni e impressioni personali; qui però i tre strumenti acustici si rimandano suggestioni diverse sugli stessi temi musicali e argomenti, dando così corpo all'ambivalenza connaturata al titolo stesso, Eco di sirene. Una sirena è infatti al tempo stesso un suono d'allarme ed una creatura magica che canta per avvisare del pericolo. Una sirena ama e custodisce, assorda e allerta. Una sirena incanta e seduce. Ma può anche urlare e proteggere. È una mostruosa chimera ed una dolce fanciulla in cerca di un'anima. Eco di sirene è quindi uno spazio nel quale accogliere e dar voce e corpo alle domande sul presente, ai piccoli momenti di gioia quotidiana, alla pluralità di risposte individuali.

Paola Turci

2017-05-09

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
3 Premi della Critica, 9 partecipazioni a Sanremo in gara, una vittoria nel 1989 con il brano “Bambini”, molti riconoscimenti e dischi d’Oro e di Platino e centinaia di concerti in tutta Italia.
Dopo il grande ritorno di Paola Turci al Festival di Sanremo con il brano “Fatti bella per te”, la cantautrice romana presenta in anteprima all’Auditorium Parco della Musica i brani del suo nuovo album di inediti “Il secondo cuore”. Grinta, talento e determinazione sono le qualità che hanno sempre contraddistinto la cantautrice romana nei 30 anni di una carriera che si è evoluta brillantemente seguendo diverse fasi artistiche, corrispondenti ognuna a una continua ricerca personale. Paola Turci torna al Festival dopo aver riscontrato grandi successi di critica e pubblico con l’album antologico “Io sono” - che ha debuttato nel 2015 nella top 10 della classifica di vendita - e dello spettacolo teatrale “Mi amerò lo stesso” ispirato alla sua autobiografia, che ha debuttato a Milano nel settembre del 2016.

Thalassaki. Festa di musiche e danze dalla Grecia

2017-03-27

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Meltemi Group
Theodoro Melissinopoulos voce
Carmelo Cacciola lauto e chitarra
Carlo Cossu violino
Arnaldo Vacca percussioni
Paolo Modugno dauli

Thracia Ensemble
Georgios Stavridis dauli e lira
Panagiotis Zikidis gaida fisarmonica dauli e voce
Ioannis Koumis kavali gaida e voce
Stefanos Zerai gaida e dauli



Un coinvolgente viaggio/spettacolo tra canti e balli della Grecia con solisti e strumenti musicali di grande valore. Un repertorio fascinoso e ritmato dalle regioni montuose di Tracia e Macedonia e dalle isole dell’Egeo con le loro sinuose melodie orientaleggianti. Un'occasione speciale in una festa di primavera per raccontare della grande vicinanza di questa cultura e di questo popolo con l’Italia. “Una faccia, una razza” recita il detto e sul palco musicisti greci e musicisti italiani insieme per un repertorio tra il rebetiko e il sirtos, tra l’epirotiko e il sirtaki perché molte saranno le danze di cui saranno protagoniste i ballerini del gruppo Ouzeri guidati magistralmente da Rita De Vito Pol.
Una festa che ti porta a mollare gli ormeggi verso l’oriente vicino e l’energia ritmica deil’area continentale ellenica. A condurre la navigazione la voce e le storie di Theodoro Melissinopoulos, la lira di Georgios Stavridis e le note di violino, gaida, lauto e percussioni tradizionali. Kalos irtate sto ploio! (Benvenuti a bordo)

Lodovica Comello

2017-05-19

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Lodovica Comello si esibirà all’Auditorium Parco della Musica per uno show pensato come un vero e proprio regalo al suo pubblico in cui presenterà in anteprima il suo nuovo album d’inediti. Un successo inarrestabile quello di Lodovica Comello: sui social network è seguitissima e ha oltre 6 milioni di fan, i suoi ultimi tre singoli ("Non Cadiamo Mai", “Universo" e "Sin Usar Palabras") hanno raggiunto oltre 10 milioni di visualizzazioni su You Tube e sarà presente tra i Big in gara della 67° edizione del Festival di Sanremo con il brano “Il Cielo non mi basta”. Dopo il Festival di Sanremo, l’artista tornerà in studio per lavorare alla scrittura e alla produzione del suo nuovo progetto discografico. #Noi2 è l’hashtag che sottolinea lo stretto legame social tra Lodovica e i suoi fan e la voglia di tornare a condividere insieme la musica dal vivo dopo il successo del Lodovica World Tour del 2015 che l’ha vista esibirsi sui principali palchi italiani e internazionali. In scaletta oltre ai suoi brani storici e alle canzoni che comporranno il nuovo disco, anche le sanremesi “Il cielo non mi basta” e “Le mille bolle blu”.

Sergio Cammariere

2017-04-01

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Sergio Cammariere voce, pianoforte
Luca Bulgarelli contrabbasso
Amedeo Ariano batteria
Bruno Marcozzi percussioni
special guest
Fabrizio Bosso tromba

Sergio Cammariere ritorna all’Auditorium Parco della Musica accompagnato dalla sua storica band per proporre al pubblico i brani più amati del suo repertorio e alcuni inediti tratti dal nuovo album “Io” inciso per la Parco della Musica Records, l’etichetta discografica della Fondazione Musica per Roma prodotto in collaborazione con JandoMusic. La sua musica d’autore sarà un forte piacere emozionale, un viaggio coinvolgente nelle sonorità più raffinate e intense in cui l’artista esprime una forte personalità, tra note jazz, ritmo, canzoni e momenti più intimi di pianoforte solo. Una serata unica, per ritrovare il gusto della grande musica e avventurarsi con l’artista in percorsi di suono senza limiti e senza tempo.

Italian Organ - Opera in Roma

from 2017-04-01 to 2017-09-30

Evangelica Valdese

The organ, instrument of the church and praise to God, will surprise you with its changing voice: great, soft, solemn, pleading, joyful, never cold and distant.
A walk of 500 years through a sometimes sophisticated and experimental repertoire, sometimes solemn or humble and popular. From the creative toccatas and wisdom contrapuntal by Girolamo Frescobaldi, up to the virtuosity of Raffaele Manari, passing through the brilliance of sonatas by Domenico Scarlatti or Giovanbattista Pergolesi, to the reminiscences of the operatic music of Vincenzo Bellini or Padre Davide da Bergamo, to the elegant romanticism of Marco Enrico Bossi and even the irony of the characteristic pieces by Pietro Yon and Nino Rota's Sonata.
We'll take you by the hand to discover the magnificence of the most beautiful Italian pieces for Organ.

ORGAN
Stefano Vasselli
The concert program will be selected from the following repertoire:
G. Frescobaldi: Toccata in Sol minore (dal II libro) Bergamasca (dai "Fiori
musicali")
D. Scarlatti: Sonata
G. B. Pergolesi: Sonata in Fa
A. Vivaldi: Concerto in Re min (adattamento di J. S. Bach)
Anonimo: Toccata et Fuga - postcommunio - Offertorio pastorale
V. Bellini: Sonata
P. Davide da Bergamo: Suonatina - Elevazione
M. E. Bossi: Chant du Soir - Toccata
P. Yon: toccata per flauto
N. Rota: Sonata per organo
R. Manari: Studio da concerto


Vivaldi's Four Seasons and Oboe's Concert - Opera in Roma

from 2017-02-02 to 2017-06-29

Evangelica Valdese

Join us on a journey back to the 18th century…
The “Opera in Roma” Baroque Orchestra and internationally renowned soloists create a special atmosphere in the Waldensian Evangelical Church in Trevi of Rome. Principally the choice of works gives an impression of an authentic concert of the baroque era!
The audience enjoys single movements from solo concerts as well as famous suites from well-known works.
Enjoy the “Opera in Roma” Baroque Orchestra!


Symphonic Season - Opera in Roma

from 2017-04-16 to 2017-10-15

Chiesa San Paolo entro le Mura

Opera in Rome, is proud to present the new Symphony Season.
Six concerts, six great masterpieces from the brilliant minds of Beethoven, Schubert, Tchaikovsky and Dvorak, masterfully performed by the Symphony Orchestra of Opera in Rome.
Surrounded by the majesty of the Church of St. Paul's Within the Walls, and the splendor of its mosaics, you'll be overwhelmed by the force of the music of the great composer Ludwig van Beethoven, the romantic thrust of Franz Schubert, from the cosmopolitan Pyotr Tchaikovsky and the influence of American popular Antonin Dvorak.
The Symphony Orchestra "Opera in Rome" will accompany you to the discovery of the greatest composers, on a musical journey.


Vivaldi's Four Seasons meet Bach's Masterpieces - Opera in Roma

from 2017-02-06 to 2017-12-18

Chiesa San Paolo entro le Mura

The “Opera in Roma” Baroque Orchestra and internationally renowned soloists create a special atmosphere in the St. Paul Within the Walls Church. Principally the choice of works gives an impression of an authentic concert of the baroque era.
The programs of the concerts includes the work of the famous concerto for solo violin "The Four Seasons" by Antonio Vivaldi and the famous Bach cantatas for solo voice that enthuse the audience. The Baroque Orchestra "Opera in Rome" and its artists will inspire you too.
Enjoy the “Opera in Roma” Baroque Orchestra


The Three Tenors - Opera in Roma

from 2017-02-01 to 2017-12-27

Chiesa San Paolo entro le Mura

The Three Tenors - Napul’è Opera arias and Ballet. Three renowned tenors of Opera in Roma and magnificent dancers in costume will perform beautiful opera arias and the most famous songs of Neapolitan tradition.
The magic Torna a Surriento, O’ Sole mio, Funiculì funiculà but also enchanting opera arias will be played in the same concert in this unique occasion with the mandolin, cello, grand piano and dance company.


Dream Theater

2017-05-03

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
A grande richiesta, i Dream Theater tornano a Roma a maggio! Dopo i “sold out” dei due concerti di gennaio, la prog-metal band americana ha programmato un nuovo tour in Italia, che farà tappa nuovamente all’Auditorium Parco della Musica.
I Dream Theater nel loro show suoneranno per intero “Images and Words”, assoluta pietra miliare del genere che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo. Saranno inoltre eseguiti estratti da “The Astonishing” ed altri grandi classici. I Dream Theater sono un gruppo musicale progressive metal statunitense fondato a Boston nel 1985 da John Petrucci, John Myung e Mike Portnoy che rimane fino al 2010. La band raggiunge l’apice del successo commerciale negli anni novanta ma la loro attività continua negli anni grazie anche alla qualità dei suoi componenti e ai progetti esterni a cui hanno preso parte. Il loro disco più venduto è Images and Words del 1992 che ottenne numerosi premi e riconoscimenti vendendo due milioni di copie in tutto il mondo.

