Hotel Roma, Manifestations Meetings Music Sport Theater Exhibitions

Hotel 3 stelle Roma, tariffe economiche
Check -in Nights Rooms Type Rooms Numbers Promotional Code

 

faceBook hotel Rome

Rome hôtel offre spéciale
I stayed in this hotel with my family for an overnight stay and was enough to understand everything about it. It'ss placed in a really nice location,"San Lorenzo",a very eventful district quite close ..by TripAdvisor"




 

Officina Pasolini Visioni - Proiezione del film I love radio rock di Richard Curtis

2017-03-28


Non sposate le mie figlie!


La perdizione


Rivoluzione!

from 2017-04-26 to 2017-04-30


La Resistenza di Alphaville

2017-04-25


Totò all’Alphaville!

from 2017-04-19 to 2017-04-23


Le vite degli altri!

from 2017-04-12 to 2017-04-15


Il cinema di George Franju, il regista fantahorror della Nouvelle Vague

2017-04-07


Battito Animale!

from 2017-04-05 to 2017-04-09


Le 80 primavere di Jack!

from 2017-03-29 to 2017-04-02


SFashion


In viaggio con Jacqueline


Vieni a vivere a Napoli


Elle

Michelle è a capo di una compagnia di videogiochi e ha sempre usato il pugno di ferro sia nel lavoro che nel privato. La sua vita cambia inesorabilmente quando viene aggredita in casa da uno sconosciuto. Inizia così un'ossessiva indagine personale per scoprire l'identità del suo aggressore.

Il pugile del Duce

"Il pugile del Duce" vuole raccontare la storia incredibile di Leone Jacovacci: un pugile tecnicamente perfetto, agile, tenace, intelligente, potente. Parlava perfettamente tre lingue. Era italiano e forse anche fascista. Sicuramente non antifascista. Ma per gli italiani il colore della sua pelle faceva la differenza. Anche se aveva tutte le carte in regola per entrare nella storia del pugilato, il Fascismo lo ha cancellato dalla storia italiana, come testimoniato dal filmato dell'Istituto Luce dell'incontro del 24 giugno del 1928 manomesso e tagliato sulla parte finale dove il pugile di colore venne incoronato campione d'Europa. Il film racconta parallelamente il motivo per cui Mauro Valeri, sposato con una etiope, ha riscoperto Leone Jacovacci. Oltre a essere una intensa storia sportiva, il documentario riscopre una storia dimenticata che pochi conoscono e che potrebbe ridare a Jacovacci il posto che merita nello sport italiano e che permette a tutti noi una riflessione sul nostro presente, venato di tracce di un razzismo strisciante.

Life: non oltrepassare il limite

Life è un'agghiacciante thriller su una squadra di scienziati a bordo della Stazione Spaziale Internazionale che, in missione per una spedizione di ricerca, si ritrova ad affrontare la più primaria delle paure quando incontra una specie vivente in rapida evoluzione che ha causato l'estinzione della vita su Marte ed ora minaccia l'intera squadra e la vita sul pianeta Terra.

Slam - Tutto per una ragazza

Come nell'omonimo romanzo di Nick Hornby, il protagonista del film è un ragazzo di sedici anni appassionato di skateboard. La sua vita trascorre fra gli amici con cui condivide salti, evoluzioni e cadute, e un'amicizia tutta immaginaria con il suo eroe, lo skateboarder Tony Hawk: nel libro autobiografico dello skater californiano Sam sembra trovare tutte le risposte alle sue domande di adolescente. Sam vorrebbe andare all'università, viaggiare, vivere in California magari. E soprattutto vorrebbe essere il primo della sua famiglia a non commettere l'errore di diventare genitore a sedici anni, come è capitato a sua mamma e a sua nonna. Il destino per. ha in serbo altri programmi. Un programma di nome Alice: il primo amore di Sam, come molti primi amori destinato a svanire presto se non fosse che Alice aspetta un bambino. Ecco qui: Sam ha fatto lo stesso errore di suo padre, il quale purtroppo non è la persona più indicata per offrire consigli sensati. Chi pu. aiutarlo allora? Come sempre, il suo guru: Tony Hawk. Ma quando anche Tony non basterà più, Sam si ritroverà catapultato nel futuro: e vedere il proprio futuro è un grande privilegio, soprattutto per imparare a vivere meglio il presente e sorridere alla vita.

La cura dal benessere


Questione di Karma

Giacomo è l'ultimo erede di una dinastia di industriali ma, più che interessarsi all'azienda, preferisce occuparsi delle sue mille passioni. La sua vita è stata segnata dalla scomparsa del padre quando era molto piccolo, e questo l'ha portato a non crescere né a responsabilizzarsi. L'incontro con Ludovic Stern, un eccentrico esoterista francese, gli cambia la vita; lo studioso infatti afferma di aver individuato l'attuale reincarnazione del padre di Giacomo. Trattasi di tal Mario Fibonacci, un uomo tutt'altro che spirituale, interessato solo ai soldi e indebitato con mezza città. Questo incontro apparentemente assurdo cambierà la vita di entrambi.

Zambezia


I am not your negro

Basato sul libro incompiuto Remember This House dello scrittore statunitense James Baldwin (1924-1987). Il regista ha utilizzato gli appunti del libro in cui si affrontavano le morti di Medgar Evers, Malcolm X e Martin Luther King Jr. e si parlava della violenza razziale degli anni '60 in America.

MAMMAL (2016, R. Daly) 100′

2017-03-30

MAMMAL (2016, R. Daly) 100′ [il film sarà preceduto dal corto Pause, 8′]   2015 Regia: Rebecca Daly; sceneggiatura: Rebecca Daly, Glenn Montgomery; fotografia: Lennart Verstegen; montaggio: Halina Daugird; musica: Rutger Reinders; scenografia: Audrey Hernu; costumi:Uli Simon; produttori: Macdara Kelleher, Conor Barry; società di produzione: Fastnet Films, Calach Films, Rinkel Films; location irlandese: Dublino, Wicklow; durata: 100’ Cast: Rachel Griffiths, Barry Keoghan, Michael McElhatton Margaret è una donna di mezza età, divorziata, che abita in un anonimo quartiere di Dublino. Gestisce un negozio dell’usato, e la sua vita sociale è limitata alle nuotate nella piscina della zona, che frequenta sempre da sola. L’isolamento che Margaret si è fermamente autoimposto, è interrotto dalla telefonata del suo ex-marito Matt: il figlio adolescente, che lei ha lasciato quando era piccolo, è scomparso. Per Margaret la notizia coincide con la decisione di ospitare Joe, un giovane senzatetto che ha incontrato in strada, ferito.

SANCTUARY (2016, L. Colllin) 88′

2017-03-30

Saluto dell’Ambasciatore d’Irlanda, S.E. Bobby McDonagh a seguire: SANCTUARY (2016, L. Colllin) 88′ [il film sarà preceduto dal corto Today, 22′]   2016 Regia: Len Collin; sceneggiatura: Christian O’Reilly; consulenza creativa: Petal Pilley; fotografia:Russell Gleeson; montaggio: Julian Ulrichs; musica: Joe Conlon; scenografia: Eleanor Wood; costumi: Sonja Mohlich; produttori: Edwina Forkin, Siobhán Ní Ghadhra; società di produzione:Zanzibar Films in associazione con Blue Teapot Theatre Company; location irlandese: Galway; durata: 88’ Cast: Charlene Kelly, Kieran Coppinger, Robert Doherty, Frank Butcher, Paul Connelly, Valerie Egan, Michael Hayes, Patrick Becker, Emer Macken, Jennifer Cox, Tara Breathnach, Amy-Joyce Hasting Larry e Sophie si amano. Cosa può esservi di più naturale per loro che desiderare di passare del tempo insieme da soli? Ma Larry e Sophie non sono una coppia come le altre: soffrono entrambi di disabilità mentale. E cercando di avere un po’ di intimità non stanno solo infrangendo le regole, stanno infrangendo la legge. Divertente ma non leggero, Sanctuary è un film coraggioso su due persone giovani che tentano di avvicinarsi mentre tutti intorno a loro tentano di separarli.

