Hotel Roma, Manifestations Meetings Music Sport Theater Exhibitions

Hotel 3 stelle Roma, tariffe economiche
Check -in Nights Rooms Type Rooms Numbers Promotional Code

 

faceBook hotel Rome

Rome hôtel offre spéciale
The hotel is located fairly close to the Train stations(10-15 mins walk). So it was easy for us to catch the metro and travel to different tourist places in rome. ..by Booking"




 

Ananke

from 2017-01-23 to 2017-01-24

Teatro Vascello

Con Canio Loguercio, Alessandro D'Alessandro, Giuseppe Spedino Moffa, Gabriele Gagliarini, Maria Pia De Vito, Erica Boschiero, Antonella Costanzo, Nando Citarella Rocco De Rosa, Stefano Saletti, Luca De Carlo, Pino Pecorelli, Cristiano Califano, Giuliana De Donno, Emmanuele Curti, Antonio Pascale e Andrea Satta.
L'organetto di Alessandro D'Alessandro assume un respiro orchestrale nel dialogo con trombe e tammorre, piano e chitarre, esaltando le raffinate trame musicali lungo le quali si snoda il racconto dolente e appassionato di Canio Loguercio. Per lacerti di plurisecolari depositi si delinea così un affresco in cui le passioni individuali diventano emozioni collettive e il canto assume le cadenze di un salmodiare mondano, con squarci improvvisi sulla realtà più autentica di una città come Napoli, sulla quale si soffermano anche letterati, poeti ed artisti oltre che lo sguardo di alcuni fotografi..

Les Etoiles

from 2017-03-18 to 2017-03-19

Auditorium Conciliazione


Serata Bigonzetti - Gala internazionale di danza

from 2017-02-18 to 2017-02-19

Teatro Brancaccio

Di V. Raffaele, G. Solari, regia di G. Solari, con V. Raffaele.

DUPLICATO DI [Non è mai troppo tardi]

from 2017-02-07 to 2017-02-08

Ambra Teatro alla Garbatella

Di G. Mazzucco, regia di G. Mazzucco, con A. Alesio, C. Fiorelli, F. Orrù, P. Raciti, A. Sanna.

In-Faust

from 2017-04-10 to 2017-04-11

Teatro Parioli


L'uomo dal cervello d'oro

from 2017-02-14 to 2017-02-15

Teatro Parioli


Hopera

from 2017-01-31 to 2017-02-01

Teatro Parioli


Spellbound Contemporary Ballet + Idan Sharabi

2017-01-24

Teatro Biblioteca Quarticciolo


Parioli in Danza

from 2016-10-18 to 2017-04-11

Teatro Parioli


Eredità Wuppertal

2017-02-06

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Damiano Ottavio Bigi
del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch
interpreta
" Cittadella "
coreografia
Damiano Ottavio Bigi, musica "Spleen Ferroviaire" di Doctor Flake / “Horsefish" di Amon Tobin

Raphaelle Delaunay e Asha Thomas
interpretano
“Ginger Jive”
coreografia
Raphaelle Delaunay, già danzatrice del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch
musica Pierre Boscheron
duetto creato nel marzo 2009 per Antipodes Festival, Le Quartz - Scène nationale de Brest. Produzione: Compagnia di Raphaelle Delaunay co-produzione: Le Quartz - Scène nationale de Brest.

Pablo Aran Gimeno
del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch
interpreta
“At 17 centimeters above the floor”
coreografia
Jorge Puerta Armenta del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch
disegno luci
Marco Wehrspann
suono durante lo spettacolo
Jorge Puerta Armenta