Maria Pia De Vito

2017-05-05

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Maria Pia De Vito voce
Huw Warren piano
Gabriele Mirabassi clarinetto
Roberto Taufic chitarra
Roberto Rossi batteria e percussioni

E' "core/coraçao" il nuovo album di Maria Pia De Vito registrato tra Roma e Parigi, che uscirà a maggio. La nuova fatica discografica della De Vito, che verrà presentato al pubblico dell'Auditorium Parco della Musica, è una delle più sentite, ed una delle più chiaramente transculturali: il titolo va ad indicare espressamente un lavoro del cuore, la cui scintilla è stata accesa dall’incontro con il compositore e chitarrista brasiliano Guinga ed il successivo incontro poetico con Chico Buarque, ospite del disco in due brani "Todo sentimento" e "O Meu Guri" (quest'ultimo un duetto in napoletano). Un lavoro certosino di traduzione dal portoghese al napoletano, svolto fianco a fianco con gli autori, in particolare con Chico, volto a conservare intatta la bellezza, la poesia e la musicalità dei testi originali, resi nella lingua napoletana, formidabile strumento musicale, lirico, ritmico e visionario allo stesso tempo. In questa visione metamorfica, come un tuffo in profondità nel mondo della canzone d’autore brasiliana, le danze campane incrociano quelle brasiliane, il samba visionario di Tom Zè incontra una tammurriata e insieme incorniciano il capolavoro "Construçao" di Chico Buarque, "Agua e Vinho" di Egberto Gismonti si mescola a "Voce 'e notte", meraviglioso esempio della grande tradizione melodica napoletana. Accanto a Maria Pia, grandissimi musicisti e compagni di lungo corso, virtuosi di strumento e di un interplay profondo, portatori di intimità e di sentimento che la comune e lunga frequentazione dei palchi consente: il pianista gallese Huw Warren, che con lei ha inciso due album "Dialektos" e "'O Pata Pata"; il virtuoso clarinettista Gabriele Mirabassi a suo agio in ambito classico e jazz, e da molti anni legato alla musica e alla cultura brasiliana; il chitarrista brasiliano Roberto Taufic autore di molti arrangiamenti del disco e musicista di straordinaria
sensibilità; Roberto Rossi, percussionista peculiarmente creativo e anticonvenzionale.

Gianluca Grignani

2017-04-14

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Dopo il sold out dei concerti di Roma e Milano, Gianluca Grignani annuncia un nuovo tour nei teatri di tutta Italia per presentare i suoi brani più noti in un originale unplugged semiacustico solo voce e chitarra. Gianluca Grignani ha festeggiato i 20 anni di attività artistica con un nuovo, importante progetto discografico, dal titolo “Una strada in mezzo al cielo”, e lo ha fatto coinvolgendo alcuni celebri colleghi che insieme a lui hanno preso parte a questo album speciale: il disco, infatti, contiene duetti con Elisa, Carmen Consoli, Ligabue, Annalisa, Briga, Luca Carboni, Fabrizio Moro, Max Pezzali e Federico Zampaglione. Il disco contiene tutte le canzoni dei suoi primi due album come “Destinazione Paradiso” e "La Fabbrica di Plastica", che recentemente è stata giudicata da un sondaggio promosso dal mensile Rolling Stone come la canzone più bella mai scritta nel panorama rock italiano. Quella di Gianluca è una storia rock di straordinarie canzoni: "Destinazione Paradiso", l'album di debutto vendette in un solo anno oltre due milioni di copie nel mondo e lo fece diventare un idolo anche in Sudamerica. Un enorme successo per un artista italiano emergente, tanto che celebri colleghi cominciarono ad "etichettarlo" riconoscendo in Grignani la nuova icona del cantautorato rock italiano - una costante in questi venti anni di attività, anche se Gianluca sfugge ancora oggi ad una precisa collocazione artistica nella musica italiana. La sua storia musicale è inestricabilmente la sua vita, cosi come il suo quotidiano è nelle canzoni che scrive: più che mai oggi Grignani è Gianluca, lontano dall'idolatria di qualche anno fa e sempre più vicino al suo pubblico.

Bussoletti

2017-05-18

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Bussoletti voce
Giuseppe Mangiaracina microkorg, basso e chitarre
Andrea Nicolè drum machine e batteria
Max Bossi chitarre
Maurizio Piacente keyboards e programmazione
E' uno dei cantautori più attivi degli anni zero. Ha duettato con Dario Fo e ha scritto la canzone, "Povero Drago", che Amnesty International ha scelto per festeggiare i suoi 40 anni in Italia. Arriva da oltre 30 concerti l'anno tra opening act di Tricarico e il sold-out all'Auditorium Parco della Musica ed ha al suo attivo diversi riconoscimenti importanti tra cui il Premio “Arte e Diritti Umani 2016” di Amnesty, il Premio Lunezia e il Premio Donida. Il suo precedente album, Pop Therapy , prodotto artisticamente da Luca Mattioni, è stato nella top10 di vendite della Fimi e tutti e 4 i singoli estratti sono stati in top10 generale di iTunes. "Come scemi" è attualmente il suo pezzo più noto perché fu scelto da una marca di gelati per la sua campagna estiva del 2014. E’ in attesa di far uscire il nuovo album di inediti, sempre prodotto da Luca Mattioni.
Il primo singolo estratto è “Correre” che, in quanto inno dei runners, ha ottenuto il prestigioso patrocinio della Fidal – Federazione Italiana Atletica Leggera. Ha superato i 50mila streaming su Spotify ed è stato in Top10 di vendite su iTunes.
Il secondo estratto è “Selvaggia Lucarelli”, subito caso web con oltre 500mila views per il video ed oltre 100mila streaming per la canzone su Spotify.
Parallelamente alla sua carriera musicale collabora con diverse testate giornalistiche e conduce #lingueasonagli, un programma talk su Radio Cusano Campus che ha appena vinto le Cuffie D’Oro.

Mimmo Cavallaro

2017-05-10

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Mimmo Cavallaro presenta “Live in Studio”, il nuovo album che dà il via al rinnovato percorso artistico del principale esponente della musica popolare calabrese.
“Live in studio” è album completo e rappresentativo dell’intera carriera dell’artista cauloniese, un album che raccoglie i migliori brani di Cavallaro rielaborandoli con un sound rinnovato grazie alla nuova band che il guru della tarantella calabrese ha voluto accanto a se per il nuovo percorso appena inaugurato.
" Per me - dichiara Mimmo Cavallaro - è un momento importante della mia attività di musicista, per questo motivo ho deciso di raccogliere in un unico lavoro i migliori successi del mio repertorio, rinfrescandoli con nuovi arrangiament i". L’obiettivo di questo disco infatti è diffondere la tradizione calabrese al di là dei confini regionali, mettendo insieme la sperimentazione e i suoni del Sud. Nato e vissuto nell’area culturale di cui è portavoce, Mimmo Cavallaro ha sempre condotta la sua particolare ricerca attraverso “indagini sul campo”, analizzando e registrando la varietà dei connotati stilistici che caratterizzano i diversi luoghi della Calabria.

Il venerdÏ è jazz

from 2017-02-03 to 2017-03-31

Osteria Margutta


Daniele Silvestri

2017-06-24

Ippodromo delle Capannelle

Kasabian arriving at Postepay Rock In Rome. After the great rock music success reached all over the world, this group from Leicester is preparing his 2017 tour that will thrill fans all over Europe. The famous British indie-rock band will perform at Capannelle Hippodrome in Rome, on 21st July.


Capuchins Crypt: Christmas Baroque concert

2017-12-22

Museo e Cripta dei Cappuccini

Relive the glory of an extraordinary musical and cultural moment and visit the famous Capuchins Crypt.

The wonderful liturgies performed inside the Sistine Chapel from the Baroque time were replicated in the most important Churches of Rome, attracting a lot of visitors from all over the world during the 1600. In our event of Art and Music, which is unique in Rome, you can relive the glory of an extraordinary artistic and cultural moment.

It consists in a wonderful performance in which the music of the masters of the Sistine Chapel such as Palestrina, Victoria, Arcadelt, Lasso, Morales, Anerio, resonate inside the marvelous Capuchins Church of S. Maria Immacolata that contains large marble, sculptures, frescoes and other wonders.


This special Baroque Christmas Concert will be performed by the prestigious Schola Romana Ensemble, the most regarded local group that is specialized in Roman music of the Baroque period.


Christmas Baroque Concert

from 2017-12-21 to 2017-12-29

Sant'Agnese in Agone

Relive the Glory of an extraordinary artistic and cultural moment.

The wonderful liturgies performed inside the Sistine Chapel from the Baroque time were replicated in the most important Churches of Rome, attracting a lot of visitors from all over the world during the 1600. In our event of Art and Music, which is unique in Rome, you can relive the glory of an extraordinary artistic and cultural moment.

It consists in a wonderful performance in which the music of the masters of the Sistine Chapel such as Palestrina, Victoria, Arcadelt, Lasso, Morales, Anerio, resonate inside the marvelous Church of Sant’Agnese in Agone that contains large marble, sculptures, frescoes and other wonders.
This special Baroque Christmas Concert will be performed by the prestigious Schola Romana Ensemble, the most regarded local group that is specialized in Roman music of the Baroque period.
________________________________
Music, Art and Food bring about an unforgettable evening.
After your Art and Music exploration we offer you the opportunity to continue your experience with the tastes of Rome.
The cosy restaurant “Zafferino” (2 min. walking), dedicated to local cuisine has joined with us to give you a full sensory experience by sampling the finest food and wine that Rome has to offer.
You will enjoy the local pasta dish followed by a famous main course and homemade dessert. Only on reservation, drinks are not included.