CORTOMETRAGGI IN CONCORSO

2017-03-30

CORTOMETRAGGI IN CONCORSO The Debt – A Coat Made Dark – Blight – The Lost Letter – Gridlock – Starz – Homecoming

Incontro con lo scrittore Dermot Bolger

2017-03-30

IFF BOOKS: Incontro con lo scrittore Dermot Bolger Conduce John McCourt, Università degli Studi di Macerata

THE GENERAL (1998, J. Boorman) 120′

2017-03-31

Irish Classic: THE GENERAL (1998, J. Boorman) 120′ [il film sarà preceduto dal corto An Chúirt/ The Court, 23:28′]   1997/98 Regia: John Boorman; sceneggiatura: John Boorman dal libro omonimo di Paul Williams; fotografia:Seamus Deasy; montaggio: Ron Davis; musica: Richie Buckley; scenografia: Derek Wallace; costumi:Maeve Paterson; casting: Jina Jay; produttore: John Boorman; società di produzione: Merlin Films in associazione con J&M Entertainment Productions; location irlandese: Dublino, Rathmines, Wicklow; durata: 124’ Cast: Brendan Gleeson, Adrian Dunbar, Sean McGinley, Maria Doyle Kennedy, Angeline Ball, Jon Voight, Tom Murphy, Ned Dennehy, Eamon Owens, Ronan Wilmot, David Wilmot, Don Wicherley, Barry McGovern, Brendan Coyle, Jim Sheridan Ascesa e caduta del famigerato gangster irlandese Martin Cahill che, dopo aver architettato una serie di rapine a mano armata nella Dublino degli anni Ottanta, divenne noto come ‘The General’. Considerato una sorta di eroe popolare per il suo atteggiamento di sfida nei confronti dell’autorità, Martin commette un crimine di troppo quando ruba dei dipinti appartenenti alla collezione Beit. Con la polizia ormai alle costole, i problemi di Cahill si moltiplicano anche per l’accrescersi dell’interesse dell’IRA per le sue attività.  

Conferenza “IRISH CINEMA AND THE TROUBLES”

2017-03-31

Conferenza “IRISH CINEMA AND THE TROUBLES” Relatore Prof. Martin McLoone (University of Ulster, Emeritus)

BOBBY SANDS: 66 DAYS (2016, B.J. Byrne) 105′ documentario

2017-03-31

BOBBY SANDS: 66 DAYS (2016, B.J. Byrne) 105′ documentario Introduce l’attore Martin McCann. Interviene il giornalista Riccardo Michelucci.   Documentario Regia: Brendan J. Byrne; sceneggiatura: Brendan J. Byrne; fotografia: David Barker; montaggio: Paul Devlin; musica: Edith Progue; animazioni: Peter Strain, Ryan Kane; scenografia: David Craig; produttori: Trevor Birney, Brendan J. Byrne; produttore esecutivo: Alex Gibney; società di produzione:Fine Points Films, Cyprus Avenue Films; durata: 105’ Voce narrante: Martin McCann Nella primavera del 1981, lo sciopero della fame portato avanti per sessantasei giorni dall’attivista repubblicano Bobby Sands attirò l’attenzione del mondo sulla causa nordirlandese. Il documentario 66 Days prende in esame la straordinarietà della vita e della morte di Bobby Sands, a trentacinque anni dal suo estremo sacrificio. Il film fa uso di testimonianze dirette, materiali d’archivio inediti, ricostruzioni e animazioni, per ripercorrere la genesi di una grande figura di martire e, parallelamente, un momento di grande cambiamento nella storia irlandese del ventesimo secolo, le cui conseguenze si fanno sentire ancora oggi.

CORTOMETRAGGI IN CONCORSO

2017-03-31

CORTOMETRAGGI IN CONCORSO THE CLOCKMAKER’S DREAM (2015), Cashell Horgan Prod. Ronan Cassidy – 13:40’ In un mondo di automi, un orologiaio rimasto vedovo cerca di costruire la donna perfetta per sostituire la moglie. Ma l’impresa non è facile: il tempo a sua disposizione sta per finire e il suo mondo sta per fermarsi per sempre… SEÁN HILLEN, MERGING VIEWS (2016) Paddy Cahill (documentario) Prod. Tal Green – 10:30’ Mentre crea i suoi bellissimi collage fotografici, l’artista Seán Hillen parla del suo lavoro e di una recente scoperta personale.Lily – Second to None – Two Angry Men – Pause – The Court – Today LILY (2016), Graham Cantwell Prod: Sharon Cronin – 21:27’ Lily, che si avvia a diventare una giovane donna, affronta le insidie della vita scolastica in compagnia del suo amico Simon, eccentrico ma molto leale. Quando un equivoco con la bella e popolare Violet la costringe a subire un violento attacco, Lily è di fronte a una grande sfida. SECOND TO NONE (2016), Vincent Gallagher (animazione) Prod. Damian Farrell – 7:12’ Una commedia nera sul secondo uomo più vecchio del mondo. TWO ANGRY MEN (2016), Toto Ellis Prod. David Kilpatrick – 16:14’ Negli anni Cinquanta, a Belfast, James Ellis e Sam Thomson sono in lotta contro la censura per portare in scena la pièce Over the Bridge. PAUSE (2016), Niamh Heery Prod. Caoimhe Maguire – 8:09’ Una donna in stato confusionale arriva su un’isola per fare i conti con il passato. Mentre riascolta vecchi nastri registrati in famiglia, l’ambiente che la circonda prende nuova vita. AN CHÚIRT (THE COURT) (2014), Seán T. Ó Meallaigh Prod. Ciarán Ó Cofaigh – 23:28’ Un adattamento moderno del poema epico irlandese Cúirt An Mhéan Oíche / La corte di mezzanotte, scritto da Brian Merriman nel 1780. TODAY (2015), Tristan Heanue Prod. Paddy Slattery – 19:59’ Un uomo si sveglia nella sua automobile: è disorientato, non ricorda come sia finito in mezzo al nulla. Raccoglie lentamente i suoi pensieri, finché l’accaduto torna a galla con durezza.            

IN VIEW (2016, C. Creagh) 93′

2017-04-01

IN VIEW (2016, C. Creagh) 93′ a seguire Q&A con il regista Ciaran Creagh e gli attori Caoilfhionn Dunne e Gerard McSorley   Regia: Ciarán Creagh; sceneggiatura: Ciarán Creagh; fotografia: Dave Grennan; montaggio: Tony Cranstoun; musica: Denis Clohessy; scenografia: Mark Kilbride; costumi: Tricia Monk; produttori: Dave Byrne, Simon Doyle, Ciarán Creagh; società di produzione: Fail Safe Films, Underground Cinema; location irlandese: Kildare; durata: 93’ Cast: Caoilfhionn Dunne, Ciaran McMenamin, Stuart Graham, Gerard McSorley, Maria McDermottroe, Tristan Heanue, John A. Murphy, Joe Mullins   Ruth è un’agente di polizia che ha perso il figlio e il marito; incapace di elaborare il lutto, sta smarrendo anche se stessa. La sua depressione e la sua dipendenza dall’alcool si manifestano con alterni eccessi di passività e rabbia, indifferenza e violenza. Coloro che le stanno vicino – pur restando, comunque, distanti – si dividono tra chi la condanna e chi la perdona. Spinta da un senso di colpa insopprimibile, Ruth, andrà alla disperata ricerca di redenzione.

IRISHFILMFESTA incontra JIM SHERIDAN a seguire — Irish Classic: THE BOXER 114′

2017-04-01

IRISHFILMFESTA incontra JIM SHERIDAN a seguire — Irish Classic: THE BOXER (1997, J. Sheridan) 114′   Proiezione in collaborazione con Universal Pictures International Italy Regia: Jim Sheridan; sceneggiatura: Jim Sheridan, Terry George; consulente pugilistico: Barry McGuigan; fotografia: Chris Menges; montaggio: Gerry Hambling; musica: Gavin Friday, Maurice Seezer; scenografia: Brian Morris; costumi: Joan Bergin; casting: Nuala Moiselle; produttori: Jim Sheridan, Arthur Lappin; società di produzione: Hell’s Kitcher, Universal Pictures; durata: 114’ Cast: Daniel Day-Lewis, Emily Watson, Brian Cox, Ken Stott, Gerard McSorley, Eleanor Methven, Ciaran Fitzgerald, Lorraine Pilkington, Maria McDermottroe, Ian McElhinney Appena uscito dal carcere dove ha scontato quattordici anni, Danny Flynn, ex militante dell’IRA ed ex pugile, torna a Belfast alla vigilia di un cessate il fuoco. Mentre lavora per riaprire una palestra antisettaria nel suo vecchio quartiere e riprende a boxare, Danny si riavvicina a Maggie, l’amore della sua giovinezza ora sposata con un militante dell’IRA ancora in carcere. I Troubles nordirlandesi, dai quali sembra non esserci scampo, minacciano però nuovamente la sua speranza di una vita migliore.

THE SECRET SCRIPTURE

2017-04-01

THE SECRET SCRIPTURE (2016, J. Sheridan) 108′ Interviene il regista Jim Sheridan Proiezione in collaborazione con Lucky Red Regia: Jim Sheridan; sceneggiatura: Johnny Ferguson, Jim Sheridan dal romanzo omonimo di Sebastian Barry; fotografia: Mikahil Krichman; montaggio: Dermot Diskin; musica: Brian Byrne; scenografia: Derek Wallace; costumi: Joan Bergin; casting: Frank Moiselle, Nuala Moiselle; produttori: Noel Pearson, Jim Sheridan, Rob Quigley; società di produzione: Ingenious Senior Film Fund,Voltage Picture, Ferndale Films; distribuzione italiana: Lucky Red; location irlandese: Dublino, Wicklow; durata: 108’ Cast: Vanessa Redgrave, Rooney Mara, Eric Bana, Jack Reynor, Theo James, Susan Lynch, Aidan Turner, Adrian Dunbar, Aisling O’Sullivan, Tom Vaughan-Lawlor, Pauline McLynn, Brian Fortune, Shimmy Marcus L’anziana Roseanne McNulty è sola al mondo e da moltissimi anni è rinchiusa in un ospedale psichiatrico che ora sta per essere smantellato. Al dottor Grene viene affidato il compito di convincere la donna a lasciare l’istituto ma, una volta letto il suo fascicolo, il medico sente la necessità di indagare sul passato di Rose e scoprire i motivi del suo internamento. Attraverso il diario della paziente verranno a galla segreti troppo a lungo taciuti.