Progetto a cura di Leonetta Bentivoglio in collaborazione con Ninni Romeo, prodotto da Daniele Cipriani Entertainment
Eredità Wuppertal presenta, per la prima volta in Italia, tre opere di ballerini-coreografi plasmati dal Tanztheater Wuppertal, ensemble fondato e diretto dalla coreografa-regista Pina Bausch, "grande madre” del teatrodanza contemporaneo, scomparsa nel 2009. Adozione del gesto quotidiano nel tessuto coreografico, trasversalità dei linguaggi, immaginario onirico, annullamento del diaframma tra il dentro e il fuori del teatro, idea del corpo scenico come erogatore di emozioni, messa a punto di un sistema d’improvvisazione basato anche sul vissuto degli interpreti: questo e altro ha significato l’avvento di Pina Bausch, che ha influenzato molti coreografi e registi del nostro tempo. Ovviamente gli artisti più condizionati sono stati (e sono) i suoi danzatori, alcuni dei quali si sono sviluppati creativamente proprio grazie al rapporto di lavoro diretto con la geniale autrice. Che cosa hanno generato le esperienze nel Tanztheater Wuppertal? C'è un mondo di segni, o uno stile, definibile come un peculiare patrimonio di Pina? Sono questi gli interrogativi fondamentali posti dal progetto "Eredità Wuppertal", piccola maratona di coreografie firmate da ballerini (attuali o ex) del Tanztheater Wuppertal: l'italiano Damiano Ottavio Bigi, la francese Raphaelle Delaunay e il colombiano Jorge Puerta Armenta, autore di un assolo per il performer Pablo Aran Gimeno. Pur nelle differenze, vi si scorgerà la memoria di Pina: il suo humour, la sensualità dei suoi movimenti, l'orientamento della danza come viaggio nell'io e una particolare relazione con musica e spazio. Ma l'eterogeneità di questa trilogia mostra anche che i trascorsi “bauschiani”, per ogni danzatore che abbia attraversato il mito del Tanztheater, hanno saputo stimolare una ricerca autonoma e un’apertura verso prospettive originali.

Dresden Frankfurt Dance Company / Jacopo Godani

2017-02-05

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
coreografia, luci, scenografia e costumi
Jacopo Godani

Metamorphers in collaborazione con Kubus Quartett
musica Béla Bartók, Quartetto per archi n. 4
interpreti
Kubus Quartett
Ola Sendecki violino
Ruth Gierten violino
Liese Mészár viola
Trude Mészár violoncello
13 danzatori

Echoes from a restless soul
musica Maurice Ravel, Ondine e Le Gibet da Gaspard de la Nuit
Ruslan Bezbrozh pianoforte
4 danzatori

Postgenoma
musica 48nord (Ulrich Müller&Siegfried Rössert)
2 danzatori

Moto Perpetuo
musica 48nord (Ulrich Müller&Siegfried Rössert)
danzatori
Iolanda Filipa Almeida, Felix Berning, Daphne Fernberger, Rob Fordeyn, Gustavo Gomes, Anne Jung, Barbora Kubátová, Zoe Lenzi, Kristýna Němečková, Emilie Nguyen, Julian Nicosia, Michael Ostenrath (apprendista), Claudia Phlips, Carola Sicheri, Joel Small, David Leonidas Thiel e Ulysse Zangs

Realizzato con il patrocinio della città di Dresda, dello stato della Sassonia, della città di Frankfurt am Main e dello stato dell’Assia. Compagnia residente di HELLERAU – Centro europeo per le Arri di Dresda e del Bockenheimer Depot di Francoforte
Jacopo Godani ha meditato sul concetto di trilogia, affrontandolo non solo dal punto di vista coreografico, ma anche da quello musicale. Questo accostamento di tre pièce astratte, nelle quali la musica gioca un ruolo di assoluto rilievo, contribuisce ad arricchire l’esteso curriculum artistico del coreografo italiano.
In Metamorphers la coreografia di Godani si combina con uno dei capolavori della musica da camera del Novecento: il Quartetto per archi n. 4 di Béla Bartók. In questa straordinaria prova di fusione di due universi, la partitura musicale pare materializzarsi rendendosi visibile attraverso la danza. La Dresden Frankfurt Dance Company collabora con il celebre ensemble svizzero Kubus Quartett, i cui membri interpreteranno dal vivo, sul palco, la leggendaria composizione di Bartók.
In Echoes from a restless soul , Godani dà mostra della sua totale padronanza del tempo musicale. Gli elementi coreografici s’intrecciano formando un filo conduttore che attraversa l’affascinante paesaggio sonoro di Ondine e Le gibet, i primi due movimenti del trittico Gaspard de la nuit. Composta da Maurice Ravel. A interpretarla dal vivo sarà Ruslan Brezbroh, pianista della Dresden Frankfurt Dance Company.
Con Postgenoma , Godani corona un sogno a lungo accarezzato: condensare un intero universo espressivo in un unico pas de deux. L’ensemble 48nord sostiene la coreografia creando un formidabile orizzonte musicale elettronico.
Il culmine della serata è costituito da Moto perpetuo . Una coreografia di matrice neoclassica in cui la tecnica della danza classica viene declinata secondo parametri contemporanei. Con la sua precisione matematica e l’elettrizzante fisicità enfatizzata dal lavoro sulle punte, questa magnifica pièce rivela l’essenza artistica e l’identità della Dresden Frankfurt Dance Company. La creazione dello straordinario sfondo musicale è affidata, anche in questo caso, all’ensemble 48nord.