OPERA SERENADES BY NIGHT IN ROME - A magic night with the Italian Opera

from 2017-01-15 to 2017-07-30

Galleria Doria Pamphilj, Palazzo Doria Pamphilj

Experience romance in the heart of Rome with an evening of Arias and love duets.
The best Songs and Music of the Great Italian Tradition will be performed in the exclusive Throne Hall of the Palazzo Doria Pamphilj.
You will be serenated as you experience the glory and richness of this stately Hall and you will become one with the protagonists of the opera’s of Verdi, Puccini, Bellini with all of their passion and emotions.
A crescendo of feelings that will bring you into the fantastic world of the most famous melodies of the Great Italian Opera and Neapolitan Songs.
For all of the passion of Italian music and the stunning setting of Rome join us for an unforgettable evening filled with the music of the heart.


Music in Bernini’s Rome - Music and art in the heart of Baroque Rome

from 2017-01-05 to 2017-07-27

Sant'Agnese in Agone

In the heart of Roman Baroque.
This rich musical program explores the diverse musical heritage of the 17th century. It combines voice and original instruments of the period with a presentation of the marble, sculptures, frescoes and artistic wonders that begins in the Borromini Sacristy and ends with a moving final concert in Sant’Agnese in Agone, the jewel of Roman Baroque.
———————————————————————
Music, Art and Food bring about an unforgettable evening.
After your Art and Music exploration we offer you the opportunity to continue your experience with the tastes of Rome.
A full sensory experience by sampling the finest food and wine that Rome has to offer.
You will enjoy the local pasta dish followed by a famous main course and homemade dessert. Only on reservation, drinks are not included.


NEW YEAR’S BAROQUE CONCERT - Baroque music concert inside the prestigious Doria Pamphilj Palace

2017-12-31

Galleria Doria Pamphilj, Palazzo Doria Pamphilj

The scintillating music of Roman Baroque is the star of this extraordinary event. The sound of the Baroque music comes alive in the original instruments from the period in one of the most famous Palaces in the heart of historic center of Rome: Doria Pamphilj Palace.

The concert will be performed in the superb Throne Hall which is a perfect scenography, with original furnishing of XVIII c.,  and belongs to the Doria Pamphilj Princess private apartment.

With our ticket you will be able to tour the rarely scene private apartments of the Princess Doria Pamphilj.

Roma Opera Omnia offer a performance of the highest artistic standard for unique and unforgettable experience that will stay in your memory forever.


La Serva padrona. Italian Comic Opera masterpiece

from 2017-03-19 to 2017-05-28

Galleria Doria Pamphilj, Palazzo Doria Pamphilj

Italian Comic Opera masterpiece. Not your typical tourist venues. Unique experience in Rome.

An entirely performance in the gloriosus Doria Pamphilj Palace an exclusive venue in the heart of the city's historic center.
La serva padrona (The head servant) is the masterpiece of the Opera buffa (Comic Opera) the product of the genius of Giovan Battista Pergolesi.
Serpina, a young servant clever and ambitious, Uberto her boss and Vespone another servant  who is a little incompetent, together they create a funny and lively story that takes place in the superb Throne Hall which is a perfect scenography, with original furnishing of XVIII c., and belongs to the Doria Pamphilj Princess private apartment.

Il Teatro dell'Opera buffa, a group of singers, actors, musicians, scenographers, costumers, offers a performance of the highest artistic standard for unique and unforgettable experience that will stay in your memory forever.


Capuchins Crypt: sacred music in the heart of Rome

from 2017-01-03 to 2017-07-26

Museo e Cripta dei Cappuccini

Guided tour of Capuchins Crypt and church with baroque music concert.
Exclusive location. Unique event in Rome. Limited places available.

The famous Capuchins Crypt decorated  with 4.000 bones of Chapuchins friars is an unmissable destination for a Rome visitor who wants to fully dig into the cultural and spiritual essence of the Eternal city.
Our event includes the guided tour in English of this fascinating and mysterious place, that also hosts a famous canvas of Caravaggio: La meditazione di S Francesco.
The concert offers a program from the repertoire that best expresses the artistic and spiritual content of this site: Baroque music performed in Rome in 1500 and in 1600.
An exclusive momento of your stay in Rome that will remain in your memory forever.


Serena Brancale Quartet

2017-05-02

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Serena Brancale voice, multipad
Alfonso Deidda keyboards, sax
Daniele Sorrentino bass
Dario Panza drums

featuring
Stefano Di Battista sassofoni

Se per tanti la musica di qualità si racchiude in uno specifico genere musicale, per Serena Brancale, invece, rappresenta un melting pot di generi, suoni e idee. Con questa visione, i suoi territori sonori spaziano dal jazz al soul, dal funk all’R&B, passando attraverso ballate e canzoni d’autore, senza mai dimenticare i moderni suoni dell’elettronica che sfiorano intensi momenti d’ispirazione. La sua duttilità vocale dal timbro pieno, simile a quello delle voci afroamericane, ma anche la sua continua voglia di ricerca indirizzata verso una più ampia visione della musica, riescono ad abbattere le barriere dei generi musicali. La giovanissima cantante ed autrice barese è sicuramente una delle voci più talentuose emerse nell’ultimo periodo in Italia. Partendo proprio dalla Puglia, la regione che negli ultimi anni si è particolarmente distinta per i suoi talenti. Serena è riuscita a conquistare il pubblico più raffinato come quello del jazz ma anche il grande pubblico, come è accaduto al Festival di Sanremo 2015 con la sua composizione Galleggiare che ha ottenuto notevoli apprezzamenti da alcuni grandi artisti artisti italiani come Fiorello, Mario Biondi, Arisa, Tosca, Fabizio Frizzi oltre che da importanti nomi della critica musicale, in particolar modo da Ernesto Assante e Marco Mangiarotti.

Chihiro Yamanaka Female Trio

2017-04-12

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Chihiro Yamanaka piano/fender Rhodes
Inga Eichler electric&double bass
Karen Teperberg drums
Chihiro Yamanaka torna all’Auditorium Parco della Musica per una prima assoluta con una sezione ritmica femminile: Inga Eichler al basso elettrico e contrabbasso e Karen Teperberg alla batteria. Quindici dischi all'attivo con la Verve Records, e da gennaio 2014 con la leggendaria Blue Note Records, miglior pianista in Giappone e acclamata in USA, Chihiro Yamanaka è tra le pianiste più importanti della scena jazz contemporanea. Nativa di Tokyo ma residente a New York, negli ultimi anni si è esibita in piano solo, in trio e con Orchestra nelle sale più importanti del mondo. Swing, ritmo, fender rhodes sparsi tra le pieghe dei suoi brani. Una giostra infinita di soluzioni musicali mai scontate, sorprendenti. Il tutto condito da una tecnica pianistica invidiabile e da uno stile impeccabile. Così capita che la musica di Chihiro Yamanaka si ascolti che è un piacere, tra standard e temi originali che sanno farsi apprezzare. Altro particolare non trascurabile, è il senso della melodia, alcuni critici la paragonano a Petrucciani, altri ad Oscar Peterson. Non è un caso che sia una dei giovani musicisti più richieste dal gotha del jazz internazionale. Si è esibita con importanti nomi del jazz, tra cui Clark Terry, Gary Burton, George Russell, Curtis Fuller, Ed Thigpen, Nancy Wilson, George Benson ed Herbie Hancock. Il suo album di debutto “Living Without Friday”, nel 2001, l’ha posta sin da subito tra le più gradite sorprese della scena musicale internazionale. George Russell l’ha definita “una musicista molto dotata e creativa” ed il magazine giapponese Jazz Life l’ha descritta come “una dei più grandi talenti nel jazz degli ultimi decenni”.

GeGĂŠ Telesforo

2017-04-05

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
GeGé Telesforo voce
Alfonso Deidda sassofono, flauto, tastiere, voce
Seby Burgio pianoforte, tastiere
“fratello” Joseph Bassi contrabbasso
Dario Panza batteria

special guest
Joanna Teters voce
"Take a Fun Slow Ride" canta la vocalist Joanna Teters nel brano "The Green Doctor" ed è proprio una passeggiata lenta, divertente, rigenerante e significativa quella che GeGé Telesforo propone in questo concerto dedicato al progetto Soundz for Children (United Musicians for UNICEF) di cui GeGé è inventore e promotore. L’evento è finalizzato alla rimozione di tutti gli ostacoli socio-culturali che impediscono un armonioso sviluppo psico-fisico dei bambini attraverso la musica. Un concerto carico di magia, particolarmente energico e ispirato al futuro, a tutto ciò che sarà “next” per noi e per i nostri figli, partendo dalla “prossima musica”: the next music che GeGé vi propone in anteprima esclusiva.

Great Opera

from 2017-03-22 to 2017-12-27

Sant'Agnese in Agone

Programme:
G. Verdi      from La Traviata, Libiamo nei lieti calici
G. Verdi      from La Traviata,  E’ strano
G. Verdi      from Rigoletto, La donna è mobile
G. Puccini   from Bohème, O soave fanciulla
G. Rossini   from Il barbiere di Siviglia, Una voce poco fa...
G. Verdi      from La Traviata, Addio del passato
G. Verdi      from Rigoletto,  Questa o quella
G. Puccini   from Tosca,  E lucevan le stelle
G. Puccini   from Tosca, Vissi d'arte
G. Puccini   from Bohème, Quando m'en vò


The Four Seasons - Vivaldi

from 2017-03-18 to 2017-12-30

Sant'Agnese in Agone

Enjoy the extremely lively, contagious and highly virtuosic music of Vivaldi with his very famous Four Seasons, for soloist violin, violins, viola, cello, and piano quintet in the suggestive and prestigious setting of Piazza Navona, in the baroque jewel the enchanting Borromini's Sacristy of the St. Agnes in Agone Church.