IFF DOUBLE BILL: #MADEinIN - TWO ANGRY MEN │ STARZ

2017-04-02

IFF DOUBLE BILL: #MADEinIN TWO ANGRY MEN (2016, T. Ellis) 16′ Interviene il regista Toto Ellis STARZ (2016, M. McCann, K. Treacy) 30′ Intervengono il regista/attore Martin McCann e il protagonista Gerard McSorley

THE YOUNG OFFENDERS [il film sarà preceduto dal corto The Carpenter and His Clumsy Wife, 14′]

2017-04-02

THE YOUNG OFFENDERS (2016, P. Foott) 90′ a seguire Q&A con il regista Peter Foott [il film sarà preceduto dal corto The Carpenter and His Clumsy Wife, 14′] Regia: Peter Foott; sceneggiatura: Peter Foott; fotografia: Patrick Jordan; montaggio: Colin Campbell; musica: Ray Harman; scenografia: Anthony Courtney; costumi: Jonathan Hughes; produttori: Peter Foott, Julie Ryan; società di produzione: Vico Films; location irlandese: Co. Cork durata: 90’ Cast: Alex Murphy, Chris Walley, Hilary Rose, PJ Gallagher Ispirato alla cronaca del più grande sequestro di cocaina (440 milioni di euro) al largo delle coste di Cork nel 2007, The Young Offenders segue due ragazzi della zona, Conor e Jock, che intraprendono un viaggio di 160 chilometri su due biciclette rubate nella speranza di trovare una balla di cocaina a quanto pare sfuggita alle forze dell’ordine.

IFF SHORTS AWARDS – Premiazione dei cortometraggi vincitori FILM DI CHIUSURA: TRADERS

2017-04-02

IFF SHORTS AWARDS – Premiazione dei cortometraggi vincitori a seguire, FILM DI CHIUSURA: TRADERS (2015, P. Murphy, R. Moriarty) 90′ Regia: Peter Murphy, Rachael Moriarty; sceneggiatura: Peter Murphy, Rachael Moriarty; fotografia:Peter Robertson; montaggio: Joe McElwaine; musica: Eamonn Davis; scenografia: Francis Taaffe; produttori: Stuart Switzer, Libby Durdy, Rachel Lysaght; società di produzione: Coco Tv; location irlandese: Dublino; durata: 90’ Cast: Killian Scott, John Bradley, Nika McGuigan, Barry Keoghan, David Murray, Caoilfhionn Dunne, Olwen Fouéré, Peter O’Meara Appartamento di lusso, bella macchina, Harry sembra avere ormai tutto; ma quando l’azienda per cui lavora fallisce, rischia di perdere ogni cosa. Una soluzione gli è offerta dal collega Vernon che ha un piano diabolico scoperto sul deep web: due sconosciuti svuotano i loro conti bancari, vendono i loro beni, e mettono il loro intero patrimonio in contanti in una borsa sportiva verde. Poi si recano in una località solitaria per battersi fino alla morte. Il vincitore seppellisce il perdente e si allontana due volte più ricco. È pericoloso. È illegale. Ma potrebbe risolvere tutti i suoi problemi: Harry saprà resistere?  

IRISHFILMFESTA│10

from 2017-03-30 to 2017-04-02

IRISHFILMFESTA

X EDIZIONE 30 Marzo- 2 Aprile Con il patrocinio di amb ialnda archimedia presenta IRISH FILM FESTA, il festival interamente dedicato al cinema irlandese. “In questi dieci anni abbiamo presentato il meglio del cinema irlandese contemporaneo, scegliendo film inediti nel nostro Paese, ma premiati all’estero da numerosi riconoscimenti; e avuto il privilegio di accogliere ospiti prestigiosi come Stephen Rea, Fionnula Flanagan, Lenny Abrahamson, Adrian Dunbar, e molti altri. Per questo, la decima edizione di IRISH FILM FESTA sarà un’edizione speciale, celebrativa del percorso finora compiuto e propulsiva per quello ancora da compiere”, commenta il direttore artistico Susanna Pellis. Tra i lungometraggi in programma alla decima edizione di IRISH FILM FESTA, tutti in anteprima italiana, vedremo il documentario Bobby Sands: 66 Days di Brendan J. Byrne, dedicato ai sessantasei giorni di sciopero della fame che nel 1981 portarono alla morte di Bobby Sands nel carcere di Long Kesh. Il film analizza il valore simbolico e culturale del digiuno nel contesto storico-politico irlandese e si basa sui diari tenuti in carcere dallo stesso Bobby Sands, affidandone la lettura all’attore Martin McCann, atteso come ospite al festival: “Quelle parole mettono la sua voce al centro del film e ci portano nella sua mente – spiega il regista – l’unico posto nel quale Sands ha trovato la libertà”. 66 Days è stato presentato all’ultimo Galway Film Fleadh e al festival internazionale del documentario Hot Docs di Toronto. Alla proiezione di 66 Days parteciperà anche il giornalista Riccardo Michelucci, autore del saggio di recente pubblicazione Bobby Sands. Un’utopia irlandese (Edizioni Clichy). La storia dei Troubles nordirlandesi e la loro rappresentazione cinematografica in opere come Angel, Una scelta d’amore (Some Mother’s Son), Niente di personale (Nothing Personal), The Boxer, Hunger, e altre, saranno inoltre al centro di una conferenza che terrà al festival il prof. Martin McLoone (University of Ulster, Emeritus). Martin McCann, che abbiamo visto l’anno scorso in The Survivalist di Stephen Fingleton, è anche interprete e co-regista del mockumentary Starz, uno dei cortometraggi in concorso che vede come protagonista uno straordinario Gerard McSorley (The Constant Gardener, Veronica Guerin), anche lui atteso a Roma. La sezione competitiva di IRISH FILM FESTA presenta quest’anno quindici corti che spaziano tra vari generi e tecniche di realizzazione (animazione, documentario, horror, thriller). Il regista Ciarán Creagh, l’attrice protagonista Caoilfhionn Dunne (nel cast della serie Love/Hate) e ancora Gerard McSorley presenteranno invece il dramma In View: Ruth è un’agente di polizia che, incapace di elaborare il lutto per la perdita del figlio e del marito, sta smarrendo anche se stessa. Il suo senso di colpa è insopprimibile, e la spinge ad affrontare gli errori del passato in cerca di redenzione. Vicenda drammatica anche per Mammal, scritto e diretto da Rebecca Daly e interpretato da Rachel Griffiths (nomination agli Oscar 1999 per Hilary and Jackie) e il giovane Barry Keoghan (Love/Hate): per Margaret la notizia della sparizione del figlio adolescente, che lei ha lasciato quando era piccolo, coincide con la decisione di ospitare Joe, un ragazzo senzatetto che ha trovato per strada, ferito. Mammal è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival nel 2016. Sanctuary, opera prima di Len Collin, ha un’origine teatrale: alla base c’è il testo omonimo di Christian O’Reilly messo in scena dalla Blue Teapot Theatre Company, una compagnia di Galway formata da attori con disabilità intellettive. Protagonisti del film, che mantiene lo stesso cast della pièce, sono Larry e Sophie, due giovani innamorati: cosa può esservi di più naturale per loro che desiderare di passare del tempo insieme da soli? Ma Larry e Sophie non sono una coppia come le altre. E cercando di avere un po’ di intimità non stanno solo infrangendo le regole, stanno infrangendo la legge. In The Flag di Declan Recks (il suo primo film, Eden, era all’IFF 2008) si torna a parlare  della Easter Rising, dopo il Centenario celebrato anche dal festival lo scorso anno, attraverso un’inedita chiave comica. Per Harry Hambridge (Pat Shortt), irlandese emigrato a Londra, va tutto storto. Tornato a casa per il funerale del padre, trova una dichiarazione secondo la quale sarebbe stato suo nonno ad issare la bandiera irlandese sul General Post Office durante la Rivolta di Pasqua del 1916. Bandiera che oggi si trova appesa, alla rovescia, in una caserma inglese. Stanco di subire umiliazioni, Harry è determinato, con l’aiuto di improbabili compagni (c’è anche Moe Dunford, visto all’IFF 2015 in Patrick’s Day di Terry McMahon), a recuperare quella  benedetta  bandiera. A Roma saranno presenti Declan Recks e lo sceneggiatore Eugene O’Brien. Ispirato alla cronaca di un sequestro di cocaina per 440 milioni di euro al largo delle coste di Cork nel 2007, The Young Offenders di Peter Foott (miglior film irlandese al Galway Film Fleadh 2016) vede due ragazzi della zona, Conor e Jock, intraprendere un viaggio di 160 chilometri su due biciclette rubate nella speranza di trovare una balla di cocaina che a quanto pare è sfuggita alle forze dell’ordine. Una commedia dal ritmo frenetico, che in patria ha letteralmente spopolato. L'autore e regista Peter Foott sarà al festival e per l’occasione verrà proiettato anche il suo cortometraggio The Carpenter and His Clumsy Wife, menzione speciale alla Mostra di Venezia 2004. Due sconosciuti svuotano i loro conti bancari, vendono i loro beni, e mettono il loro intero patrimonio in contanti in una borsa sportiva verde. Poi si recano in una località solitaria per battersi fino alla morte. Il vincitore seppellisce il perdente e si allontana due volte più ricco. È l’idea alla base di Traders, il film di Rachael Moriarty e Peter Murphy che vede come protagonisti Killian Scott (Love/Hate) e John Bradley (Game of Thrones). Piccoli ma significativi ruoli anche per Barry Keoghan e Caoilfhionn Dunne. Due, infine, gli Irish Classic della decima edizione. Il primo è The General di John Boorman (1998), premiato per la migliore regia al Festival di Cannes: il generale del titolo è il criminale dublinese Martin Cahill, interpretato nel film da Brendan Gleeson. Noto per la spietatezza e per la meticolosità con la quale pianificava le azioni criminali, Cahill è stato raccontato nel dettaglio nel libro The General  del giornalista Paul Williams, dal quale è tratta la sceneggiatura del film. Il testo è stato pubblicato per la prima volta in Italia solo l’anno scorso da Milieu Edizioni per la collana Banditi senza tempo, parallelamente ad altri due volumi legati all’Irlanda: On the Brinks dell’ex militante dell’IRA Sam Millar e Bomber Renegade di Michael “Dixie” Dickson, ultimo prigioniero dell’IRA ad essere liberato, oggi organizzatore di concerti ed eventi sportivi. The Boxer (1997) è invece l’omaggio di IFF al regista Jim Sheridan, che sarà per la prima volta ospite al festival per un incontro col pubblico. Di Sheridan, tre nomination agli Oscar (per la regia di Il mio piede sinistro e Nel nome del padre, e per la sceneggiatura di In America), verrà proposto anche il film più recente, Il segreto (The Secret Scripture), tratto dal romanzo omonimo di Sebastian Barry. Interpretato da Rooney Mara, Eric Bana, Vanessa Redgrave e Adrian Dunbar, Il segreto, già presentato alla scorsa Festa del Cinema di Roma, uscirà nelle sale italiane il 6 aprile distribuito da Lucky Red. Fa parte dell’omaggio a Sheridan anche The Carpenter and His Clumsy Wife, di cui il regista è la voce narrante. Un’ulteriore parentesi letteraria sarà dedicata dal festival allo scrittore Dermot Bolger, protagonista di un incontro coordinato da John McCourt (Università di Macerata). Nato nel 1959 a Finglas, periferia nord di Dublino, Bolger è autore di romanzi, poesie e testi teatrali. Tra i suoi libri più noti, Verso casa (1997) e Figli del passato (2007), pubblicati in Italia da Fazi Editore. IRISH FILM FESTA, creato e diretto da Susanna Pellis, è prodotto dall’associazione culturale Archimedia ed è realizzato in collaborazione con Irish Film Institute; con il sostegno di Culture Ireland, Irish Film Board, Turismo Irlandese; e il patrocinio dell’Ambasciata irlandese in Italia. www.irishfilmfesta.org Facebook: facebook.com/irishfilmfesta Twitter: @IrishFilmFesta Instagram: @irishfilmfesta YouTube: IrishFilmFesta Roma