DanceLab Berlin / Norbert Servos Jorge Morro

2017-02-10

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
coreografie di
Norbert Servos / Jorge Morro

interpreti
Silvia Ventura, Jorge Morro

musiche
Max Richter
scene e costumi
Norbert Servos / Jorge Morro e Jan Freese
luci
Asier Solana

El Circulo Eterno è la prima parte dell’omaggio che DanceLab Berlin ha reso a Harald Kreutzberg, uno dei danzatori/coreografi più famosi della danza espressionista tedesca degli anni Venti e Trenta. A seguire H.K. – Quintett.
El Circulo Eterno è un dialogo fra conoscenza del corpo nel passato e conoscenza del corpo nel presente. Kreutzberg impersonava ruoli sia maschili che femminili, giocando delicatamente con l’androginia. Fin dall’inizio il nostro obiettivo non è stato quello di ricostruire l’opera di Kreutzberg ma di utilizzare questa come fonte di ispirazione per un nuovo pezzo di danza contemporanea. Abbiamo iniziato isolando certi gesti del braccio e della mano tratti dal suo famoso assolo Der ewige Kreis (Il cerchio eterno), che abbiamo unito a combinazioni di passi contemporanei, sviluppando una forma compositiva inedita. Ma El Circulo Eterno è al tempo stesso un dialogo costante fra i due interpreti su mascolinità e femminilità, comprese la femminilità mascolina e la mascolinità femminile, che si rispecchiano anche nei costumi. Come Kreutzberg, abbiamo cercato anche noi una certa astrazione nel gioco scherzoso dei ruoli di genere che fosse adeguata ai nostri tempi.

Susanne Linke, Koffi Kôkô - Reinhild Hoffmann

2017-02-20

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
Mistral
danza e coreografia
Susanne Linke e Koffi Kôkô
ideazione
Johannes Odenthal
scenografia
Marcel Kaskeline
luci
Lutz Deppe
assistente luci
Tomek Ness
musica e suono
Wolfgang Bley-Borkowski
percussionisti registrazione live AdK
Achille Acakpo, Moussa Coulibaly, Janos Crecelius
consulenza drammaturgica
Waltraut Körver
consulenza coreografica
Urs Dietrich

una produzione della Akademie der Künste di Berlino e Susanne Linke
Con il sostegno dello Hauptstadtkulturfonds

Vor Ort
coreografia
Reinhild Hoffmann
interpreti
Christina Ciupke, Mimi Jeong

costumi
Anne Neuser / Reconstruction: Monique van den Bulck
musica
John Cage, ( Four Walls, Act 1 Scene V, Bacchanal )
Film – director e concept: Michael Muschner

production management Barbara Greiner




Un progetto e un sogno a lungo accarezzato: riunire per una serata di danza Reinhild Hoffmann (Sorau, 1943) e Susanne Linke (Lüneburg, 1944), due donne eroiche, due colonne portanti della danza tedesca del Novecento. Hoffmann e Linke sono due emblemi viventi della generazione che nel secondo dopoguerra è stata testimone della ricostruzione di una Germania nuova, un lungo processo di trasformazioni sociali e politiche culminato con la caduta del muro di Berlino il 9 novembre 1989. Due donne brillanti, due creatrici che non hanno mai cessato di esplorare il futuro, due combattenti determinate a trasmettere il proprio messaggio artistico alle generazioni a venire. Grazie a loro, il quotidiano e l’antiaccademismo sono definitivamente penetrati nelle ricerche formali e creative del teatrodanza. Reinhild Hoffmann possiede una dialettica implacabile e rigorosa, le sue opere si presentano come profonde e ardite esplorazioni e ha – tra le altre cose – rivendicato l’uso della maschera in scena, mentre Susanne Linke ha scelto di dedicarsi a un’inappuntabile analisi del subconscio; a partire dal rispettivo universo creativo hanno entrambe sviluppato due diversi e personalissimi stili.