You will have unforgettable emotions listening to the most famous Vivaldi Concert, admiring the fabulous frescoes, the graceful Borromini's architecture and have a multisensorial experience

Programme:
Vivaldi - Four Season


Rodrigo LeĂŁo&Scott Matthew

2017-03-25

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Un compositore portoghese con gli occhi sul mondo, un cantautore australiano che vive a New York, ognuno con la propria carriera di successo. Un incontro improbabile, si potrebbe dire, ma in realtà un incontro che sembrava destinato a succedere prima o poi. Prima ancora di conoscersi, Rodrigo Leão e Scott Matthew sembravano essere circondati dagli stessi groove. Rodrigo, un veterano della scena musicale portoghese degli ultimi 30 anni, ha iniziato come musicista rock e cantautore, ha formato l'internazionale ensemble acustico Madredeus, naviga tra classica, contemporanea, new music, colonne sonore e adult pop. Da New York City, Scott, si è reso noto al resto del mondo grazie alla sua partecipazione alla acclamato film di John Cameron Mitchell Shortbus . Ha pubblicato una serie di album solisti ed EP, collaborando con artisti importanti come Sia o Yoko Kanno, sviluppando negli anni un suo stile personale pieno di emotività e verità vulnerabili. Sembrava che questo incontro fosse destinato a succedere. Più strumentista che cantante, la musica di Rodrigo è infatti sempre stata trasportata più dalle voci che dagli strumenti, che sia quella di Beth Gibbons dei Portishead, di Nail Hannon de La Divina Commedia o quella di Stuart Staples dei Tindersticks. Matthew Scott si inserisce perfettamente all'interno di questo club. Rodrigo lo ha invitato per la prima volta a cantare nel suo album del 2011 intitolato The Magic Mountain. Una seconda collaborazione arriva per Songs, una compilation del 2012. Entrambe le occasioni sono state la prova per creare un rapporto di amicizia e complicità che sarebbe cresciuto negli anni.
Mentre Rodrigo sperimentava con elettronica e paesaggi sonori, scriveva colonne sonore e registrava anche un album orchestrale per la Deutsche Grammophon, Scott pubblicava altri due album inedit. Nonostante gli impegni, i due continuavano a scambiarsi idee, emozioni e canzoni per tutto il tempo. Ora, il risultato di quegli anni di scambi può finalmente essere ascoltato in un album registrato insieme che racconta la storia di un incontro improbabile tra un compositore con il dono della melodia e un cantautore con l'abilità di lavorare su quel dono: Life is Long.

The great italian opera - Opera e Lirica

from 2017-01-05 to 2017-04-27

Chiesa San Paolo entro le Mura

The most beautiful Italian opera arias are performed by soprano Roberta Polverini, baritone Maurizio Zanchetti and tenor Emil Alekperov with strings quartet and grand piano.
Experience this unique concert. Live the great Italian opera with Opera e Lirica.


The Three Tenors - Opera e Lirica

from 2017-01-06 to 2017-04-28

Chiesa San Paolo entro le Mura

Inspired by the popular Three Tenors concert of L. Pavarotti, P. Domingo e J. Carreras, Opera e Lirica offers to its visitors the most famous Italian opera arias from Tosca, La Traviata and L’Elisir d’amore alternated with the popular songs like O’sole mio, Torna a Surriento and Nel blu dipinto di blu performed by the wonderful voices of Opera e Lirica three tenors accompanied by our strings quartet and piano.


La Traviata - Opera e Lirica

from 2017-01-10 to 2017-04-30

Chiesa San Paolo entro le Mura

Opera e Lirica presents “La Traviata: the original opera by Giuseppe Verdi with ballet”
Special Guest the baritone Giorgio Gatti as Marchese D’Obigny.
Choreography: Matteo D’Alessio 
Conductor: Mauro Giordani 
Scenes and costumes: Eliodora Zanrosso
Artistic direction: Maurizio Zanchetti
Direction: Giuseppina Cuccaro


Notturni

2017-04-08

Musei di Villa Torlonia: Casina delle Civette

Concerto di musica da camera a cura del chitarrista Claudio Giuliani nell'ambito della mostra    Tre Civette Sul Comò. CivettArte

Programma:
Johann Kaspar MERTZ “Trois nocturnes” Op.4 (1806-1856) per chitarra;

Wenzeslaus MATIEGKA “Notturno” Op. 21 (1773-1830)
con
Vittoria Maresca, flauto;
Federico Monti, viola;
Claudio Giuliani, chitarra


Get up Tour - Bryan Adams in concerto

2017-11-14

Palalottomatica

Last year, the Deep Purple, experimented a new kind of music, even reaching younger audiences who, at the time of the first hit records, was not yet born. The entire discography of DEEP PURPLE is one of the highest representations of rock music. On Thursday 22nd  June fans will have a good opportunity to see the last carrier tour of  the Rock n Roll Hall Of Fame winners. The Deep Purple perform at Palalottomatica in Rome with “Infinite” The Long Goodbye Tour, namely the farewell tour.


Rodrigo LeĂŁo, Scott Matthew

2017-03-25

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Un compositore portoghese con gli occhi sul mondo, un cantautore australiano che vive a New York, ognuno con la propria carriera di successo. Un incontro improbabile, si potrebbe dire, ma in realtà un incontro che sembrava destinato a succedere prima o poi. Prima ancora di conoscersi, Rodrigo Leão e Scott Matthew sembravano essere circondati dagli stessi groove. Rodrigo, un veterano della scena musicale portoghese degli ultimi 30 anni, ha iniziato come musicista rock e cantautore, ha formato l'internazionale ensemble acustico Madredeus, naviga tra classica, contemporanea, new music, colonne sonore e adult pop. Da New York City, Scott, si è reso noto al resto del mondo grazie alla sua partecipazione al film di John Cameron Mitchell Shortbus . Ha pubblicato una serie di album solisti ed EP, collaborando con artisti importanti come Sia o Yoko Kanno, sviluppando negli anni un suo stile personale pieno di emotività e verità vulnerabili. Sembrava che questo incontro fosse destinato a succedere. Più strumentista che cantante, la musica di Rodrigo è infatti sempre stata trasportata più dalle voci che dagli strumenti, che sia quella di Beth Gibbons dei Portishead, di Nail Hannon de La Divina Commedia o quella di Stuart Staples dei Tindersticks. Matthew Scott si inserisce perfettamente all'interno di questo club. Rodrigo lo ha invitato per la prima volta a cantare nel suo album del 2011 intitolato The Magic Mountain. Una seconda collaborazione arriva per Songs, una compilation del 2012. Entrambe le occasioni sono state la prova per creare un rapporto di amicizia e complicità che sarebbe cresciuto negli anni.
Nonostante gli impegni reciproci, i due hanno continuato a scambiarsi idee, emozioni e canzoni. Il risultato di quegli anni di scambi può finalmente essere ascoltato in un intero album registrato insieme Life is Long. D odici brani che raccontano la storia di un incontro improbabile tra un compositore con il dono della melodia e un cantautore con l'abilità di lavorare su quel dono.

Levante

2017-05-04

Atlantico Live


Fritz Kalkbrenner

2017-04-08

Spazio Novecento


Brunori Sas

2017-04-01

Atlantico Live


Benji & Fede

2017-05-21

Atlantico Live


Paolo Fresu Devil Quartet

2017-03-24

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Paolo Fresu tromba, flicorno, effetti
Bebo Ferra chitarra
Paolino Dalla Porta contrabbasso
Stefano Bagnoli batteria
Insieme da oltre un decennio, il Devil Quartet è sinonimo di un viaggio musicale (concretizzato nell’ultimo disco pubblicato, “Desertico”) tra l’Africa e il mondo occidentale attraverso il jazz, il rock e il meticcio. Nonostante la poetica di Fresu sia sempre in evidenza, è l’energia ritmica e la coesione tra i componenti del gruppo la caratterista fondamentale di questa ormai storica formazione italiana. Anche in “Desertico”, come nel precedente “Stanley Music”, i brani sono scritti per la maggior parte dai membri del gruppo ma vi traspare un amore per il canto delle ballate e una dedica al rock degli Stones. I quattro, infatti, non si risparmiano e creano insieme un album destinato a durare nel tempo. Un’opera densa di emozioni, sudore e anima.

Il concerto sarà preceduto da un incontro alle 19.30 in Sala Ospiti dal titolo Di Musica e di Terra: il Festival Time in Jazz - Una conversazione sul festival Time in Jazz di Berchidda a 30 anni dalla sua nascita. Parteciperanno: Paolo Fresu, Luigi Onori, Gianfranco Cabiddu. L’ingresso è libero.

EinstĂźrzende Neubauten + Special guest Spiritual Front

2017-07-17

Ippodromo delle Capannelle

Kasabian arriving at Postepay Rock In Rome. After the great rock music success reached all over the world, this group from Leicester is preparing his 2017 tour that will thrill fans all over Europe. The famous British indie-rock band will perform at Capannelle Hippodrome in Rome, on 21st July.


Umberto Tozzi

2017-05-12

Auditorium Conciliazione


Simple Minds + very special guest: KT Tunstall

2017-04-23

Auditorium Conciliazione


Steve Hackett - Genesis Revisited

2017-04-01

Auditorium Conciliazione


Musica di Bach

2017-04-06

Teatro Argentina - Teatro di Roma


Musica di Vivaldi

2017-03-30

Teatro Argentina - Teatro di Roma


Santa Cecilia al volo 2017 - II edizione

from 2017-01-12 to 2017-06-22

Aeroporto di Fiumicino Leonardo da Vinci - Services and connections


U2: The Joshua Tree Tour 2017

from 2017-07-15 to 2017-07-16

Stadio Olimpico

Tiziano Ferro back on stage with 9 live concerts: from the first days of October new concert dates have been announced. A tangible sign that Tiziano is back after his big tour throughout Italian stadiums and European sports buildings.

A nine stop trip which of course could not miss a stop in Rome always ready to welcome him. The concert is scheduled on 28th June 2017 at the Olympic Stadium. The tour is starting a few months after  the publication of his new album “Il Mestiere della Vita”.


Il teatro che suona - L'Accademia Filarmonica Romana all'Argentina

from 2017-01-26 to 2017-04-06

Teatro Argentina - Teatro di Roma


Kasabian

2017-07-21

Ippodromo delle Capannelle

Kasabian arriving at Postepay Rock In Rome. After the great rock music success reached all over the world, this group from Leicester is preparing his 2017 tour that will thrill fans all over Europe. The famous British indie-rock band will perform at Capannelle Hippodrome in Rome, on 21st July.