THE FLAG (2016, D. Recks) 85′

2017-03-30

THE FLAG (2016, D. Recks) 85′ Intervengono il regista Declan Recks e lo sceneggiatore Eugene O’Brien [il film sarà seguito dal corto Lily, 22′] Regia: Declan Recks; sceneggiatura: Eugene O’Brien; fotografia: Cathal Watters; montaggio: Dermot Diskin; musica: Stephen McKeon; scenografia: Mark Kelly; costumi: Allison Byrne; casting: Colin Jones; produttori: Robert Walpole, Rebecca O’Flanagan; società di produzione: Treasure Entertainment; location irlandese: Dublino; durata: 85’ Cast: Pat Shortt, Moe Dunford, Simone Kirby, Ruth Bradley, Brian Gleeson, Peter Campion, Gary Lydon, Bosco Hogan, Donal O’Kelly, Ronan Leahy Per Harry Hambridge, irlandese emigrato a Londra, va tutto male: in un solo giorno perde il lavoro, il padre e il suo amato criceto. Tornato a casa per il funerale del padre, trova una dichiarazione secondo la quale sarebbe stato suo nonno ad issare la bandiera irlandese sul General Post Office durante la Rivolta di Pasqua del 1916. Bandiera che oggi si trova appesa, alla rovescia, in una caserma inglese. Stanco di subire umiliazioni, Harry è determinato, con l’aiuto di improbabili compagni, a recuperare quella benedetta bandiera e magari anche un po’ di voglia di vivere.

Non è un paese per giovani

Se ne stanno andando. Tutti. E insieme a loro se ne va la bellezza, l'avventura, l'entusiasmo, l'amore e il futuro del nostro paese.
Sono i ragazzi italiani, tecnologicamente connessi tra di loro come mai prima ma sparpagliati nel mondo alla ricerca di un luogo dove diventare grandi. Due di loro, Sandro e Luciano, ruzzolano fuori dalle rotte battute dai loro coetanei e approdano in una terra di frontiera, Cuba, all'inseguimento di un'attesa svolta economica.
Ma il loro destino è segnato e s'imbattono immediatamente in Nora, una ragazza "interrotta", bella e irriducibile, sentimentale, estrema e italiana pure lei, che cambierà le loro vite. La bellezza e la violenza dell'isola, porteranno Luciano a perdere ogni punto di riferimento, proprio quando Sandro invece scoprirà il motivo per cui ha deciso di seguirlo fino a lì.

Pino Daniele - Il tempo resterà


Sexual freedom - Cinema

2017-04-01

Porno & libertà

by Carmine Amoroso. Italy, 2016, 78’

followed by the encounter with Anna Ferruta and the director


Italia diary - Cinema

2017-04-01

C'eravamo tanto amati
by Ettore Scola. Italy, 1974, 111’

followed by the encounter with Ezio Maria Izzo and Franco Bernini, screenwriter and director


SPI. CINEMENTE AWARD 3rd edition - Cinema

2017-04-02

Lo chiamavano Jeeg Robot

by Gabriele Mainetti, Italiy, 2015, 112’

The prize will be delivered by Anna Nicolò. The director and the screenwriters Nicola Guaglianone and Menotti, will be present.


The origines - Cinema

2017-03-24

La serpe

by Roberto Roberti. Italy, 1920, mute, 51’

followed by the encounter with Lucio Russo and Maria Assunta Pimpinelli


The death - Cinema

2017-03-25

L’attesa

by Piero Messina. Italy, France, 2015, 100’

followed by the encounter with Stefania Nicasi and the director


The mother - Cinema

2017-03-26

L’amore molesto

by Mario Martone. Italiy, 1995, 104’

followed by the encounter with Paolo Fabozzi and Anna Bonaiuto


The old age - Cinema

2017-03-28

Compagna di viaggio

by Peter Del Monte. Italy, 1996, 109’

followed by the encounter with Domenico Chianese and the director


The religion - Cinema

2017-03-29

La ragazza del mondo
by Marco Danieli. Italy, 2016, 104’

followed by the encounter with Manuela Fraire and the director


The mental disease - Cinema

2017-03-30

Si può fare

by Giulio Manfredonia. Italy, 2008, 111’

followed by the encounter with Giuseppe Moccia and the director


The migrants - Cinema

2017-03-31

Lamerica

by Gianni Amelio. Italy, 1994, 128’

followed by the encounter with Loredana Micati and the director


Loving

La storia autentica di una coppia di sposi, Richard e Mildred Loving, divenuta celebre nell'America degli anni '50 per essersi sottratti alle leggi della Virginia con un matrimonio interrazziale. I coniugi Loving, arrestati e condannati, non si arresero e affrontarono una battaglia legale di ben nove anni per il riconoscimento dei propri diritti civili e dello status di famiglia, creando un'importante precedente giudiziario fondamentale per la legalizzazione dei matrimoni misti negli USA.