Susanne Linke / Renegade

2017-02-24

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
coreografia
Susanne Linke
scenografia
Berit Schog
costumi
Agnes Langenbucher
musica
Ludger Brümmer
drammaturgia
Waltraut Körver, Sabine Reich
video
Momme Hinrichs, Torge Möller (fettFilm)Adriana Kocijan und Felix Bürkle

interpreti
Ibrahim Biaye, Alexis Fernandez Ferrera, Said Gamal, Janis Heldmann, Paul Hess, Julio Cesar Iglesias Ungo, Lin Verleger, Victor Zapata

produzione Schauspielhaus, Bochum e Pottporus e.V./ Renegade, Herne

Sotto il patrocinio del Tanzfonds Erb. Un’iniziativa della Fondazione culturale federale e del Ministero per la famiglia, infanzia, giovani, cultura e sport del Land Renania settentrionale-Vestfalia

Dopo 23 anni, la coreografa Susanne Linke rielaborerà con l‘ensemble di Renegade il suo leggendario Ruhr-Ort , pièce di teatrodanza creata nel 1991 che porta sulla scena il duro lavoro dei minatori. Oggi più di allora, il vecchio bacino della Ruhr, con le sue miniere di carbone e i suoi minatori, è Storia. Altre facce e altre persone da vedere, altre lingue e altri ritmi da sentire: di pari passo con i grandi cambiamenti nei quali la Ruhr cerca il proprio futuro, è cambiata anche la danza.

Dresden Frankfurt Dance Company / Jacopo Godani

2017-02-03

Auditorium Parco della Musica

Auditorium Parco della Musica - Sala Petrassi
coreografia, luci, scenografia e costumi
Jacopo Godani
musica
48nord, Ulrich Müller e Siegfried Rössert
interpreti
Iolanda Filipa Almeida, Felix Berning, Daphne Fernberger, Rob Fordeyn, Gustavo Gomes, Anne Jung, Barbora Kubátová, Zoe Lenzi (apprendista), Kristýna Němečková, Emilie Nguyen, Julian Nicosia, Michael Ostenrath (apprendista), Claudia Phlips, Carola Sicheri, Joel Small, David Leonidas Thiel, Ulysse Zangs


Realizzato con il patrocinio della città di Dresda, dello stato della Sassonia, della città di Frankfurt am Main e dello stato dell’Assia. Compagnia residente di HELLERAU – Centro europeo per le Arri di Dresda e del Bockenheimer Depot di Francoforte
The Primate Trilogy di Jacopo Godani è un’opera in tre parti organizzata intorno all’idea di evoluzione: l’evoluzione dei corpi, l’evoluzione dell’avvicinamento dell’autore all’arte della coreografia e l’evoluzione di questa coreografia in particolare attraverso le tre creazioni che la compongono. Il punto di partenza di ogni lavoro coreografico di Godani è sempre un processo interiore: un meccanismo, un collegamento, una coordinazione tra diverse parti del corpo. Tutto inizia con un’idea che non cerca di rendere più complessa o difficile l’esecuzione dei meccanismi corporei, bensì mira ad accentuarne il carattere organico. The Primate Trilogy è un’opera contemporanea straordinaria, che presenta con appassionante fisicità e precisione matematica l’essenza artistica dell’identità della compagnia.
Il repertorio della Dresden Frankfurt Dance Company è composto principalmente da coreografie del suo direttore, Jacopo Godani, il cui talento è riconosciuto in tutto il mondo. Il suo obiettivo artistico è la produzione di “un nuovo e brillante linguaggio coreografico basato sul virtuosismo della sua espressione e l’audacia fisica del lavoro dei danzatori”. L’eredità della danza tradizionale si unisce al pensiero contemporaneo per dare vita a una proposta coreografica unica.