Fiorella Mannoia

2017-05-16

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Tutti combattiamo. Per un'idea, un amore, un'ingiustizia, un traguardo... in generale per il diritto di essere felici.
Dopo il grande successo con i due concerti sold out di dicembre, Fiorella Mannoia torna all’Auditorium Parco della Musica con il suo “Combattente”. Molti gli amici e i colleghi che hanno collaborato alla realizzazione dell’album, autori della nuova generazione ma anche storici nomi del cantautorato italiano: Ivano Fossati, Giuliano Sangiorgi, Federica Abbate, Cheope, Fabrizio Moro, Amara, Bungaro e Cesare Chiodo. Fiorella Mannoia è una delle voci più amate della canzone d’autore italiana; camaleontica e appassionata, tra le pochissime artiste a essere riuscite a combinare il fascino della discrezione e della misura con un’intensità interpretativa coraggiosa e policroma. Del progetto fa parte anche “Perfetti Sconosciuti”, il brano scritto da Fiorella Mannoia con Cesare Chiodo e Bungaro, che le è valso (al suo debutto come autrice e interprete di una colonna sonora) il Nastro D’Argento 2016 per la “Migliore Canzone Originale” nell’omonimo film diretto da Paolo Genovese. Una ritrovata passione, quella per il cinema, per Fiorella, che torna sul grande schermo nel film di Michele Placido “7 Minuti”, in cui ha recitato il ruolo di una delle protagoniste.

Roberto Vecchioni

2017-03-30

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Roberto Vecchioni voce
Lucio Fabbri pianoforte, violino
Massimo Germini chitarra acustica
Marco Mangelli basso
Roberto Gualdi batteria
Fa tappa all’Auditorium Parco della Musica il tour teatrale di Roberto Vecchioni “La vita che si ama”, arricchito dal nuovo lavoro discografico “Canzoni per i figli” contenuto in un cofanetto in abbinamento all’ultimo libro dal quale lo spettacolo prende il nome. Il cantautore è tornato in studio di registrazione tre anni dopo il disco d’oro “Io non appartengo più” per incidere le nove canzoni dedicate ai figli e il brano inedito “Che c’eri sempre”, poesia musicata scritta per la mamma.
La musica e la letteratura, universi di riferimento imprescindibili e componenti identitarie del cantautore si fondono in un lavoro nel quale Roberto Vecchioni padre si racconta ai suoi figli Francesca, Carolina, Arrigo ed Edoardo. “Canzoni per i figli” è un disco che racchiude i brani molto amati del repertorio del cantautore con il nuovo arrangiamento di Lucio Fabbri, dai capolavori più conosciuti - “Figlia” e “Le Rose Blu” - a quelli meno noti - “Canzone da lontano” e “Un lungo Addio” - riarrangiate, risuonate, ricantate e riconcepite, sino a discostarsi, in alcuni casi, dall’originale come ad esempio nel brano “Quest’uomo”. Il professore sarà accompagnato dalla “band storica”, costituita da Lucio Fabbri (pianoforte e violino), Massimo Germini (chitarra acustica), Marco Mangelli (basso) e Roberto Gualdi (batteria).

Giusy Ferreri

2017-04-04

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
A 3 anni dalla sua ultima partecipazione, Giusy Ferreri torna in gara al Festival di Sanremo, nella sezione Campioni, con il brano “Fa talmente male”, che sarà contenuto nel nuovo album d’inediti in uscita il 3 marzo 2017.
Ad aprile, poi, Giusy riporterà sul palco la sua energia e la sua voce unica con “Girotondo Live”, in un concerto dove presenterà live i brani contenuti nel nuovo album, oltre ai suoi più grandi successi.
Dal 2008 ad oggi Giusy Ferreri ha collezionato risultati unici e straordinari: nel 2008, all’uscita da X Factor, ha pubblicato l’EP “Non ti scordar mai di me” (3 volte disco di platino) e, successivamente, il cd di inediti “Gaetana” (5 dischi di platino in Italia e 2 in Grecia). Il 2009 è l’anno dell’album di cover “Fotografie” (disco di platino in Italia e in Grecia) mentre “Il Mio Universo”, disco che contiene il brano presentato alla 61^ edizione del Festival di Sanremo “Il mare immenso” (certificato disco d’oro), è del 2011. Nel 2014 Giusy Ferreri partecipa al Festival di Sanremo con i brani “L’amore possiede il bene” e “Ti porto a cena".

Beethoven, Prokof'ev

2017-05-04

Big Mama

Con V. Bolognese (violino), T. Servillo (Voce recitante), Orchestra del Teatro dellÂżOpera di Roma - Introduzione di S. Catucci
, dirige D. Smith.

Jazz Factory rassegna di giovani compositori e arrangiatori

2017-06-25

Teatro Eliseo


INK concerto per orchestra d’archi e immagini, composizioni originali e sonorizzazioni

2017-06-04

Teatro Eliseo


MimĂŹ la musica di Mia Martini con Antonella De Grossi e la Saint Louis Pop Orchestra

2017-05-28

Teatro Eliseo


Coro Canta Autore, SAT&B diretto da Maria Grazia Fontana, ospiti a sorpresa

2017-04-23

Teatro Eliseo


Rumours Live Electronics e danza - Le grandi colonne sonore

2017-03-26

Teatro Eliseo


Vince Mendoza dirige la Saint Louis Big Band

2017-06-16

Teatro Eliseo


Guitar Nightmare Rock’n Blues con Lello Panico, William Stravato, Giacomo Anselmi con la partecipazione straordinaria di Marco Sfogli

2017-05-15

Teatro Eliseo


Kurt Elling, Rosario Giuliani e la Saint Louis Big Band

2017-04-10

Teatro Eliseo


Special guest - Festival di produzioni originali

from 2016-12-19 to 2017-06-25

Teatro Eliseo


Red Hot Chili Peppers

2017-07-20

Ippodromo delle Capannelle

On 20th July the Californian band performed at the PostePay Sound RockIn Rome (at the Ippodromo delle Capannelle) presenting his latest album The Getaway.
The band needs no introduction. The Red Hot Chili Peppers, during 30 years of history, have sold more than 60 million records during an outstanding career.


Nek

2017-07-13

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Cavea
Mentre il suo nuovo singolo "Differente" è tra i brani più trasmessi dalle radio italiane, Filippo Nek Neviani annuncia l’atteso tour estivo che prende il nome dal suo ultimo album di inediti “Unici” e che lo vedrà fare tappa in alcune delle location più prestigiose e suggestive d’Italia.
Sul palco Nek, con la sua straordinaria energia, regalerà al pubblico le note degli indimenticabili successi della sua carriera e i brani del suo nuovo album.
Prodotto dallo stesso Nek e da Luca Chiaravalli, “Unici” è il tredicesimo album di inediti dell'artista, uscito a quasi due anni di distanza dal precedente “Prima di Parlare”. Questo nuovo lavoro contiene 11 brani: Unici; Differente; Questo so di me; Freud (featuring J-Ax); Uno di questi giorni; Mia; Il giardino dell’Eden; La mia terra; Quando era ora; In braccio; Futuro 2.0.

The Three Tenors: opera arias, Naples and Songs - Opera e Lirica

from 2017-03-04 to 2017-10-28

Oratorio del Caravita (San Francesco Saverio)

Inspired by the “Three Tenors” concerts by Luciano Pavarotti, Placido Domingo and José Carreras, Opera e Lirica presents famous Italian opera arias from Tosca, La Traviata and L’Elisir d’amore and the most beautiful Neapolitan songs, like “O’sole mio” and “Torna a Surriento”.

Emil Alekperov, Maffeo Putelli, Massimiliano Drapello: tenors
Bak Edina: piano
Elvin Dhimitri, Fiammetta Borgognoni: violin
Ilia Kanani: viola
Valentino Ferraro: cello

 

Programma:
Pietro Mascagni - Cavalleria Rusticana: Intermezzo
Gaetano Donizetti - L'Elisir d'Amore: Una furtiva lagrima
Giacomo Puccini -  'E lucevan le stelle', from Tosca
Giuseppe Verdi - 'De' miei bollenti spiriti', from  La Traviata
Jules Massenet -Thais: Intermezzo
Giuseppe Verdi - Rigoletto: La donne è mobile
Ruggero Leoncavallo - Pagliacci: Recitar…vesti la giubba!
Giacomo Puccini - 'Nessun dorma', from Turandot
 
-----
 
Medley di Canzoni Napoletane
Salvatore Cardillo - Core 'ngrato
Eduardo Di Capua - Maria Marì
Rodolfo Falvo - Dicinincello vuie
Ernesto de Curtis - Torna a Surriento
Domenico Modugno - Nel blu dipinto di blu
Andrea Bocelli - Con te partiro’
Eduardo Di Capua - O sole mio
Giuseppe Verdi, 'Libiamo ne' lieti calici', from  La Traviata


I Concerti al Quirinale nella Cappella Paolina 2017

from 2017-01-15 to 2017-12-10

Palazzo del Quirinale


Patti Smith

2017-05-13

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
A distanza di tre anni dal tour acustico “The Smith’s’ Family”, in occasione del conferimento della laurea magistrale ad honorem in Lettere classiche e moderne, Patti Smith si esibirà in una serie di speciali concerti dal titolo “Patti Smith – Grateful”, che vedranno la “sacerdotessa” del rock accompagnata sul palco dai figli e dal bassista, chitarrista e direttore musicale Tony Shanahan. “Grateful” ci ricorda l’omonima canzone presente nel suo album “Gung Ho” del 2000, ed è sentimento scelto dalla poetessa del rock, che ha compiuto 70 anni a dicembre, per esprimere una vicinanza speciale verso chi da sempre la ama e la sostiene. Questa imperdibile serie di concerti darà la possibilità al pubblico italiano di ammirare ancora una volta lo spessore di un'artista che, dopo oltre quarant'anni di carriera, riesce ad esibirsi con la stessa grinta e spirito punk degli esordi.
Vera icona del rock vivente, la “sacerdotessa” del rock, nella sua carriera di oltre quaranta anni ha attraversato il punk diventandone l’icona, analizzato il mondo in tutte le sue forme d’arte, attraverso la musica, la fotografia, la poesia, i romanzi, la pittura e la scultura, lasciando un segno indelebile in ogni sua espressione. Amata, discussa, influente ed idealista, Patti Smith è un vero e proprio mito del rock per tutte le generazioni e, senza dubbio alcuno, tra gli artisti più influenti di sempre, cantautrice e poetessa.

Thegiornalisti

2017-05-09

Palalottomatica


Deep Purple

2017-06-22

Palalottomatica

Last year, the Deep Purple, experimented a new kind of music, even reaching younger audiences who, at the time of the first hit records, was not yet born. The entire discography of DEEP PURPLE is one of the highest representations of rock music. On Thursday 22nd  June fans will have a good opportunity to see the last carrier tour of  the Rock n Roll Hall Of Fame winners. The Deep Purple perform at Palalottomatica in Rome with “Infinite” The Long Goodbye Tour, namely the farewell tour.