The Ring 3

Un nuovo capitolo della fortunata serie horror di THE RING. Una giovane donna comincia a preoccuparsi per il suo ragazzo quando lo vede interessarsi ad un'oscura credenza intorno ad una misteriosa videocassetta che si dice uccida dopo sette giorni chi la guarda. Si sacrifica per salvare il suo ragazzo e nel farlo scopre qualcosa di orribile: c'è un "film dentro il film" che nessuno ha mai visto prima¿

Un tirchio quasi perfetto

François Gautier è tirchio! Risparmiare gli dà gioia, la prospettiva di dover pagare lo fa sudare freddo. La sua vita è scandita in funzione di un unico obiettivo: non mettere mai mano al portafoglio. Una vita che tuttavia viene completamente sconvolta in un solo giorno: si innamora di una donna e scopre di avere una figlia di cui ignorava l'esistenza. Costretto a mentire per riuscire ad occultare il suo terribile difetto, per François cominciano i problemi. Poiché a volte mentire può costare caro, molto caro¿

John Wick 2

Sequel dell'adrenalinico 'John Wick', in cui Keanu Reeves torna a vendicarsi in maniera ancora più spietata.

Les Sauteurs


Vergine giurata di Laura Bispuri

2017-03-31


Il piano di Maggie. A cosa servono gli uomini


The Dressmaker, il diavolo è tornato

2017-03-25


Bomb! Fantasia in fiamme

2017-03-24


Carol di Todd Haynes

2017-03-24


La bella e la bestia

Tornerà al cinema la fiaba La Bella e La Bestia in un live action, che riprenderà il cartone animato Disney.

Il padre d'Italia

Paolo, trentenne alla ricerca di se stesso, della sua sessualità e della sua identità, incontra in un locale gay la dirompente Mia, estremamente libera e volitiva. Improvvisamente Mia ha un malore e Paolo la accompagna in ospedale. Da quel momento in poi i due non si separeranno più e inizieranno un viaggio on the road alla ricerca del padre della bimba che Mia sta aspettando.

Kong: Skull Island

Nel film, un gruppo eterogeneo di esploratori si avventura nelle profondità di un'isola sperduta del Pacifico - tanto affascinante quanto infida - inconsapevole di star attraversando il regno del mitico gorilla Kong.

Questione di Karma

Giacomo è l'ultimo erede di una dinastia di industriali ma, più che interessarsi all'azienda, preferisce occuparsi delle sue mille passioni. La sua vita è stata segnata dalla scomparsa del padre quando era molto piccolo, e questo l'ha portato a non crescere né a responsabilizzarsi. L'incontro con Ludovic Stern, un eccentrico esoterista francese, gli cambia la vita; lo studioso infatti afferma di aver individuato l'attuale reincarnazione del padre di Giacomo. Trattasi di tal Mario Fibonacci, un uomo tutt'altro che spirituale, interessato solo ai soldi e indebitato con mezza città. Questo incontro apparentemente assurdo cambierà la vita di entrambi.

Bleed - Più forte del destino

Vinny Pazienza è un pugile italoamericano famoso sia per le sue straordinarie vittorie sul ring che per la sua vita privata fatta di eccessi e stravaganze. Nel pieno della sua carriera rimane vittima di un terribile incidente automobilistico che rischierà di compromettere, in maniera irreversibile, l'uso delle gambe. Saranno la determinazione ed il coraggio del suo allenatore, Kevin Rooney, ad aiutarlo a rimettersi in piedi e a riprendere a combattere. Martin Scorsese torna, nelle vesti di produttore, sul ring di Toro Scatenato per un'altra grande storia vera in cui la "voglia di farcela" è protagonista assoluta.

Autopsy

Un padre e un figlio, entrambi coroner, ricevono il corpo di una giovane donna uccisa in circostanze misteriose. La donna non è stata identificata e il suo corpo non rivela una possibile causa di decesso. Mentre cercano di risolvere il mistero, i due uomini si trovano a svelare un terrificante segreto.

Il diritto di contare

Il film racconta la storia di Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson le tre donne afro-americane che lavorarono alla Nasa e misero a punto il primo programma di missioni spaziali che portò in orbita l'astronauta John Glenn.

Hannan Arendt


La luce sugli oceani

I coniugi Sherbourne stanno facendo di tutto per avere un figlio, ma senza successo, quando trovano una neonata abbandonata in una barca alla deriva e la allevano in segreto come fosse loro. Ben presto quella creatura vivace e sempre bisognosa d'attenzione diventa la luce della loro vita, finché non scopriranno che la vera madre della piccola (un'intensa Rachel Weisz) sono anni che la cerca senza riuscire a darsi pace. Tormentati dal dilemma se svelare il segreto perdendo così la figlia che ormai sentono come loro, la coppia inizierà a disgregarsi.

Cinema Trevi - Programmazione Marzo 2017

from 2017-03-01 to 2017-03-31


Vi presento Toni Erdmann

Una deliziosa commedia che racconta il complicato ma tenero rapporto di una giovane donna manager dedita al successo e alla carriera e di suo padre, uomo eccentrico e stravagante che fa di tutto per farle tornare il senso dell'umorismo e la leggerezza della vita. Le esilaranti incomprensioni e i colpi di scena che si susseguono regalano a questo film un ritmo e una comicità che conquisteranno il pubblico in un crescendo emozionante e vincente.

Ozzy cucciolo coraggioso

Ozzy, un simpatico Beagle, svolge una vita serena e idilliaca fino al giorno in cui i suoi padroni devono improvvisamente partire per il Giappone senza la possibilità di portarlo con loro. Profondamente addolorati, i Martins dovranno cercare una sistemazione temporanea per Ozzy e la scelta ricade su un canile extra lusso. Ma quello che all'apparenza sembra un paradiso di amore e coccole, si rivelerà ben presto una terribile prigione per cani, gestita da un proprietario malvagio. Ozzy dovrà trovare la forza di resistere e il coraggio di scappare grazie anche all'aiuto dei suoi nuovi amici a 4 zampe.

Rosso Istanbul

Lo scrittore-editore Orhan Sahin, che vive all'estero da anni, viene a Istanbul su invito del famoso regista Deniz Soysal per lavorare al suo libro. Deniz vive con la sua famiglia, ormai al crepuscolo della ricchezza, in uno Yali sul Bosforo. Fin dal primo giorno, Orhan si trova avvolto in una fitta tela di relazioni complicate, amici misteriosi e familiari di Deniz. Mentre riscopre Istanbul con occhi nuovi, cominceranno anche a riaccendersi i sentimenti da tempo dimenticati.

Logan - The Wolverine

20th Century Fox presenta il terzo spin-off su Wolverine, il famoso mutante degli X-Men. Logan è basato su "Vecchio Logan", la storia a fumetti, ambientata nel futuro, di Mark Millar e Steve McNiven.

SARO di Enrico Maria Artale 67’

2017-03-29

SARO di  Enrico Maria Artale 67’

La voce profonda e poco comprensibile di un uomo risuona registrata nella segreteria telefonica: è la prima volta che Enrico ascolta la voce di suo padre. Saro, questo è il nome dell’uomo, è uscito dalla sua vita quando Enrico aveva poco più di un anno e da allora il ragazzo ha vissuto con la madre. Negli anni Enrico non ha mai indagato il motivo di questo abbandono, non ha mai voluto parlarne né tanto meno incontrare il padre. Ma un giorno, a venticinque anni, Enrico ascolta il messaggio della segreteria e sente che qualcosa, in lui, sta cambiando: ha trovato il modo di affrontare questa storia e decide di partire per un lungo viaggio solitario attraverso la Sicilia, l’isola della sua famiglia. Enrico troverà la casa del padre e il coraggio di bussare alla sua porta; si incontreranno e si racconteranno e ogni singolo momento sarà registrato dalla telecamera.

Segue incontro con il regista, conduce Maurizio di Rienzo.

   

SARO di Enrico Maria Artale 67’

2017-04-02

SARO di  Enrico Maria Artale 67’

La voce profonda e poco comprensibile di un uomo risuona registrata nella segreteria telefonica: è la prima volta che Enrico ascolta la voce di suo padre. Saro, questo è il nome dell’uomo, è uscito dalla sua vita quando Enrico aveva poco più di un anno e da allora il ragazzo ha vissuto con la madre. Negli anni Enrico non ha mai indagato il motivo di questo abbandono, non ha mai voluto parlarne né tanto meno incontrare il padre. Ma un giorno, a venticinque anni, Enrico ascolta il messaggio della segreteria e sente che qualcosa, in lui, sta cambiando: ha trovato il modo di affrontare questa storia e decide di partire per un lungo viaggio solitario attraverso la Sicilia, l’isola della sua famiglia. Enrico troverà la casa del padre e il coraggio di bussare alla sua porta; si incontreranno e si racconteranno e ogni singolo momento sarà registrato dalla telecamera.