Robbins Preljocaj Ekman

from 2017-03-31 to 2017-04-08

Teatro dell'Opera (Costanzi)

Con Orchestra, Quartetto d'Archi e Corpo di Ballo del Teatro dell'Opera di Roma - E. Abbagnato.
Sette rappresentazioni di grandi coreografie internazionale in tre parti: The Concert, creazione di Jerome Robbins del 1956, in cui le note di Fryderyk Chopin diventano il liberatorio pretesto di una danza giocosa per ascoltatori appassionati; Annonciation, duo del 1995 di Angelin Preljocaj su musica di Stéphane Roy e Antonio Vivaldi, una rilettura dell'Annunciazione nella chiave corporea che caratterizza l'autore, attraverso una trasposizione concettuale ed estetica dal piano religioso-spirituale a quello biologico-umano (in scena la stessa Eleonora Abbagnato); Cacti, lavoro del 2010 del coreografo prodigio svedese Alexander Ekman, già danzatore per Nederlands Dans Theater II e Cullberg Ballet e autore di pezzi ripresi da alcune delle maggiori compagnie di danza del mondo (Boston Ballet, Joffrey Ballet, Sydney Dance Company, Wiener Staatsballett, Royal Swedish Ballet). Cacti, per sedici danzatori e quattro musicisti in scena, è un'esplosione di ritmo, suono e luce in un'architettura coreografica che trascina lo spettatore in un vortice di irresistibile sovrabbondanza dinamica..

La bella addormentata

from 2017-02-07 to 2017-02-15

Teatro dell'Opera (Costanzi)

Di P. I. Cajkovskij, regia di coreogr.: Jean-Guillaume Bart, scene di Aldo Buti, con Iana Salenko, Orchestra, Primi Ballerini, Solisti e Corpo di Ballo del Teatro dell'Opera di Roma
, dirige David Coleman e Carlo Donadio.
Il 13 maggio 1888, l'allora direttore dei teatri imperiali Ivan Vsevolozhsky scrisse a Cajkovskij riguardo alla propria idea di allestire un nuovo balletto, basato sulla fiaba di Charles Perrault de La bella addormentata, proponendo al compositore di scriverne la musica. La prova generale avvenne in presenza dello zar Alessandro III e la prima ebbe luogo il 15 gennaio 1890 presso il Teatro Mariinskij di San Pietroburgo: la direzione orchestrale fu di Riccardo Drigo, protagonista l'italiana Carlotta Brianza (nel ruolo di Aurora) accanto al russo Pavel Gerdt (nel ruolo del Principe Désiré).

.

Bagliori di tango

2017-01-25

Auditorium Ennio Morricone - Università Tor Vergata


Parsons Dance

from 2017-03-29 to 2017-04-02

Teatro Brancaccio

Regia di coreografo: D. Parsons.

Galà Tango al Salone Margherita

from 2016-10-02 to 2017-03-28

Teatro Salone Margherita


Tango Nuevo

from 2017-02-21 to 2017-02-22

Teatro Brancaccio

Musiche di O. Pugliese, J. De Caro, A. Piazzolla, ..., scene di R. Herrera, con R. Herrera, L. Legazcue, A. Gencalp, E. Herrera, J. Aranda, N. Minoliti, B. Wainnright, J. Ruggieri, R. Leguizamon, G. Filipeli (ballerini); E. Riera (Voce); A. Rodriguez (pianoforte), J. Weintraub (violino), N. Enrich (bandoneon), P. Mota (bass).

Miguel Angel Zotto - Tango raices argentina

from 2017-03-14 to 2017-03-26

Teatro Olimpico


Romeo e Giulietta

from 2017-03-16 to 2017-03-19

Teatro Parioli

Di W. Shakespeare, regia di F. Veratti, musiche di P.I. ¿ajkovskij, scene di M. Pesta, compagnia Balletto di Milano.
hotel san lorenzo roma

Rome Hotel | Home

Hoteles en Roma San Lorenzo wifi gratuito del hotel
Hotel di Charme Roma
hotel roma nomentano trieste
. Hotel Carlo Magno ™ Hotel Address: Via Sacco Pastore ,  13, Roma, Italia.
Tel: +39 06/8603982. Fax: +39 06/068604355. City Zone of Roma Montesacro - Nomentana Salaria - Porta di Roma - Tiburtina
GeoCoordinates +41° 55' 54.85", +12° 31' 37.62"