Mario Biondi

2017-04-24

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Mario Biondi torna in concerto all’Auditorium Parco della Musica con il Best Of Soul - Tour , la tournée che segue l’uscita della raccolta “Best Of Soul” con cui l’artista festeggia i dieci anni dal celebre disco d’esordio “Handful of Soul”.
Dopo il successo dell'ultimo album “Beyond” certificato Oro e i sei dischi di platino conquistati negli ultimi quattro anni, con “Best of soul” Mario Biondi si conferma artista unico nel panorama musicale italiano, godendo da anni di grande stima anche da parte di pubblico e critica internazionali. Una voce calda, profonda, sensuale, eppure limpida e sicura: Mario Biondi, all'anagrafe Mario Ranno, ha coltivato con cura e pazienza la sua passione musicale, a partire dagli ascolti fatti già in tenerissima età accanto al padre cantante, Stefano Biondi, in ricordo del quale Mario ha assunto l'attuale nome d'arte.
Tante diversissime esperienze sono valse a formare il grande artista d'oggi: dai cori in chiesa ai turni nelle sale di registrazione per etichette di nicchia, senza trascurare lo studio e il perfezionamento della lingua inglese, lui, catanese per nascita e per indole. Appassionato di musica soul, dal 1988 apre alcuni concerti di interpreti ed autori del panorama internazionale, primo tra tutti Ray Charles. Ma l'opportunità più grande gli si prospetta con la pubblicazione in Giappone del singolo “This is what you are”, che rimbalza sulla consolle di Norman Jay, celebre dj della BBC1, che - innamorato del pezzo – lo rilancia per tutta Europa.

Andrea Rivera

2017-04-21

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Andrea Rivera, noto al grande pubblico per i suoi interventi comici nelle trasmissioni di Serena Dandini Parla con me, nei panni del “citofonista” e The Show must go off, è uno dei principali interpreti del teatro-canzone dei giorni nostri. All’Auditorium Parco della Musica presenta il suo nuovo spettacolo “Ho risorto!”. Sull’onda del successo nazionale sul web del monologo “Le medicine”, in cui l'attore romano inanella battute e doppi sensi utilizzando i nomi dei medicinali e non solo (più di dieci milioni di visualizzazioni), ecco il suo nuovo spettacolo nuovo spettacolo tra giochi di parole, continue improvvisazioni con il pubblico e video. Uno spettacolo in stile Gaber - Jannacci che vuole riproporre un “teatro – canzone” ormai in via di estinzione. Andrea Rivera è uno dei principali interpreti del teatro-canzone dei giorni nostri. A Roma è molto noto anche come animatore delle notti trasteverine in numerosi locali e per le strade, dove si è esibito come chitarrista, cercando un nuovo modo di comunicare basato sulle tecniche degli artisti di strada e del teatro canzone. Proprio questo filone teatrale, votato alla denuncia con toni fortemente critici delle mode e i costumi della società di oggi, gli è valso nel 2004 la menzione della giuria al Premio Gaber, per "talento e coraggio”.

Concerto del Primo Maggio 2017

2017-05-01


An Evening with Pat Metheny

2017-05-08

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Pat Metheny chitarre
Antonio Sanchez batteria
Linda Oh basso
Gwilym Simcock pianoforte

Vincitore di 20 Grammy e recentemente entrato nella Downbeat Hall of Fame come musicista più giovane e quarto chitarrista (dopo Django Reinhardt, Charlie Christian e Wes Montgomery), Pat Metheny ritorna nella Sala Santa Cecilia per presentare i grandi classici tratti dal repertorio di tutta la sua carriera.
Sul palco con lui il batterista Antonio Sanchez, la bassista malesiana Linda Oh e il pianista britannico Gwilym Simcock. Metheny espande la sua ricerca compositiva anche alle sue esibizioni concertistiche: “ Mi piace l'idea di mantenere aperta una composizione e lasciare che assorbi tutto ciò che fluisce nel corso di un tour. A questo punto della mia carriera, ho un repertorio vasto, diventato come un’unica grande cosa che per me non ha ormai confini o distinzioni tra questo o un altro periodo. Con Antonio, Linda e Gwilym, penso che potremmo e faremo tante cose - e magari scopriremo ciò che il prossimo periodo ha in serbo per noi ".

Sinkane

2017-04-08

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Sinkane
Ish Montgomery basso
Jason Trammell batteria
Jonny Lam chitarra
Dietro il nome d’arte di Sinkane si cela Ahmed Gallab, musicista americano di origine sudanese che, dopo aver militato per anni in band del calibro di Yeasayer, Caribou, Eleanor Friedberger, Born Ruffians and Of Montreal, intraprende il progetto solista, frutto del desiderio della ricerca di un’identità tra spazio e spirito, agli avamposti della contemporary music. Il nuovo album, “Life&Livin’It” uscirà a febbraio 2017. Prodotto dal collaboratore di lunga data Greg Lofaro, il nuovo lavoro esprime l’intenzione di Ahmed di creare musica gioiosa, ma con una coscienza sociale al di sotto dell’allegra superficie. Scritto dallo stesso Ahmed, “Life&Livin’It” è stato testato con una serie di concerti e le reazioni del pubblico sono diventate parte del processo creativo: tornata in studio con il supporto di Lofaro, la band ha infatti creato un sinuoso groove tra il funk ed il soul, melodie frizzanti e soprattutto una forte presenza di sonorità sub-africane, un ritorno alle origini per questo straordinario artista, figlio di esuli politici sudanesi scampati al regime militare del NIF. In “Life&Livin’It” si trovano mille esperienze, dal melting pot americano all’afro-pop, fino alle vibrazioni soul e jazz-funk, con alcuni brani cantati in arabo, la lingua nativa di Sinkane. L’ultimo acclamato album di Ahmed, “Mean Love” (2015) ha portato la band a diffondere il verbo del gospel funky jazz con oltre 166 concerti in 20 paesi. Contemporanemente Ahmed ha girato il mondo per 14 mesi come musicista e music director della super band The Atomic Bomb Band: 15 musicisti tra cui David Byrne, Damon Albarn, LCD Soundsystem, The Rapture, Jamie Lidell, membri di Hot Chip ed i leggendari jazzisti Pharoah Sanders e Charles Lloyd, che ripropongono le musiche dell’artista funk nigeriano William Onyeabor.

Marylin Manson + Special Guest

2017-07-25

Ippodromo delle Capannelle


Postepay Rock in Roma 2017

from 2017-06-01 to 2017-08-31

Ippodromo delle Capannelle


Vinicio Capossela

2017-04-10

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia

Se la scorsa estate, nella prima parte del tour, denominata “Polvere”, Capossela aveva dato vita ad uno spettacolo dalle “evocazioni ancestrali, agresti e di frontiera”, portando sul palco la prima parte del suo album “Canzoni della Cupa”, al centro di questo nuovo spettacolo teatrale troveranno invece spazio le Canzoni della Cupa del lato Ombra, oltre ai brani del repertorio di Vinicio Capossela che a questo immaginario sono legati a doppio filo.
« L’Ombra è come una grande scatola in cui abbiamo buttato fin da bambini le cose che abbiamo temuto di mostrare – racconta Vinicio Capossela – L’inconscio personale e quello collettivo stanno in questa grande scatola. Un’Ombra che non nasconde ma rivela: sentimenti, assenze, malebestie, animali totemici, radici, proiezioni, ritrovamenti, defunti, archetipi, draghi, duplicità, governi, personalità. Ogni volta che una passione ci proietta oltre noi stessi essa genera un’Ombra… l’Ombra, questo confine labile tra luce e tenebra, tra coscienza e incoscienza. Tra sogno e consapevolezza. In questa ipnosi si propone di trasportarci questo spettacolo. A mezzo di strumenti ad arco e a corde, a mezzo di ombrografi, generatori d’ombre a valvole e manuali. Un concerto per umbrafili, alla corte di Ipnos, il sonno che incanta. Uno stato ipnotico in cui è consentito addormentarsi, o uscire da sé, ma non usare lo smartphone ».

Marina Rei

2017-04-06

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Marina Rei voce, chitarra, batteria, pianoforte
Mattia Boschi violoncello
Marina Rei, una delle artiste più complete della scena musicale italiana, torna in tour con un progetto unico nel suo genere, per uno spettacolo che pone l’accento sulle sue doti di raffinata cantautrice nonché su quelle di talentuosa musicista. Un set acustico in cui Marina incanterà il pubblico con la passione e la grinta che caratterizzano il suo sound. Alternandosi tra chitarra, batteria, e pianoforte, la vedremo interpretare i suoi brani in una veste insolita accompagnata dal violoncellista Mattia Boschi. Dopo l'ultimo fortunato tour del 2016 che l'ha vista impegnata in Italia e in Europa, Marina ancora una volta, riparte dalla musica per parlare di se, in un tour che toccherà diverse città italiane.

Ligabue

from 2017-04-12 to 2017-09-30

Palalottomatica


Emis Killa

2017-03-27

Atlantico Live


Giorgia

from 2017-04-01 to 2017-04-02

Palalottomatica


Mannarino

from 2017-03-25 to 2017-03-26

Palalottomatica


Tini

2017-03-30

Palalottomatica


PFM All the best

2017-04-04

Teatro Brancaccio


Luigi Grechi De Gregori, Edoardo De Angelis, Michele Ascolese

2017-04-06

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Una serata d’autore, un evento unico che raccoglie sulla stessa scena in due diversi concerti Luigi Grechi De Gregori ed Edoardo De Angelis con Michele Ascolese.
Furono proprio Luigi ed Edoardo, con altri, tra cui Francesco De Gregori e Antonello Venditti, a far approdare la canzone d’autore al mitico Folkstudio nei primi anni ’70. Luigi Grechi De Gregori proporrà alcuni brani estratti dalla raccolta “Tutto quello che ho 2003-2013”, che racchiude i suoi brani più rappresentativi, come “Il Bandito e Il Campione”, inciso su cassetta nel 1990 e reso celebre poi dal fratello Francesco. Il recital ripercorre i successi di Luigi ispirati al mondo musicale d’oltreoceano ma anche a tematiche “di casa nostra”, sempre in bilico tra il folk e l’alt-country. Edoardo De Angelis, con Michele Ascolese, presenteranno il loro ultimo progetto artistico “Il cantautore necessario” che raccoglie originali interpretazioni di brani di Modugno, De André, Tenco, Endrigo, Paoli, Jannacci, Gaber, Ciampi, Dalla, Fossati e dello stesso De Gregori, che firma anche la produzione artistica.
Alla serata interverranno i musicisti che hanno partecipato alla realizzazione dell’album: Primiano Di Biase al pianoforte, Simone “Federicuccio” Talone alle percussioni, Alessandro Tomei al sax ed Edoardo Petretti alla fisarmonica.