   

Love is All. Piergiorgio Welby, Autoritratto di Francesco Andreotti, Livia Giunti 60’

2017-04-12

Love is All. Piergiorgio Welby, Autoritratto di Francesco Andreotti, Livia Giunti 60’ L’immagine di un uomo inerte a letto, attaccato al respiratore polmonare che con una voce sintetica chiedeva al Presidente della Repubblica di poter morire, entrò nelle case degli italiani nel settembre del 2006.Pochi mesi dopo quell’uomo, inascoltato dalla politica e dalla giustizia, decise di prendersi ciò che gli apparteneva e aiutato dai familiari e dagli attivisti radicali morì, sottraendosi a una vita che per lui era divenuta una tortura atroce e incessante. Sono passati quasi dieci anni dall’irruzione nei palinsesti di quell’immagine e sebbene nel nostro paese il dibattito sulle questioni del fine vita non abbia fatto sostanziali progressi, quell’immagine è divenuta l’icona della lotta per i diritti civili e per l’autodeterminazione dei cittadini. Love is All racconta la storia dell’uomo che si cela dietro a quell’icona e lo fa attraverso gli scritti, le narrazioni, le poesie, i dipinti e le sperimentazioni fotografiche di quello stesso uomo.   Segue incontro con il regista. Conduce Maurizio di Rienzo.  

Love is All. Piergiorgio Welby, Autoritratto di Francesco Andreotti, Livia Giunti 60’

2017-04-16

Love is All. Piergiorgio Welby, Autoritratto di Francesco Andreotti, Livia Giunti 60’ L’immagine di un uomo inerte a letto, attaccato al respiratore polmonare che con una voce sintetica chiedeva al Presidente della Repubblica di poter morire, entrò nelle case degli italiani nel settembre del 2006.Pochi mesi dopo quell’uomo, inascoltato dalla politica e dalla giustizia, decise di prendersi ciò che gli apparteneva e aiutato dai familiari e dagli attivisti radicali morì, sottraendosi a una vita che per lui era divenuta una tortura atroce e incessante. Sono passati quasi dieci anni dall’irruzione nei palinsesti di quell’immagine e sebbene nel nostro paese il dibattito sulle questioni del fine vita non abbia fatto sostanziali progressi, quell’immagine è divenuta l’icona della lotta per i diritti civili e per l’autodeterminazione dei cittadini. Love is All racconta la storia dell’uomo che si cela dietro a quell’icona e lo fa attraverso gli scritti, le narrazioni, le poesie, i dipinti e le sperimentazioni fotografiche di quello stesso uomo.

   

Cineclub "Il raggio verde" - Programma marzo-aprile 2017

from 2017-03-03 to 2017-04-28


Lo Spiraglio - FilmFestival della salute mentale (7a edizione)

from 2017-03-31 to 2017-04-02


Jackie

Dopo l'assassinio del "suo" presidente Kennedy, la First Lady Jacqueline Kennedy lotta contro il proprio trauma e il proprio dolore per riconquistare fiducia, consolare i figli e definire l'eredità storica del marito.

RITRATTI. Italia Doc

from 2017-03-01 to 2017-04-16

RITRATTI. Italia Doc

Parte con il fuori programma Essere Rossana Rossanda di Mara Chiaretti – focus su un esempio epocale di persona/personalità/politica – il nuovo spazio RITRATTI dedicato al documentario italiano dell’ultima stagione e si articola tra il 1 marzo e il 12 aprile con cinque documentari italiani del 2016 segnalatisi a festival di rilievo. Documentari capaci di raccontare sia emblematici percorsi professionali e civili (come quello del ribelle Lou Castel, la giornalista ‘nonsolomoda’ Franca Sozzani, il memorabile Piergiorgio Welby) sia vite altrettanto esemplari quanto diverse (da quella biunivoca di un killer di mafie in guerra, ergastolano dal 1982 poi ‘istruitosi’ e lontano da quelle oscurità a quella di un padre in fuga che voltò le spalle al figlio bambino il quale ora da regista decide con coraggio di andare sulle sue tracce).

“A pugni chiusi di Pierpaolo De Sanctis – scrive il critico Maurizio Di Rienzo che firma la rassegna -  è l’ascolto del cuore di un attore simbolo sempre legato al folgorante esordio di Marco Bellocchio, ed è anche il racconto in proprio di una vita misteriosa e sincera rielaborata in luoghi e con toni non consueti. Franca: chaos and creation del devotamente analitico Francesco Carrozzini è sul bel lavoro fra Italia e Usa di Franca Sozzani, donna dolcemente ferrea e pragmaticamente inventiva che diede già da giovane direttrice di Vogue Italia, grande sterzata anticonvenzionale al rapporto fra editoria e fashion. Ero malerba di Toni Trupia con rigore drammaturgico dà voce a chi è cresciuto per diventare spietato omicida e poi, pur non ‘collaborando’, ha saputo trovare in carcere il proprio sconvolgente Mr Hyde positivo. Saro di Enrico Maria Artale, personalissima ricerca di radici in complesso bilico fra pudore emotivo e impietoso confronto, è la messa in campo di un rapporto mai nato fra genitore e figlio, che sfocia nell’apparente fredda semplicità di un a lungo rimandato faccia a faccia. Love is all. Autoritratto, Piergiorgio Welby di Livia Giunti&Francesco Andreotti, coinvolgente quanto antiretorico, è un viaggio a più binari narrativi nella parabola di un uomo cui l’atroce malattia non ha ‘piagato’ l’anima né eroso la semplicità poetica né bloccato l’articolarsi delle relazioni; film sorprendente summa di linguaggi, a volte muti.”


1977/2017: 40 anni di GUERRE STELLARI!

2017-03-28


Ken Russell, un visionario molto molto brit!

from 2017-03-22 to 2017-03-26


Beata ignoranza

Il film racconta la storia di due insegnanti di liceo (Giallini e Gassmann) che si sfidano sull'utilità reale dei social network. Giallini è convinto che si tratti unicamente di una condivisione superficiale, mentre Gasmmann ritiene che sia una comunicazione al passo coi tempi.

T2 Trainspotting

Sono proprio loro. Sono Tornati. Il regista Danny Boyle riunisce il cast originale: Ewan McGregor, Ewen Bremner, Jonny Lee Miller e Robert Carlyle

Animali Fantastici e dove trovarli

2017-04-14


Tracks. Attraverso il deserto


Manchester by the Sea

Manchester by the Sea racconta la storia dei Chandler, una famiglia della classe operaia del Massachusetts. Dopo la morte improvvisa del fratello maggiore Joe (Kyle Chandler), Lee (Casey Affleck) diventa il tutore legale del nipote (Lucas Hedges). Lee è costretto ad affrontare il tragico passato che lo separava da sua moglie Randi (Michelle Williams) e dal paese in cui è nato e cresciuto.

Moonlight


AL DI LÀ DELLE NUVOLE, M. Antonioni e Wim Wenders

2017-03-27

AL DI LÀ DELLE NUVOLE, M. Antonioni e Wim Wenders 1995, 109’ «Le storie d’amore difficile, tratte dai racconti di Antonioni pubblicati nel 1983 da Einaudi col titolo Quel bowling sul Tevere, fanno parte del diario mentale d’un regista che, accompagnato da una voce interiore, immagina vicende, personaggi, incontri, interpreti: alla perenne ricerca di quanto sta oltre le cose e la loro apparenza, “l’assoluta misteriosa realtà che nessuno vedrà mai”. Il film con cui l’amato Antonioni torna al cinema a ottantatré anni, tredici anni dopo Identificazione di una donna, è un’impresa unica, irripetibile e memorabile. Si sa che, dopo la malattia che lo colpì nel 1985, il regista non è in grado di parlare né di leggere né di scrivere. Wim Wenders ha accettato con grande generosità quel ruolo di stand by director, di secondo regista pronto a intervenire se necessario, preteso in un caso simile dalle società di produzione e di assicurazioni, e ha diretto il prologo, l’epilogo, due brevi intervalli, un quarto d’ora di film, mentre è di un’ora e mezzo la parte diretta da Antonioni. Tonino Guerra è il primo tra gli sceneggiatori, Enrica Antonioni è stata come sempre in questi anni assistente, voce, interprete, coraggio e sostegno del marito. Il risultato è imperfetto [...] ma le immagini sono potenti e affascinanti, i piani-sequenza straordinari, gli stili diversi benissimo armonizzati, la bellezza visuale è grande» (Tornabuoni).

Le immagini e il tempo: Michelangelo Antonioni, di L. Verdone │ Fare un film per me è vivere, E. Antnioni segue INCONTRO

2017-03-27

LE IMMAGINI E IL TEMPO: MICHELANGELO ANTONIONI, Luca Verdone, 2005, 52’ Il tema del documentario dedicato ad Antonioni è l’analisi del linguaggio dei suoi film. Le varie tappe della sua carriera sono descritte attraverso la riproposizione di molti documenti filmati di proprietà dell’Archivio Rai, a partire dagli anni Cinquanta, e delle sequenze più significative dei suoi film. Il ritratto di uno dei più famosi registi italiani è arricchito dalle numerose testimonianze degli amici e dei collaboratori, come sua moglie Enrica Fico Antonioni, Francesco Maselli, Carlo di Carlo, Tonino Guerra, Lucia Bosè, Sam Shepard, David Hemmings, Alfio Contini, Chiara Caselli, Regina Nemni, attrice del suo ultimo film, Eros. a seguire FARE UN FILM PER ME È VIVERE, Enrica Antonioni, 1996, 52’ Video-documentario girato da Enrica Antonioni sul set del film Al di là delle nuvole: i luoghi, i paesaggi, il rapporto artistico e intellettuale tra Antonioni e Wenders. Oltre ai due registi, compaiono Tonino Guerra e gli interpreti del film: Fanny Ardant, Irène Jacob, John Malkovich, Sophie Marceau, Marcello Mastroianni, Jeanne Moreau, Vincent Perez, Jean Reno, Kim Rossi Stuart, Inés Sastre. a seguire Incontro con Enrica Antonioni, Luciano Tovoli, Luca Verdone.      