Sergio Caputo&Francesco Baccini

2017-03-31

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Sergio Caputo voce, chitarra
Francesco Baccini voce, piano, tastiere
Paolo Vianello piano, tastiere
Luca Pirozzi basso
Massimo Zagonari sax, flauto
Alessandro Marzi batteria

scenografie
Sergio Caputo, Massimiliano Papaleo
Ritornano all’Auditorium Parco della Musica di Roma, Sergio Caputo e Francesco Baccini, uniti nel progetto “The Swing Brothers”. Caputo e Baccini sono due onde anomale nel mare della musica e della cultura italiana. Anticonformisti, antidivi, disallineati, imprevedibili, e difficili da inquadrare. Le canzoni di entrambi hanno fatto storia, sono evolute con loro e ciò è particolarmente evidente nei loro concerti. Per strano che possa sembrare, le strade di Caputo e Baccini - che hanno entrambi iniziato le loro carriere negli anni ’80 - non si erano mai incrociate fino a pochi mesi fa, nonostante le loro molte similitudini. Poi, è nato un sodalizio umano e artistico che oggi li porta, sotto la sigla di “The Swing Brothers”, a iniziare un tour insieme in cui proporranno i loro successi classici - ma anche alcuni dei loro successi più contemporanei - sommando così due audience diverse che hanno però molto in comune: la passione per la musica vera, per il filone jazz-swing associato a testi ironici e brillanti, e per le canzoni che ti fanno stare bene; perchè la prima missione della musica, secondo Caputo e Baccini, è regalare al pubblico emozioni positive.Lo spettacolo preparato dai due cantautori e composto, dai migliori classici del repertorio dei due artisti: da “Un sabato italiano” a “Il Garibaldi innamorato” di Caputo fino a “Le donne di Modena” o “Sotto questo sole” di Baccini e “Non fidarti di me” il primo singolo inedito composto a quattro mani dai due cantautori. Sergio Caputo e Francesco Baccini stanno attivamente lavorando insieme su un album che conterrà brani inediti di ambedue, realizzati e interpretati insieme. L'album dovrebbe uscire a marzo 2017, e il concerto potrebbe contenere un'anteprima di alcuni brani.

Banda Musicale della Polizia di Stato, Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, direttore Maurizio Billi, maestro del coro Ciro Visco

2017-05-07

Auditorium Parco della Musica


Orchestra e Coro dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Juraj Valčuha direttore, Ciro Visco maestro del Coro

2017-04-23

Auditorium Parco della Musica


Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Manfred Honeck direttore

2017-04-09

Auditorium Parco della Musica


Percussioni di Santa Cecilia

2017-04-02

Auditorium Parco della Musica


Ariana Grande

2017-06-15

Palalottomatica

The American pop star teens’ idol Ariana Grande, will perform in a concert with her Dangerous Woman tour in Rome as well. The concert will take place at Palalottomatica on 15th of June


Tokyo Hotel

2017-03-29

Atlantico Live


La Traviata - I Virtuosi dell'opera di Roma

from 2017-01-02 to 2017-03-25

Chiesa San Paolo entro le Mura

Opera in three acts by F.M. Piave with orchestra, singers, choir and scenography


Abbadream

2017-04-13

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Abbadream è un doveroso omaggio ad una grande band, le cui canzoni sono ormai considerate un vero e proprio ‘cult’.
Le canzoni sono eseguite interamente dal vivo da una band che supporta le due voci femminili e un coro. Ma non è solo la musica a fare grande uno spettacolo: numerosi cambi di abito, coreografie Abba-style fanno da contorno ai grandi successi di una band che ha segnato la storia della musica pop.
Abbadream è un vero e proprio fenomeno: 10.000 amici su Facebook e i fans della band svedese che accorrono in teatro per rivivere le emozioni attraverso canzoni indimenticabili. Il primo tour teatrale di Abbadream ha registrato sold-out a Milano, Bologna, Firenze, Padova e le serate sono occasione di grande divertimento … tutti in piedi … a teatro si può anche ballare!

Domeniche in Musica – Matinée a Santa Cecilia

from 2016-10-16 to 2017-05-07

Auditorium Parco della Musica


Prove d’Ascolto

from 2016-11-24 to 2017-05-19

Auditorium Parco della Musica


Mettiamoci alla prova

from 2016-11-23 to 2017-04-26

Auditorium Parco della Musica


I quattro elementi - Insieme alla scoperta del quinto elemento: la Musica

2017-05-10

Auditorium Parco della Musica


Cenerentola

2017-05-07

Auditorium Parco della Musica


Percussioni Lab - Se volete vincere… dovete batterle

2017-04-11

Auditorium Parco della Musica


Ad.Agio concerti interculturali a corpo libero

2017-04-04

Auditorium Parco della Musica


Musica in‐attesa. Concerto per donne in gravidanza

2017-04-04

Auditorium Parco della Musica


Ottoni Lab - Il metallo che suona e diverte

2017-04-04

Auditorium Parco della Musica


Biancaneve e i sette suoni

from 2017-04-02 to 2017-04-07

Auditorium Parco della Musica


Le Voci Lab

2017-03-28

Auditorium Parco della Musica


Concerto da Camera

2017-05-28

Sala Baldini


Concerto a Due

2017-04-23

Sala Baldini


Cenerentola

from 2017-02-12 to 2017-05-07

Auditorium Parco della Musica


Marianne Mirage

2017-04-09

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Teatro Studio Borgna
Marianne Mirage, musicista poliedrica è stata conosciuta dal grande pubblico per la sua recente partecipazione al Festival di Sanremo nella categoria “Giovani” con il brano “Le Canzoni Fanno Male”, scritto da Francesco Bianconi (Baustelle) e Kaballà. Il singolo è una grintosa ballad soul dal ritornello ritmato e orecchiabile che racconta l’amore in modo nuovo: senza illusioni e con il giusto scetticismo. Le sonorità della musica jazz-soul e pop sono evidenti e sono gli elementi di congiunzione tra i cinque brani che compongono l’EP “Le canzoni fanno male”. Il disco ben amalgama una scrittura e un canto blues/soul con una produzione che guarda alle tendenze più attuali del “pop” e ad artisti quali Alicia Keys e Saint Vincent, Erykah Badu, Selah Sue. Marianne Mirage è una musicista completa che porta in ogni sua esibizione, insieme alla sua inseparabile chitarra, l’anima e tutti i colori della musica “black” nel pop del futuro. Marianne Mirage sin dall'età di 7 anni, grazie soprattutto al padre pittore, si avvicina al mondo dell’arte scoprendo un’intensa passione per la musica: dal black al black soul, passando per le grandi voci del jazz internazionale come Billie Holiday e Sarah Vaughan, senza tralasciare la psichedelia e il grunge. Un amore per l’arte ad ampio raggio la porta a cantare e suonare la chitarra sin da giovane e, convinta che l’arte sia conoscenza e che la conoscenza nasca dal viaggio, a trascorrere la sua adolescenza on the road tra Londra, Parigi, Berlino e la Turchia, mentre studia letteratura, fotografia, musica e recitazione. Nel 2014 pubblica il suo primo singolo, “ Come Quando Fuori Piove ”, ed attira subito l’attenzione dei media. Il 2016 è un anno importante per Marianne Mirage: esce “Quelli Come M e ”, il disco di debutto, un grande lavoro di
creatività che l’artista dedica a tutti quelli che vedono e vivono la vita come lei. “ Questo disco sono io ”, dichiara infatti Marianne, “ è una fotografia della mia essenza, delle mie idee e delle mie speranze ”. In parte autobiografico, “ Quelli Come Me ” è un inno alle battaglie quotidiane, alle storie di vita e alla lotta per un’idea, una sopraffazione, per l’amore. “ Ho imparato che se non lotti non ottieni nulla, e questo ha forgiato il mio carattere e i miei intenti artistici ”. Partendo da una chitarra classica le parole sono uscite spontanee come un flusso, a cui si sono aggiunte una batteria soul e un basso dai suoni groove. “ È un disco sensuale, semplice e fatto con amore ”.

Omaggio a Dario Marianelli

2017-06-28

Teatro Palladium


Italian Discoveries

2017-06-12

Teatro Palladium


Amore e morte al Corso

2017-05-25

Casa di Goethe


Capolavori a domicilio: nuove forme di virtuosismo

2017-04-27

Accademia di Danimarca


Impressions

2017-03-26

Teatro Palladium


Depeche Mode

2017-06-25

Stadio Olimpico

The Depeche Mode performing again with an album and a world tour, the Global Spirit Tour 2017.

The tour, that will follow the new album, will be structured in 32 concerts in 32 Countries, also in Italian cities: on the 25th June at the Olympic Stadium in Rome, on the 27th June at San Siro in Milan and on the 29th  June at Renato Dall’Ara in Bologna.


Gustav Mahler: Il titano

2017-04-12

Auditorium Ennio Morricone - UniversitĂ  Tor Vergata


Andante italiano alla belga di Lucio Gregoretti

2017-04-05

Auditorium Ennio Morricone - UniversitĂ  Tor Vergata


Bruno Taddia e Andrea Corazziari - Lieder tedeschi e romanze italiane

2017-03-29

Auditorium Ennio Morricone - UniversitĂ  Tor Vergata


Roma Sinfonietta Stagione 2016 - 2017

from 2016-10-12 to 2017-04-12

Auditorium Ennio Morricone - UniversitĂ  Tor Vergata


GalĂ  Tango: Tango Tradicional (historia)

from 2017-01-03 to 2017-03-28

Teatro Salone Margherita


Tiziano Ferro in concert at the Olympic Stadium

from 2017-06-28 to 2017-06-30

Stadio Olimpico

Tiziano Ferro back on stage with 9 live concerts: from the first days of October new concert dates have been announced. A tangible sign that Tiziano is back after his big tour throughout Italian stadiums and European sports buildings.

A nine stop trip which of course could not miss a stop in Rome always ready to welcome him. The concert is scheduled on 28th June 2017 at the Olympic Stadium. The tour is starting a few months after  the publication of his new album “Il Mestiere della Vita”.


Scott Bradlee's Postmodern Jukebox

2017-04-04

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Arriva all'Auditorium Parco della Musica la Scott Bradlee’s Postmodern Jukebox la swing band americana più famosa con il suo tocco vintage al pop moderno. Gli Scott Bradlee’s Postmodern Jukebox, o semplicemente PMJ, sono stati definiti da Buffalo News letteralmente un successo postmoderno, capaci di estendere il proprio successo in rete nel mondo reale, viaggiando e esibendosi in tutto il mondo per una fan base in continua crescita. I PJM sono un collettivo di performer - circa 70 membri nel cast in rotazione – che ha trascorso gli ultimi anni raggiungendo un successo dopo l’altro: vantano quasi 500 milioni di visualizzazioni su Youtube e 2 milioni di iscritti al loro canale grazie alle loro performance su Good Morning America, sono in cima alle chart di iTunes e Billboard e si esibiscono in centinaia di show in tutto il mondo. Il segreto del loro successo sta nel loro stile molto particolare dato dal tocco vintage che aggiungono al pop moderno. I Postmodern Jukebox prendono le hit del momento e le re-immaginano e re-arrangiano come se provenissero da epoche precedenti. È così che per loro We can’t stop di Miley Cyrus diventa un brano doo-wop da 15,8 milioni di visualizzazioni e Creep dei Radiohead una ballad da 19,5 milioni di visualizzazioni e uno dei migliori video di cover del 2015 per People. Postmodern Jukebox è un vero colosso che continua a creare nuovi arrangiamenti e show ogni volta diversi con cast di eccezione ad ogni tour, in cui si affiancano nomi di rilievo a talentuosi emergenti. La swing band americana è una forza della natura che sforna ogni settimana un nuovo video incollando la loro fan base ai loro canali social. L’obiettivo delle performance dei Postmodern Jukebox è creare esperienze uniche per i fan, farli fuggire dalla realtà e trascinarli in un sensazionale party anni ’20 in stile Grande Gatsby o nelle esibizioni anni ’40 di Frank Sinatra.

Classici ... Incontri. I Stagione Concertistica Internazionale

from 2016-10-23 to 2017-05-28


Concerto di Pasquetta - I Grandi Compositori: colori della tela dell'anima

2017-04-17

Sala Baldini


Concerto di Pasqua - Dal Dramma Wagneriano alla luce di Schumann

2017-04-16

Sala Baldini


Loreena McKennit a Trio Performance

2017-03-26

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia
Loreena McKennit
Brian Hughes chitarra
Caroline Lavelle violoncello
Torna all’Auditorium Parco della Musica, a distanza di 5 anni, Loorena McKennitt, regina indiscussa della musica celtica. Insieme all’artista, sul palco, ci saranno due dei suoi collaboratori di più lungo corso, il chitarrista Brian Hughes e la violoncellista Caroline Lavelle.
Le performance della polistrumentista canadese, acclamate in tutto il mondo, narrano musica e storie che hanno ispirato l’artista durante i suoi viaggi esotici alla ricerca delle tradizioni celtiche, dalla Cina alla Mongolia, fino alla Turchia e all’Irlanda. Il tour che toccherà l’Auditorium è impreziosito dal connubio con la poesia mistica di Yeats, dall’opera di autori classici quali Shakespeare e Tennyson e che comprende il materiale tratto dal suo Troubadours on the Rhine, che nel 2012 è valso all’artista la candidatura al Grammy. La musica di Loreena McKennitt che spazia tra il sound celtico eclettico, il pop, il folk e la world music ha conquistato critica e pubblico. L’artista ha macinato cifre importanti - 14 milioni di album venduti in tutto il mondo - dischi d’oro, di platino e multi-platino.
La performance in trio ha un carattere molto più intimo rispetto alle precedenti esibizioni con la sua band e si intreccia con le storie personali che vanno a toccare direttamente gli animi del pubblico.

“ È difficile credere che siano passati 5 anni dall’ultima volta che siamo venuti in Europa, e per noi è un periodo davvero lungo – dice Loreena McKennitt – Abbiamo sempre amato le performance all’estero, soprattutto in primavera. Sono personalmente impaziente di condividere con il pubblico questa performance in trio e in particolare la sua intrinseca intimità. E, naturalmente, è sempre un piacere incontrare nuove persone e riconnettersi con quelle che abbiamo incontrato durante i precedenti tour .”

Litfiba

2017-04-05

Palalottomatica


Roma Tre Orchestra Stagione 2016 - 2017

from 2016-10-06 to 2017-06-28

UniversitĂ  Roma Tre - Aula Magna di Lettere


Quartetti rari

2017-06-18

Sala dell'Immacolata


Quell’amor ch’è palpito...

2017-06-11

Sala dell'Immacolata


“Mo - Ma” viaggio nel Tempo e nello Spazio

2017-05-21

Sala dell'Immacolata


GemĂźtlichkeit

2017-05-14

Sala dell'Immacolata


Mysticism

2017-04-23

Sala dell'Immacolata


O Salutaris Hostia

2017-04-09

Sala dell'Immacolata


Sonatina

2017-03-26

Sala dell'Immacolata


Musica ai Ss. Apostoli 2016-2017

from 2016-09-25 to 2017-06-18

Sala dell'Immacolata


Mozart, Piazzolla, Rodriguez, Chaplin, Galliano

2017-05-16

UniversitĂ  La Sapienza - Aula Magna


Musiche di W. Walton su testi di E. Sitwell

2017-04-22

UniversitĂ  La Sapienza - Aula Magna


Sonate di Vivaldi e Leclair

2017-04-11

UniversitĂ  La Sapienza - Aula Magna


Notre amitié est invariabile: Schubert, Liszt, Wagner, Dvořák, Brahms

2017-04-08

UniversitĂ  La Sapienza - Aula Magna


Ginastera, D. Scarlatti, Ravel, Sciarrino, Ravel

2017-04-01

UniversitĂ  La Sapienza - Aula Magna


Bach: Variazioni Goldberg BWV 988

2017-03-28

UniversitĂ  La Sapienza - Aula Magna


I concerti dell'Aula Magna 2016-2017 - Istituzione Universitaria dei Concerti (IUC)

from 2016-10-11 to 2017-05-16

UniversitĂ  La Sapienza - Aula Magna


Il Volo

from 2017-05-12 to 2017-05-13

Palalottomatica


Čajkovskij, Il lago dei cigni

from 2017-06-15 to 2017-06-17

Auditorium Parco della Musica


Brahms, Concerto per violino

from 2017-06-08 to 2017-06-10

Auditorium Parco della Musica


Mozart, Concerto per due pianoforti

from 2017-05-25 to 2017-05-29

Auditorium Parco della Musica


Antonio Pappano - Mitsuko Uchida

from 2017-05-19 to 2017-05-21

Auditorium Parco della Musica


Mischa Maisky interpreta Dvořák

2017-05-14

Auditorium Parco della Musica


Čajkovskij, Concerto per Pianoforte n. 1

from 2017-04-27 to 2017-04-29

Auditorium Parco della Musica


BartĂłk, Concerto per orchestra

from 2017-04-20 to 2017-04-22

Auditorium Parco della Musica


Bach, Passione secondo Giovanni

from 2017-04-13 to 2017-04-15

Auditorium Parco della Musica


Ritmo

from 2017-04-06 to 2017-04-08

Auditorium Parco della Musica


Vienna 1884-1934

from 2017-03-30 to 2017-04-01

Auditorium Parco della Musica


Händel, Messiah

from 2017-03-23 to 2017-03-25

Auditorium Parco della Musica


Accademia Nazionale di Santa Cecilia - Stagione da Camera 2016-2017

from 2016-10-26 to 2017-05-15

Auditorium Parco della Musica


Accademia Nazionale di Santa Cecilia - Stagione Sinfonica 2016-2017

from 2016-09-07 to 2017-06-17

Auditorium Parco della Musica


La Traviata - i Virtuosi dell'Opera di Roma

from 2017-04-01 to 2017-11-18

Teatro Salone Margherita

Opera in three acts by F.M. Piave with orchestra, singers, choir and scenography


Milagro Acustico&Erodoto Project

2017-04-19

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Bob Salmieri ney, sax soprano e tenore
Alessandro De Angelis pianoforte, piano rhodes
Giampaolo Scatozza batteria
Ermanno Dodaro contrabbasso
Andrea Pullone chitarra
Carlo Colombo percussioni
Eda Ozbakay danza

special guest
Gabriel Oscar Rosati tromba e flicorno
Milagro Acustico&Erodoto Project insieme in un concerto inedito, dove le due formazioni guidate da Bob Salmieri, presentano brani del nuovo lavoro discografico, che da il nome allo spettacolo e che verrà presentato in anteprima.
Musica dall'anima “latina”, con spiccati riferimenti alle atmosfere, ai colori, alle melodie del Bacino del Mediterraneo. Jazz nostrano, la cui trama si intreccia in un ordito fatto di Miti, di Medioriente e di Sicilia. Il repertorio è composto da brani originali, e da alcune canzoni della tradizione popolare del Sud Italia che hanno come tema il viaggio e il migrare; brani come “Amara terra mia” reso celebre da Domenico Modugno, o Ti nni vai di Rosa Balistreri, acquistano così una nuova attualità, i cui protagonisti, sono i migranti che attraversano oggi il nostro Mare, testimoni della infinita epopea del migrare.
hotel san lorenzo roma

Rome Hotel | Home

Hoteles en Roma San Lorenzo wifi gratuito del hotel
Hotel di Charme Roma
hotel roma nomentano trieste
. Hotel Carlo Magno ™ Hotel Address: Via Sacco Pastore ,  13, Roma, Italia.
Tel: +39 06/8603982. Fax: +39 06/068604355. City Zone of Roma Montesacro - Nomentana Salaria - Porta di Roma - Tiburtina
GeoCoordinates +41° 55' 54.85", +12° 31' 37.62"