IL FILO PERICOLOSO DELLE COSE, M. Antonioni │ ANTONIONI VISTO DA ANTONIONI, Carlo Di Carlo

2017-03-27

IL FILO PERICOLOSO DELLE COSE, M. Antonioni   (ep. di Eros, 2004, 35’) «Il filo pericoloso delle cose chiude il film nel paesaggio aperto di Michelangelo Antonioni, colline e orizzonti toscani, ondulati contorni di una donna virtuale. [...] L’eros qui è messo a soqquadro, preso d’assalto, vinto dallo sguardo di Antonioni più esperto di Cupido. Ed è il piacere massimo del cinema vittorioso che impone alle due donne di incontrarsi, una specchio dell’altro, doppio di carne che capovolge la normalità dei sessi, e grida il suo trionfo» (Ciotta). Gli altri episodi sono diretti da Wong Kar-Wai e da Steven Soderbergh. a seguire  ANTONIONI  SU ANTONIONI, Carlo Di Carlo , 2008, 55’ A un anno dalla scomparsa del maestro ferrarese, il suo erede intellettuale Carlo di Carlo firma un documentario che raccoglie preziosissime interviste televisive in cui Michelangelo Antonioni racconta sé stesso, la propria arte, il proprio cinema.

Mamma o papà?

L'amore, si sa, può finire. E quando la coppia scoppia, spesso lui e lei si fanno la guerra. Soprattutto per decidere chi avrà la custodia dei figli. Stavolta è diverso, però: nessuno dei due li vuole. Stavolta mamma vuole mollarli a papà e viceversa. A ogni costo.

Ballerina

Ballerina è la storia di Felicie, capelli rossi e lentiggini sul naso. Ha solo 11 anni e la sua vita è già dura, costretta a vivere in un orfanotrofio. Ma Felicie ha un sogno: danzare! Insieme al suo amico Corentin, che invece ha il pallino di diventare inventore, Felicie organizza la fuga e prende il primo treno per Parigi. Quando vede danzare l'Etoile all'Operà non ha dubbi, deve assolutamente far parte di quel mondo!

Schermi mutanti, il cinema incontra la genetica

from 2017-04-19 to 2017-04-23


Lego Batman - Il film

Con lo stesso spirito irriverente che ha fatto di "The LEGO® Movie" un fenomeno mondiale, il sedicente leader di quel gruppo di personaggi - LEGO® Batman - sarà il protagonista di una nuova avventura sul grande schermo. Grandi cambiamenti fervono a Gotham, e se Batman vuole salvare la città dalla scalata ostile del Joker, deve abbandonare il suo spirito di giustiziere solitario, e cercare la collaborazione degli altri e forse imparare a prendersi un po' meno sul serio.

Gattaca - Cinema

2017-04-20

EUGENETICA: MIGLIORARE LA SPECIE UMANA?

Sergio Pimpinelli, genetista, introduce

Gattaca. La porta dell'universo

di Andrew Niccol. USA, 1997, 106’

In un mondo futuro ossessionato dalla perfezione genetica, che produce esseri umani in laboratorio, un ‘non valido’ nato naturalmente sfida il sistema. Cult distopico sulle derive dell’ingegneria genetica umana, che traspone in uno scenario fantasy la follia eugenetica di inizi ‘900, nazista e non solo.


Never Let Me Go - Cinema

2017-04-21

LA CLONAZIONE UMANA

Elena Gagliasso, filosofa della scienza, introduce

Non lasciarmi

di Mark Romanek. Gran Bretagna, USA,  2010, 103’

Un idilliaco college inglese, in cui crescono tre amici, cela un ‘allevamento umano’ mengheliano al servizio del progresso scientifico. Un thriller dalle tinte fosche che solleva interrogativi sulla libertà umana, la pressione livellante del potere e le conseguenze estreme dell’evoluzione scientifica.


Ex Machina - Cinema

2017-04-22

NATURALE E ARTIFICIALE

Fabrizio Rufo, filosofo della scienza, e Stefano Papi, divulgatore scientifico, introducono

Ex Machina

di Alex Garland. Gran Bretagna, 2015, 108’

Nel rifugio isolato di un geniale inventore, un giovane programmatore si confronta con un robot dall’attraente aspetto femminile. Thriller psicologico ad alta intensità che attualizza il mito di Frankenstein nella visione agghiacciante e disturbante dell’intelligenza artificiale del prossimo futuro.


Blade Runner - Cinema

2017-04-22

NATURALE E ARTIFICIALE

Fabrizio Rufo, filosofo della scienza, e Stefano Papi, divulgatore scientifico, introducono

Blade Runner

di Ridley Scott. USA, 1982, 118’

In un futuro tecnologico caratterizzato dalla decadenza urbana e sociale, un cacciatore di taglie insegue pericolosi replicanti in fuga. Capolavoro ipnotico e spettacolare, pieno d’azione e decisamente profetico, resta uno dei migliori film di fantascienza di sempre e una profonda riflessione sul futuro dell’umanità.


Contagion - Cinema

2017-04-23

LA MALATTIA E LA CURA

Bernardino Fantini, storico della biologia e della medicina, introduce

Contagion

di Steven Soderbergh. USA, 2011, 106’

Una malattia mortale si propaga in tutto il mondo: l’umanità è alla fine? In anni recenti, l’insorgere di nuove epidemie ha risvegliato timori catastrofici, intaccando la fiducia di una società tecnologicamente avanzata. Attraverso molti personaggi e un cast stellare, il film esplora le reazioni individuali nei confronti dell'ignoto.


Fantastic Voyage - Cinema

2017-04-23

LA MALATTIA E LA CURA

Bernardino Fantini, storico della biologia e della medicina, introduce

Viaggio allucinante

di Richard Fleischer. USA, 1966, 96’

Thriller fantascientifico strabiliante, uno dei migliori mai ideati: un gruppo di medici miniaturizzati alle dimensioni di un microbo viaggia all’interno di un corpo umano a bordo di una navicella. Tensione mozzafiato e spettacolare ricostruzione dell'organismo umano, grazie a effetti speciali predigitali ancora oggi incredibili.


The Tree of Life - Cinema

2017-04-19

IL SENSO DELLA VITA

Antonello La Vergata, storico della filosofia, introduce

The Tree of Life

di Terrence Malick. USA, 2011, 140’

Un mosaico di vita e morte, origine e destinazione, grazia e brutalità che il genio del cinema contemporaneo assembla con il suo inconfondibile estro visivo, accostando la creazione dell'Universo alla vicenda di una famiglia, schiacciata tra l’amore autoritario di un padre e quello protettivo di una madre.


Smetto quando voglio - Masterclass

La banda criminale col più alto tasso di cultura di tutti i tempi torna in un'epica trilogia. Qualcosa di cui non ci siamo resi conto è già successo.
E loro stanno tornando per proteggerci.

La La Land

LA LA LAND è un sorprendente musical moderno che racconta un'intensa e burrascosa storia d'amore tra un'attrice e un musicista che si sono appena trasferiti a Los Angeles in cerca di fortuna. Mia (Emma Stone) è un'aspirante attrice che, tra un provino e l'altro, serve cappuccini alle star del cinema. Sebastian (Ryan Gosling), è un musicista jazz che sbarca il lunario suonando nei piano bar. Dopo alcuni incontri casuali, fra Mia e Sebastian esplode una travolgente passione nutrita dalla condivisione di aspirazioni comuni, da sogni intrecciati e da una complicità fatta di incoraggiamento e sostegno reciproco. Ma quando iniziano ad arrivare i primi successi , i due si dovranno confrontare con delle scelte che metteranno in discussione il loro rapporto. La minaccia più grande sarà rappresentata proprio dai sogni che condividono e dalle loro ambizioni professionali. Dopo il successo di "Whiplash", candidato agli Academy Awards come Miglior Film e Miglior Sceneggiatura non originale e vincitore di 3 Oscar (Miglior Montaggio, Miglior Sonoro e Miglior Attore Non Protagonista), il regista e sceneggiatore rivelazione Damien Chazelle ha scritto e diretto un film che è una lettera d'amore alla magia della vecchia Hollywood raccontata da un punto di vista giovane e contemporaneo.

Cinema al MAXXI

from 2017-01-25 to 2017-03-29


Uccellacci ed Uccellini

2017-05-13


Il Vangelo Secondo Matteo

2017-04-08


Paesaggi con figure. Il cinema di Michelangelo Antonioni

from 2017-01-16 to 2017-03-27

Paesaggi con figure. Il cinema di Michelangelo Antonioni a cura di LOGO CINETECA «Antonioni fa parte della ristrettissima schiera di cineasti poeti che si creano il proprio mondo, i suoi grandi film non solo non invecchiano ma col tempo si riscaldano». Andrej Tarkovskij Nel decennale della morte del grande regista (30 luglio 2007), la Cineteca Nazionale rende omaggio al suo cinema attraverso una serie di appuntamenti. (Ri)vedere i suoi film significa comprendere la modernità del suo sguardo. Perché come ha scritto giustamente Giorgio Tinazzi «Antonioni […] è un autore difficile. Lo è stato […], come testimoniano le costanti difficoltà da lui incontrate con i produttori, ai quali il suo rigore ha sempre dato fastidio; lo è stato con gli apparati repressivi sociali, come la censura, perché ha toccato di frequente i punti deboli che la rete dei “valori”  copriva; lo è stato per il pubblico, con il quale non ha mai avuto un contatto semplice, e che ha conosciuto anzi vuoti clamorosi (basti pensare all’accoglienza decisamente ostile riservata alla proiezione a Cannes dell’ Avventura, quando il regista aveva già, si può dire, i suoi bravi titoli di merito). D’altronde, fino a un certo punto, i resoconti degli incassi sono oggettivi testimoni. È autore difficile, infine, per la critica: parlando in generale non si può dire che il riconoscimento della sua “novità” sia stato immediato; i ritardi sono sintomatici, così come alcune “consacrazioni” tardive, che talora avevano più l’aria di risarcire una colpa che di riesaminare i film o verificare gli errori». Ma malgrado tutto ciò, come ricordava Carlo di Carlo suo collaboratore storico, recentemente scomparso e che in questa sede vogliamo ricordare, «Michelangelo Antonioni è una figura centrale nella cultura del Novecento, uno dei testimoni più lucidi della nostra epoca per avere saputo individuare e analizzare con le sue opere, attraverso un percorso solitario, originale e spesso trasversale, la “malattia dei sentimenti”, i problemi, le angosce, le paure dell’uomo nella società contemporanea. Antonioni è un autore che ha attraversato il suo tempo, ma che è stato anche sempre fuori dal tempo, diventando un maestro di stile e un innovatore del linguaggio». Si ringrazia per la collaborazione Enrica Fico Antonioni

Collateral Beauty

A seguito di una tragedia personale, un importante dirigente di New York decide di vivere la sua vita senza più l'entusiasmo di una volta. A quel punto, alcuni suoi amici escogitano un piano drastico per evitare che perda interesse in ogni cosa. Spingendolo al limite, lo costringono a confrontarsi con la verità con modi umani profondi e sorprendenti.

Paterson

Paterson, interpretato da Adam Driver (Starwars, J. Edgar, Lincoln, Hungry Hearts) vive a Paterson, New Jersey, con la moglie Laura e il cane Marvin.
Ogni giorno guida l'autobus per le vie della città, ogni sera porta fuori il suo cane e beve una birra nel pub dell'isolato. Mentre la moglie colleziona progetti fantasiosi e fuori portata, e decora ininterrottamente la loro casa, Paterson appunta le sue poesie su un taccuino, che porta sempre con sé. Il suo sguardo poetico lo eleva da una routine di luoghi e azioni uguali a sé stesse.
Il mondo di Paterson e quello che consideriamo normale e ordinario rappresenta la forza potente e irregolare dell'arte. Che è vita, che è mondo.

Oceania

Vaiana è una vivace adolescente che intraprende un'audace missione nel tentativo di dimostrarsi un'esperta viaggiatrice, terminando così l'incompiuta ricerca dei suoi avi. Durante questo viaggio, Vaiana incontra il leggendario semidio Maui, con il quale attraverserà il mare aperto in un viaggio ricco di azione.

Cinemiamoci - Rassegna cinematografica

from 2016-11-26 to 2017-05-12


La Collina Animata

from 2016-12-01 to 2017-04-20


La stoffa dei sogni

Come in una stoffa, s'intrecciano le trame e i fili dei destini.
camorristi in fuga e attori in cerca di autorità si ritrovano dopo un naufragio su un'isola-carcere e si mescolano. Il teatro diventerà la zona franca in cui ciascuno potrà ritrovare se non il proprio ruolo sociale, la propria umanità.
Qualcuno anche l'amore.
Shakespeare e Eduardo De Filippo si fondono in una commedia picaresca piena di colpi di scena.

Festa del Cinema di Roma 2017

from 2017-10-26 to 2017-11-06


A qualcuno piace classico. Appunti di storia del Cinema (VI edizione)

from 2016-10-25 to 2017-05-30


La ragazza del mondo

Quello di Giulia è un mondo antico e sospeso, fatto di rigore e testi sacri, che esclude con ferocia chi non vi appartiene. Quello di Libero è il mondo di tutti gli altri, di chi sbaglia, di chi si arrangia cercando un'altra possibilità e di chi ama senza condizioni. Quando Giulia incontra Libero scopre di poter avere un altro destino, tutto da scegliere. La loro è una storia d'amore purissima e inevitabile e per i due ragazzi inizia un intenso periodo di vita insieme, scelta che comporterà a Giulia una totale esclusione dal mondo dei Testimoni di Geova al quale appartiene. Libero farà a Giulia il dono d'amore più grande di tutti: la libertà di appartenere al mondo, a uno nuovo, luminoso e pieno di futuro.

Dragonwyck - Cinema

2017-04-04

(USA 1946) directed by Joseph L. Mankiewicz, starring Gene Tierney, Vincent Price, Walter Huston, b/w, 103’, 35mm original language with Italian subtitles

Young Miranda marries a bully landowner and moves to his magnificent castle. But soon she finds out that her husband, a madman and opium addict, killed his first wife - and Miranda is in danger, too. Produced by Lubitsch, this jewel of gothic Cinema is the first film directed by Mankiewicz and Vincent Price's first screen appearance. Price's character foreshadows all the evil guys he'll play during his long career.


The round-up

2017-04-18

(Szegénnylegények, Ungary 1966) directed by Miklós Jancsó, starring János Görbe, Zóltan Latinovitsm, b/w, 94’, 35mm Italian dubbed version

1960, Hungary. Sandor is a rebel with a big following among the farmers, ready to go to any length to prove their loyalty to him. But the Police devises a clever ploy and wipes out his gang. The film hinted at the Hungarian Revolution of 1956 and revealed to the world director Jancsó's talent and style, stern and majestic at the same time, based on long takes, the absence of music and the baffling and evocative use of space – the marks of a true master.


Gone to Earth - Cinema

2017-05-02

(UK 1950) directed by Michael Powell, Emeric Pressburger, starring Jennifer Jones, David Farrar, Cyril Cusack, color, 110’, 35mm original language with Italian subtitles

A girl lives an almost uncivilized life in the woods, with her father. She cares for a fox cub more than for mankind. After her marriage with a young Protestant pastor, she's seduced by an unruly nobleman, the girl unaware of the possible bad consequences. The conflict between flesh and spirit, the irrational spirit of Nature and the unavoidability of destiny make this flaming melodrama a perfect example of the work of Powell and Pressburger.


Three Faces of Eve - Cinema

2017-05-16

(USA 1957) directed by Nunnally Johnson, starring Joanne Woodward, Lee J. Cobb, David Wayne, b/w, 91’, 35mm Italian dubbed version

A young housewife suffers from temporary memory loss. One day, in a state of unconsciousness, she tries to kill her daughter. Her husband sends her to a psychiatrist: the doctor finds out the woman is affected by multiple personality disorder. Based on a true story, this was one of the first film to fully employ the tools of psychanalysis. It made Joanne Woodward's name, whose amazing interpretation was awarded an Academy Award and a Golden Globe.


Amadeus - Cinema

2017-05-30

(USA 1984) directed by Miloš Forman, starring Tom Hulce, F. Murray Abraham, Elizabeth Berridge, color, 160’, 35mm Italian dubbed version

Winner of eight Academy Awards, this version of Peter Shaffer's play is one of the most effective period film ever, with its perfectly realistic reenactment of the era and its gloomy depiction of the stormy relationship between Mozart and Salieri. Director Forman is here at his best in telling the exciting and painful story of a genius, and the film powerfully mixes a refined visual and narrative attitude with a genuine penchant for popular entertainment.


Via Castellana Bandiera


Cortometraggi divertenti a chiusura della rassegna

2017-07-13


Highway to Hellas

2017-06-22


Atlantic

2017-05-25


La serata dei corti

2017-05-11


Lampedusa im Winter

2017-04-06


hotel san lorenzo roma

Rome Hotel | Home

Hoteles en Roma San Lorenzo wifi gratuito del hotel
Hotel di Charme Roma
hotel roma nomentano trieste
. Hotel Carlo Magno ™ Hotel Address: Via Sacco Pastore ,  13, Roma, Italia.
Tel: +39 06/8603982. Fax: +39 06/068604355. City Zone of Roma Montesacro - Nomentana Salaria - Porta di Roma - Tiburtina
GeoCoordinates +41° 55' 54.85", +12° 31' 37.62"